OMCeO, Enti e Territori 30 Marzo 2018

Il raggio laser “amico per la pelle”, ecco come cura e ringiovanisce

Trattamento versatile e sicuro con indicazioni praticamente infinite, da quelle terapeutiche come l’acne, melasma, esiti di cicatrici a quelle estetiche per eliminare gli effetti del fotoinvecchiamento come macchie e rughe. La novità presentata al Terzo Congresso Nazionale del Gruppo Italiano Laser in Dermatologia che si è svolto a Roma è “un approccio integrato tra le […]

Trattamento versatile e sicuro con indicazioni praticamente infinite, da quelle terapeutiche come l’acne, melasma, esiti di cicatrici a quelle estetiche per eliminare gli effetti del fotoinvecchiamento come macchie e rughe. La novità presentata al Terzo Congresso Nazionale del Gruppo Italiano Laser in Dermatologia che si è svolto a Roma è “un approccio integrato tra le varie tecniche, laser certo ma anche acido ialuronico e tossina botulinica nelle tecniche di ringiovanimento. Possiamo riassumere i tipi di laser ricordando tre colori: il rosso che interessa la componente vascolare per trattare angiomi e capillari, il marrone per trattare macchie, rimuovere la peluria e eliminare tatuaggi e il blu indicata nelle alterazioni della pelle. Non una superficie ma un vero e proprio ‘organo’ che può essere stimolato alla rigenerazione con i nuovi laser frazionali che esercitano sia un’azione superficiale che agire a varie profondità per stimolare la produzione dei tessuti più profondi come il collagene – spiega il Presidente Steven Nisticò.

Il laser nelle sue diverse combinazioni ha mostrato una peculiarità ‘chirurgica’ che sta progressivamente sostituendo l’invasività del bisturi con risultati duraturi sovrapponibili a quelli di un lifting grazie alla funzione di stimolo sui tessuti che si rinnovano, si riorganizzano e si riallineano.

Anche il ringiovanimento che è sempre in cima alle richieste di tipo estetico non prevede più tagli, indicazioni importanti, lunghe convalescenze. Le tecniche laser rispondono alle esigenze di persone che non possono sottrarsi a lungo dalla vita sociale e devono tornare a lavoro e alla normalità in pochissimi giorni. Risultati eclatanti anche in soggetti più agée con danni cutanei di vecchia data purché disposti a trattamenti in più sedute e una combinazione di tecniche, con lo scopo di dare una sferzata di tessuti. Il sole determina danni ingenti che sono più precoci per l’aggressività delle radicazioni non perfettamente schermate dallo strato di ozono nell’atmosfera. Possiamo dire che il sole è più aggressivo e che i suoi pericoli sono ancora sottovalutati ma che la stella più luminosa del nostro sistema solare ci presenta un conto amaro, talora sotto forma di malattie tumorali. Si stima che ogni anno in Italia vengano diagnosticati circa 70mila casi (40mila nei maschi e 30mila nelle femmine) di tumori non melanoma mentre il più pericoloso melanoma ha una incidenza annuale stimata intorno ai 40-140 casi ogni 100mila abitanti. Per tutti, il maggiore fattore di rischio è l’esposizione solare.

Le notizie dal congresso piaceranno anche a chi soffre di acne, disturbo che non è più appannaggio solo di liceali ma che è sempre più rilevabile nella popolazione adulta, che vede tra i principali indiziati inquinamento ambientale, stress, uso di farmaci e cosmetici che possono contenere sostanze occlusive che ostruiscono i pori e imprigionano il sebo. Secondo l’American Accademy of Dermatology, che ha provato a stimare l’incidenza, soffrono di acne dopo 25 anni il 5% delle donne e l’1% degli uomini. Per gli adulti si tratta di una condizione ancora più invalidante che può generare uno stato di sofferenza psicologica, ma oggi all’armamento farmacologico si è aggiunto quello ‘fisico’: i laser a luce blu infatti hanno dimostrato la loro efficacia tanto da essere inseriti nelle linee guida di trattamento.

