OMCeO, Enti e Territori 23 novembre 2017

Medicina estetica: boom botox tra gli uomini, peeling e labbra per le minorenni

Parte domani e terminerà sabato il secondo Congresso della Medicina Estetica 2017 a Milano presso il NH Hotel di Assago ed in collegamento per le parti live dai laboratori del Centro Humanitas University di Rozzano. Sono quasi 500 gli specialisti attesi, provenienti anche dall’estero. Quest’anno la novità dell’appuntamento è rappresentata dall’accordo speciale con l’Università di Camerino, che ha collaborato […]

Parte domani e terminerà sabato il secondo Congresso della Medicina Estetica 2017 a Milano presso il NH Hotel di Assago ed in collegamento per le parti live dai laboratori del Centro Humanitas University di Rozzano. Sono quasi 500 gli specialisti attesi, provenienti anche dall’estero.

Quest’anno la novità dell’appuntamento è rappresentata dall’accordo speciale con l’Università di Camerino, che ha collaborato alla preparazione del programma della due giorni di lavori. Il programma è stato diviso in 8 aree per altrettante masterclass: a coordinare i lavori e le presentazioni il Prof. Francesco Amenta, Presidente del Congresso, il Prof. Michele Carruba, Presidente Onorario e la dott.ssa Maria Albini, coordinatrice dell’appuntamento.

La nuova frontiera per la bellezza è il trattamento del volto tramite l’insulina, la chiave che permette di aprire la cellula, favorendo quindi la penetrazione dei principi attivi che si vogliono utilizzare. «In medicina estetica questo comporta un ringiovanimento del volto, perché potenzia tutti i trattamenti rigenerativi che abbiamo finora utilizzato – prosegue la d.ssa Maria Albini – dai filler alle classiche iniezioni. L’insulina deve essere a basso dosaggio, e quindi non ha alcun effetto a livello sistemico». In fatto di tossina botulinica i vantaggi evidenti sono l‘attenuazione delle rughe del terzo superiore del volto, un aspetto più rilassato, un occhio più aperto – conclude la dott.ssa Albini – ma ci sono anche dei minimi rischi come ad esempio, casi sporadici di blefaroptosi, il cosiddetto calo della palpebra, e di mal di testa, comunque risolvibile in pochi giorni. Per questo è fondamentale rivolgersi a personale esperto».

In aumento anche la richiesta di filler per l’uomo, con un 13% in più rispetto al 2016. In questo caso la richiesta verte all’aumento di volume dell’arcata zigomatica. Importanti anche i numeri dell’epilazione, seppur in leggero calo rispetto all’anno scorso, soprattutto per spalle, schiena, addominali e mani. E quando si parla di liposuzione, invece, la prima preoccupazione è l’adiposità addominale, le cosiddette “maniglie dell’amore”, che affliggono due pazienti su tre.

Dopo la tossina botulinica, il trattamento più richiesto dalle donne, è quello volumizzante e correttivo. Il filler indicato, la cui richiesta è aumentata del 15% rispetto allo scorso anno, è sempre più richiesto da pazienti under 30. In aumento gli interventi di medicina estetica quali filler dermici per labbra, zigomi, zona perioculare e angolo mandibolare. Molto richiesta anche la bioristrutturazione del viso, che corregge gli inestetismi dell’età.

 

 

 

Articoli correlati
Diabete, 12mila gli under 14 colpiti. Cabras (FDG): «Occorre una legge che prepari la scuola ad assistenza»
La Federazione Diabete Giovanile promuove formazione per famiglie e insegnanti per gestire la malattia. Il presidente: «La consapevolezza aiuta la gestione»
di Giovanni Cedrone e Serena Santi
Diabete: arriva l’insulina fast-acting, più veloce contro la glicemia dopo i pasti
In Italia le persone con diabete misurano la glicemia postprandiale, ossia dopo aver mangiato, in media solo 2 volte al mese, nonostante le principali linee guida internazionali, inclusi gli Standard italiani per la cura del diabete mellito, ne raccomandino il controllo tra 1 e 2 ore dall’inizio del pasto. Il dato, che emerge da un’analisi […]
“Alimentazione e diabete: la sfida contro il tempo” di Novo Nordisk
Lo stare a tavola è senza dubbio una parte importante della cultura italiana e il momento del pasto è un vero piacere. Ma cosa succede nel nostro organismo quando si mangia? La glicemia sale e, in risposta, il pancreas secerne insulina per abbassarla. Questo però non accade in oltre 3 milioni di italiani con diabete. […]
Diabete: la nuova terapia con microinfusore integrato con sensore di glicemia
Pubblicati sulla rivista Nutrition, Metabolism and Cardiovascular Diseases i risultati di un importante studio sul rapporto costo/efficacia della terapia per il diabete di tipo 1 con microinfusore SAP (Sensor Augmented Pump therapy) in Italia. Lo scopo della ricerca, condotta da CORESEARCH di Pescara in collaborazione con Medtronic e l’HEVA HEOR di Lione in Francia, è […]
«Il diabete non ci ferma». Gli atleti del Team Novo Nordisk sfidano la malattia in sella ad una bici
È l’unica squadra professionistica composta esclusivamente da ciclisti con diabete tipo 1 e 2. Oltre 160 le gare corse. Due gli italiani, Peron e Poli. Il medico Castol: «I ragazzi controllano la glicemia con un glucometro portatile e indossano un CGM, o Continuous Glucose Monitor, che produce letture del glucosio ad intervalli di alcuni minuti»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Endometriosi, arriva nuovo Ddl: 25 milioni per la ricerca e bonus malattia. Sileri (Comm. Sanità): «Prevenzione e tutela contro patologia subdola»

Per contrastare il ritardo nella diagnosi il disegno di legge presentato al Senato prevede corsi di formazione per ginecologi e medici di famiglia e una Giornata nazionale per parlare della malattia. ...
Politica

Sunshine Act, ecco cosa prevede Ddl trasparenza. Il relatore Baroni (M5S): «Così si previene corruzione. Per i medici no oneri burocratici»

Il provvedimento, in discussione in Commissione Affari Sociali, è sul modello di una analoga legge francese. Soglia minima per la dichiarazione è 10 euro: l’obbligo sarà in capo alle industrie sa...
Formazione

Formazione ECM, c’è tempo fino al 2019 per mettersi in regola. La proposta di Lenzi (Area medica): «Rafforzare obbligo crediti in alcune discipline»

Delibera Agenas stabilisce che per il triennio 2014/2016 si potranno utilizzare i crediti maturati nel periodo 2017/2019. Il presidente del Comitato di Biosicurezza e Biotecnologie e membro della Comm...