Voci della Sanità 11 Dicembre 2020 15:14

“Le buona pratiche in era COVID”, la Simedet protagonista al Forum Risk Management di Arezzo

L’evento si svolge in modalità webinar martedì 16 dicembre dalla 9.00 alle 12.30

Anche quest’anno la SIMEDET, Società italiana di Medicina diagnostica e terapeutica, sarà presente al consueto appuntamento al Forum Risk Management che si terrà ad Arezzo dal 15 al 18 dicembre 2020. Presenza che si concretizza attraverso uno spazio virtuale e una sessione scientifica, martedì 16 dicembre dalla 9.00 alle 12.30, accreditato ECM in modalità FAD SINCRONA/WEBINAR rivolto a tutte le professioni sanitarie. Il filo conduttore dell’evento sono “Le buone pratiche in era COVID” che coinvolgono sia i professionisti sanitari che i cittadini allo scopo di garantire la sicurezza del paziente.

La rilevanza delle buone pratiche è da considerare uno strumento fondamentale per il miglioramento della sicurezza delle cure e l’obiettivo dell’evento è proprio quello di condividere le best practice applicate dalle professioni sanitarie e alla riorganizzazione dei servizi che si è resa necessaria in questa era COVID che non sarà sicuramente di breve durata.

Le tematiche che verranno affrontate, metteranno in evidenza alcuni aspetti , che vanno dalla gestione dell’emergenza, le strategie attuate per ridurre il rischio, le problematiche deontologiche legate alla pandemia, le strategie attuate per ridurre il rischio, il corretto comportamento, la gestione dei processi in Anatomia Patologica alle strategie per ridurre il rischio di contagio al pronto soccorso, la gestione dell’emergenza Covid nell’Area Tecnica Diagnostica Assistenziale e la Riorganizzazione e innovazione tecnologica in Laboratorio nell’ emergenza COVID-19, tutti argomenti di grande attualità volte a favorire lo scambio, la raccolta e la valorizzazione delle buone pratiche attraverso l’esperienza dei relatori, quali professionisti autorevoli e si riveleranno sicuramente proficui e utili al fine di orientare nella giusta direzione le scelte intraprese. L’intento è proprio quello quello di offrire ai professionisti sanitari, pazienti, cittadini gli elementi di confronto  utili a combattere l’epidemia da COVID-19. Una tavola rotonda che vede coinvolti specializzandi di diverse discipline Igienista, Anestesista, Medicina del lavoro, Pediatra, Oncologo, Ortopedico chiuderà i lavori.

Responsabile Scientifico dell’evento è la dott.ssa M. Erminia Macera Mascitelli U.O. Formazione Azienda Ospedaliero-Universitaria Careggi

Articoli correlati
Sono stato vaccinato. Cosa posso o non posso fare ora?
Devo continuare ad indossare la mascherina e mantenere il distanziamento? Chi è vaccinato deve adottare le misure di sicurezza anche sul luogo di lavoro? Le risposte dell’ISS
Covid-19, l’appello dei medici: «Ospedali ancora sovraccarichi, no a un allentamento prematuro delle restrizioni»
L'intersindacale: «Rallentamento delle restrizioni possibile solo con contagi giornalieri al di sotto di 5.000 casi, ricoveri in area Covid medica e intensiva al di sotto del 40% e 30% e vaccinazione completata almeno per fragili e ultra 60enni»
Nuovo report Cabina di Regia: «Scende incidenza ma terapie intensive ancora sopra soglia critica»
Brusaferro: «Rt in decrescita. L’occupazione delle terapie intensive è ancora sopra il 41% e quella delle aree mediche è superiore al 44%». Rezza: «Variante inglese non può essere più definita variante: è il nuovo ceppo»
Studio Tsunami, il plasma non riduce rischio di peggioramento o morte dei malati Covid
Intervista al coordinatore dello studio Francesco Menichetti: «Debole segnale di vantaggio solo in pazienti senza grave insufficienza respiratoria»
di Federica Bosco
Covid-19, Draghi: «I vaccini ci sono. Priorità ai più fragili per riaprire tutto»
Locatelli: «Fiducia su AstraZeneca. Eventi avversi estremamente rari»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 13 aprile, sono 136.676.442 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 2.946.124 i decessi. Ad oggi, oltre 788,19 milioni di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata ...
Salute

Vaccini, mai più dosi avanzate: come funzionano le “liste di sostituti” in Lombardia, Lazio e Campania

Le chiamano "panchine", sono le liste straordinarie che le Regioni utilizzano per ottimizzare le dosi dopo l'ordinanza di Figliuolo. Ma chi rientra tra coloro che verranno contattati?
di Federica Bosco e Gloria Frezza
Salute

Terapia domiciliare anti-Covid, guida all’uso dei farmaci

Antivirali, antitrombotici, antibiotici e cortisone: facciamo chiarezza con gli esperti della SIMG (Società Italiana di Medicina Generale) ed il dirigente medico in Medicina Interna presso l&rs...