«Attenzione però – si sofferma il Professor Nisticò – perché il laser deve essere usato da personale medico, formato ed esperto: in mani sbagliate e per indicazioni non idonee infatti si possono causare anche danni gravi e permanenti. La posizione del GILD è di formare gli stessi medici e dialogare con le istituzioni affinché il loro uso rimanga saldamente in mani esperte. Una ricerca del 2009 ad esempio aveva riportato l’insorgenza da macchie iperpigmentate su collo, braccia e inguine, formazione di cicatrici, eritemi e complicazioni oculari successive all’uso di laser per l’epilazione condotta da personale non esperto».

Articoli correlati
Tumori, successo in tutta Italia per “Ricomincio da Me”: così le donne si riappropriano della loro femminilità
L’iniziativa ad opera della farmacista napoletana Myriam Mazza, nominata "Farmacista dell'anno 2019": «Con un’alta formazione e competenze scientifiche vogliamo essere accanto alle donne in una fase molto delicata della loro vita»
Tumori in aumento, dialogo medico-paziente alla base della cura
Le nuove diagnosi di cancro sono in aumento, complice l’allungamento dell’aspettativa di vita e uno stile di vita scorretto. Al medico il compito di creare un filo diretto con il paziente come parte della terapia
Rete registro tumori, legge verso approvazione. Il relatore Baroni (M5S): «Con i macrodati scopriremo nesso di causalità tra malattia e ambiente»
Dopo l’approvazione in Senato, il provvedimento al vaglio della Commissione Affari Sociali alla Camera. Il deputato Cinque Stelle annuncia: «Per la prima volta in Italia siamo all’avanguardia nel mettere nero su bianco una legge che prevede che lo Stato vuole il referto epidemiologico, un macrodato aggregato che potrebbe essere sovrapponibile con l’utilità, l’importanza e la potenza del fascicolo sanitario elettronico»
Salute, le nuove frontiere per le malattie infiammatorie cutanee arrivano dalle biotecnologie. Concetta Potenza (Sapienza): «Ricerca avanzata, cure su misura per i pazienti»
Dallo stato della ricerca alle nuove sperimentazioni biotecnologiche per la produzione di farmaci. Oggi alla Sapienza di Roma giornata di aggiornamento e confronto sulle malattie cutanee ed oncologiche in ricordo del professor Daniel Innocenzi, scomparso dieci anni fa
Tumori Solidi, nuovi potenziali farmaci per terapie più mirate. Studio Cattolica-Policlinico Gemelli e CNR: i risultati su “Scientific Reports”
Secondo i più recenti dati epidemiologici (I numeri del cancro in Italia, VIII edizione 2018), complessivamente in Italia ogni giorno circa mille persone ricevono una diagnosi di tumore maligno e le malattie neoplastiche rappresentano ancora la seconda causa di morte (29% di tutti i decessi) dopo le malattie cardiovascolari (37%). In particolare, i dati ISTAT […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Equivalenza titoli, TAR Lazio accoglie ricorso ANEP. L’avvocato Croce (Consulcesi & Partners): «Risultato apre strada anche alle altre figure»

Questo provvedimento impone l’avvio di iniziative dirette a far sì che si proceda all’individuazione dei criteri e delle modalità per il riconoscimento dell’equivalenza dei titoli conseguiti c...
Lavoro

Massofisioterapisti e fisioterapisti: uguali o diversi? La posizione di Beux (TSRM e PSTRP)

Alessandro Beux (TSRM e PSTRP): «Iscrizione solo per quelli che hanno conseguito titolo prima 1999»
Formazione

Il presidente del Parlamento Ue Antonio Tajani: «Formazione obbligatoria ECM, l’Europa vigila e premia solo chi si aggiorna»

ESCLUSIVA | Il Presidente dell’Europarlamento, in visita a Roma al Gruppo Consulcesi, si è schierato al fianco dei medici che attendono la remunerazione della specializzazione: «Lo Stato deve semp...