Voci della Sanità 21 Aprile 2020 09:55

Neuroriabilitazione a distanza: al via il progetto sperimentale di Neuromed

I medici seguono i pazienti a casa attraverso un software, sfruttando le nuove tecnologie e l’intelligenza artificiale

L’obiettivo della riabilitazione neurologica è recuperare i deficit e le disabilità causate da malattie neurologiche – ictus, sclerosi multipla, epilessia, traumi cerebrali o del midollo spinale, morbo di Parkinson e di Alzheimer – .

Il processo riabilitativo ha un’importanza fondamentale perché permette ai pazienti di ritrovare la propria autonomia non solo fisica ma anche mentale e psicologica. Per essere efficace, però, necessita di tempi e tappe ben precisi ed è difficilmente conciliabile con l’attuale situazione di quarantena.

Per questo, il Laboratorio di Biomeccatronica dell’I.R.C.C.S. Neuromed di Pozzilli (IS) ha avviato un progetto sperimentale che consente ai clinici di seguire a distanza la riabilitazione dei pazienti neurologici.

«Usando il computer di casa – comunica l’istituto in un comunicato – basta scaricare e lanciare un software che, attraverso una normale webcam, invia il video in diretta ai server del laboratorio, dove una rete neurale analizza le immagini ricostruendo un vero e proprio “scheletro virtuale”. Sul monitor dello specialista – prosegue – appaiono quindi due immagini: da un lato, il paziente reale che compie i movimenti previsti; dall’altro, la ricostruzione virtuale che analizza i movimenti stessi evidenziandone tutti i dettagli elaborati dall’intelligenza artificiale».

«Questa tecnologia – spiegano gli specialisti – viene attualmente testata sui pazienti del Neuromed e nasce dall’esperienza del Laboratorio di analisi del Movimento dell’Istituto nel campo della neuroriabilitazione. Da anni infatti consente lo studio computerizzato dei movimenti dei pazienti».

Video-intervista all’ingegner Daniele Cafolla responsabile del Laboratorio di Biomeccatronica e all’ingegner Fabio Sebastiano, Consigliere delegato alla ricerca del Neuromed.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SANITÀ INFORMAZIONE PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO

Articoli correlati
«Macchine non possono sostituire la relazione di cura. Su eutanasia no a ideologismi». Intervista a Don Angelelli (CEI)
Il Direttore Ufficio Nazionale per la Pastorale della Salute CEI: «Interporre una macchina, una mediazione digitale tra il curante e il curato sarebbe un passo indietro»
Covid-19, gli infermieri per i vaccini a domicilio ai fragili. Il protocollo Ministero-Regioni-Fnopi
In campo infermieri e infermieri pediatrici. Oltre al compenso aggiuntivo, previsti 6,16 euro a inoculazione. Mangiacavalli (Fnopi): «Un ulteriore tassello che dimostra il ruolo e la rilevanza di un’assistenza infermieristica». Contrari Fials e Nursing Up
Cure domiciliari, Nicastri (Spallanzani): «Antivirali, cortisone ed eparina solo in ospedale»
Il corso Fad realizzato dal provider di Consulcesi Club affronta gli aspetti relativi all’assistenza domiciliare dei positivi al Sars-Cov-2, dalla diagnosi alla negativizzazione. Rossi (Uscar Lazio): «Terapie inappropriate possono causare un peggioramento della patologia»
KetApp di Unimore rivoluziona la vita dei bambini affetti da epilessia che seguono la dieta chetogenica
Marchiò (dietista e ricercatrice): «La App assicura ai pazienti in trattamento con dieta chetogenica una maggiore autonomia quotidiana e ai curanti un facile strumento di monitoraggio»
di Federica Bosco
Pendolari della salute: ogni anno un milione e mezzo di persone viaggiano alla ricerca di nuove speranze
Sanità Informazione è entrata con le sue telecamere all’interno della struttura romana di Casa Amica Onlus, sorta a Trigoria nel 2017. La responsabile della Casa: «Ci sono famiglie che alloggiano qui anche un intero anno. Il nostro obiettivo è farli sentire a casa propria». I migranti della salute arrivano soprattutto da Campania, Sicilia, Puglia e Calabria
di Isabella Faggiano
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 18 giugno, sono 177.438.001 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 3.842.377 i decessi. Ad oggi, oltre 2,48 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Cause

Medico condannato a pagare 25mila euro di provvisionale. L’Azienda lo lascia solo

Dopo una condanna in sede penale di primo grado, un camice bianco ha chiesto sostegno alla direzione sanitaria, che gliel’ha negato: «Quel che è successo a me potrebbe succedere a t...
Ecm

Professionisti non in regola con gli ECM, Monaco (FNOMCeO): «Ordini dovranno applicare la legge»

Il segretario della Federazione degli Ordini dei Medici ricorda scadenze e adempimenti per non incappare in spiacevoli conseguenze. Poi guarda al futuro del sistema ECM