Voci della Sanità 23 Novembre 2017 14:15

Medicina estetica: boom botox tra gli uomini, peeling e labbra per le minorenni

Parte domani e terminerà sabato il secondo Congresso della Medicina Estetica 2017 a Milano presso il NH Hotel di Assago ed in collegamento per le parti live dai laboratori del Centro Humanitas University di Rozzano. Sono quasi 500 gli specialisti attesi, provenienti anche dall’estero. Quest’anno la novità dell’appuntamento è rappresentata dall’accordo speciale con l’Università di Camerino, che ha collaborato […]

Parte domani e terminerà sabato il secondo Congresso della Medicina Estetica 2017 a Milano presso il NH Hotel di Assago ed in collegamento per le parti live dai laboratori del Centro Humanitas University di Rozzano. Sono quasi 500 gli specialisti attesi, provenienti anche dall’estero.

Quest’anno la novità dell’appuntamento è rappresentata dall’accordo speciale con l’Università di Camerino, che ha collaborato alla preparazione del programma della due giorni di lavori. Il programma è stato diviso in 8 aree per altrettante masterclass: a coordinare i lavori e le presentazioni il Prof. Francesco Amenta, Presidente del Congresso, il Prof. Michele Carruba, Presidente Onorario e la dott.ssa Maria Albini, coordinatrice dell’appuntamento.

La nuova frontiera per la bellezza è il trattamento del volto tramite l’insulina, la chiave che permette di aprire la cellula, favorendo quindi la penetrazione dei principi attivi che si vogliono utilizzare. «In medicina estetica questo comporta un ringiovanimento del volto, perché potenzia tutti i trattamenti rigenerativi che abbiamo finora utilizzato – prosegue la d.ssa Maria Albini – dai filler alle classiche iniezioni. L’insulina deve essere a basso dosaggio, e quindi non ha alcun effetto a livello sistemico». In fatto di tossina botulinica i vantaggi evidenti sono l‘attenuazione delle rughe del terzo superiore del volto, un aspetto più rilassato, un occhio più aperto – conclude la dott.ssa Albini – ma ci sono anche dei minimi rischi come ad esempio, casi sporadici di blefaroptosi, il cosiddetto calo della palpebra, e di mal di testa, comunque risolvibile in pochi giorni. Per questo è fondamentale rivolgersi a personale esperto».

In aumento anche la richiesta di filler per l’uomo, con un 13% in più rispetto al 2016. In questo caso la richiesta verte all’aumento di volume dell’arcata zigomatica. Importanti anche i numeri dell’epilazione, seppur in leggero calo rispetto all’anno scorso, soprattutto per spalle, schiena, addominali e mani. E quando si parla di liposuzione, invece, la prima preoccupazione è l’adiposità addominale, le cosiddette “maniglie dell’amore”, che affliggono due pazienti su tre.

Dopo la tossina botulinica, il trattamento più richiesto dalle donne, è quello volumizzante e correttivo. Il filler indicato, la cui richiesta è aumentata del 15% rispetto allo scorso anno, è sempre più richiesto da pazienti under 30. In aumento gli interventi di medicina estetica quali filler dermici per labbra, zigomi, zona perioculare e angolo mandibolare. Molto richiesta anche la bioristrutturazione del viso, che corregge gli inestetismi dell’età.

 

 

 

Articoli correlati
Cento anni di insulina, così ha cambiato per sempre la storia delle persone con diabete
Ma ora la diabetologia guarda al futuro. Di Bartolo (AMD): «Ora la priorità è superare l’inerzia terapeutica assicurando alle persone con diabete la specialistica più competente e le tecnologie più avanzate»
Giornata mondiale del diabete, Di Bartolo (AMD): «Autolockdown per gli anziani malati»
Il presidente dell’Associazione Medici Diabetologi: «Il diabete non aumenta il rischio di contrarre il Covid-19, ma quello di sviluppare complicanze, dal ricovero in terapia intensiva fino al decesso»
di Isabella Faggiano
Medicina estetica, Aiteb: «Non basta una laurea per saper fare interventi. Serve accendere i riflettori sulla formazione»
All'incontro organizzato a Bologna "Questo è un mestiere per donne" l'appello del presidente Massimo Signorini
Farmaci scaduti e autorizzazioni mancanti, i Nas chiudono 52 cliniche private
Un particolare fenomeno rilevato dai NAS ha interessato l'indebita erogazione di prestazioni di medicina estetica denominate 'PRP' (plasma ricco di piastrine), riscontrate presso alcune cliniche private.
Pelle giovane senza il botox? Si può. Il dermatologo dei vip Di Pietro punta sulla rigenerazione cellulare
Antonino di Pietro, dermatologo dei vip spiega come combattere l'invecchiamento cutaneo: ««Dobbiamo fare di tutto per aiutare le cellule a rigenerarsi e quindi migliorare la qualità e quantità di collagene ed elastina che abbiamo nella nostra pelle. Per mantenere la pelle giovane la strada da seguire è la rigenerazione»
di Federica Bosco
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 9 aprile, sono 133.963.482 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 2.902.328 i decessi. Ad oggi, oltre 710,84 milioni di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata d...
Salute

Vaccini, mai più dosi avanzate: come funzionano le “liste di sostituti” in Lombardia, Lazio e Campania

Le chiamano "panchine", sono le liste straordinarie che le Regioni utilizzano per ottimizzare le dosi dopo l'ordinanza di Figliuolo. Ma chi rientra tra coloro che verranno contattati?
di Federica Bosco e Gloria Frezza
Salute

Terapia domiciliare anti-Covid, guida all’uso dei farmaci

Antivirali, antitrombotici, antibiotici e cortisone: facciamo chiarezza con gli esperti della SIMG (Società Italiana di Medicina Generale) ed il dirigente medico in Medicina Interna presso l&rs...