Voci della Sanità 18 Ottobre 2017 10:00

Presentata LiveAs, prima piattaforma digitale per interventi mininvasivi a fegato e pancreas

In occasione del 119°  Congresso Nazionale della Società Italiana di Chirurgia a Napoli, è stata presentata LiveAs (Minimally Invasive Surgery Community for Liver&Pancreas) la prima piattaforma digitale per la chirurgia mininvasiva del fegato e del pancreas. Un punto di riferimento virtuale al servizio della comunità scientifica e dei pazienti, di rapida consultazione e facilmente accessibile all’indirizzo www.liveas.eu, […]

In occasione del 119°  Congresso Nazionale della Società Italiana di Chirurgia a Napoli, è stata presentata LiveAs (Minimally Invasive Surgery Community for Liver&Pancreas) la prima piattaforma digitale per la chirurgia mininvasiva del fegato e del pancreas. Un punto di riferimento virtuale al servizio della comunità scientifica e dei pazienti, di rapida consultazione e facilmente accessibile all’indirizzo www.liveas.eu, per migliorare la conoscenza delle tecniche mininvasive di ultima generazione e per la formazione chirurgica online.

La piattaforma, in lingua inglese, è suddivisa in due aree: una dedicata al pancreas, l’altra al fegato. All’interno del sito è possibile conoscere e approfondire tecniche chirurgiche all’avanguardia condivise dai più autorevoli esperti a livello internazionale e di conoscere le tecnologie di ultima generazione. La piattaforma offre inoltre la possibilità di interagire e di confrontarsi anche con esperti internazionali.

LiveAs diventa così lo strumento ideale per la formazione di chirurghi grazie alla condivisione di video e di interventi live, alla possibilità di scambio di opinioni in tempo reale e di condividere report e risultati dei più importanti studi clinici. L’approccio mininvasivo su pazienti affetti da tumori di fegato e pancreas, ad esempio, consente una riduzione del dolore post operatorio, una minore degenza ospedaliera e un recupero più breve delle attività quotidiane.

«L’utilizzo di una tecnica mininvasiva è, oggi, garanzia di un migliore outcome clinico, a parità di sicurezza per il paziente e di costi per il Sistema – spiega il dottor Alessandro Ferrero, Responsabile del dipartimento di chirurgia generale e oncologica dell’Ospedale Mauriziano di Torino -. Nonostante ciò l’adozione di questo approccio, che si attesta intorno al 15%, è praticato in pochissimi centri».

Nasce da questa esigenza l’idea di creare una piattaforma digitale dedicata: «LiiveAs – aggiunge il dottor Edoardo Rosso, Direttore del dipartimento di chirurgia generale dell’ospedale Poliambulanza di Brescia – è stata realizzata al fine di creare una community di chirurghi interessati all’approccio mininvasivo per il segmento epatobilio-pancreatico, che vogliono condividere la loro esperienza e promuovere la ricerca scientifica e la formazione». Questo approccio chirurgico è, infatti, complesso e richiede non soltanto competenze specifiche ma anche un supporto tecnologico e una formazione adeguati.

Per accedere alla piattaforma clicca qui.

 

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 14 gennaio, sono 320.249.932 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 5.521.977 i decessi. Ad oggi, oltre 9,56 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Contributi e Opinioni

«Perché il medico di famiglia non ti risponde al telefono»

di Salvatore Caiazza, Medici senza Carriere
di Salvatore Caiazza, Medici senza Carriere
Politica

Legge di Bilancio. Dalla stabilizzazione dei precari Covid ai fondi per aggiornare i LEA, tutte le misure per la sanità

Via libera della Camera dopo una maratona di tre giorni. Il Fondo sanitario incrementato di due miliardi all’anno per tre anni, prorogate le USCA e prevista un’indennità per gli ope...
di Francesco Torre