Voci della Sanità 11 Dicembre 2020 15:14

“Le buona pratiche in era COVID”, la Simedet protagonista al Forum Risk Management di Arezzo

L’evento si svolge in modalità webinar martedì 16 dicembre dalla 9.00 alle 12.30

Anche quest’anno la SIMEDET, Società italiana di Medicina diagnostica e terapeutica, sarà presente al consueto appuntamento al Forum Risk Management che si terrà ad Arezzo dal 15 al 18 dicembre 2020. Presenza che si concretizza attraverso uno spazio virtuale e una sessione scientifica, martedì 16 dicembre dalla 9.00 alle 12.30, accreditato ECM in modalità FAD SINCRONA/WEBINAR rivolto a tutte le professioni sanitarie. Il filo conduttore dell’evento sono “Le buone pratiche in era COVID” che coinvolgono sia i professionisti sanitari che i cittadini allo scopo di garantire la sicurezza del paziente.

La rilevanza delle buone pratiche è da considerare uno strumento fondamentale per il miglioramento della sicurezza delle cure e l’obiettivo dell’evento è proprio quello di condividere le best practice applicate dalle professioni sanitarie e alla riorganizzazione dei servizi che si è resa necessaria in questa era COVID che non sarà sicuramente di breve durata.

Le tematiche che verranno affrontate, metteranno in evidenza alcuni aspetti , che vanno dalla gestione dell’emergenza, le strategie attuate per ridurre il rischio, le problematiche deontologiche legate alla pandemia, le strategie attuate per ridurre il rischio, il corretto comportamento, la gestione dei processi in Anatomia Patologica alle strategie per ridurre il rischio di contagio al pronto soccorso, la gestione dell’emergenza Covid nell’Area Tecnica Diagnostica Assistenziale e la Riorganizzazione e innovazione tecnologica in Laboratorio nell’ emergenza COVID-19, tutti argomenti di grande attualità volte a favorire lo scambio, la raccolta e la valorizzazione delle buone pratiche attraverso l’esperienza dei relatori, quali professionisti autorevoli e si riveleranno sicuramente proficui e utili al fine di orientare nella giusta direzione le scelte intraprese. L’intento è proprio quello quello di offrire ai professionisti sanitari, pazienti, cittadini gli elementi di confronto  utili a combattere l’epidemia da COVID-19. Una tavola rotonda che vede coinvolti specializzandi di diverse discipline Igienista, Anestesista, Medicina del lavoro, Pediatra, Oncologo, Ortopedico chiuderà i lavori.

Responsabile Scientifico dell’evento è la dott.ssa M. Erminia Macera Mascitelli U.O. Formazione Azienda Ospedaliero-Universitaria Careggi

Articoli correlati
Simedet pubblica aggiornamento 2022 alla Guida Pratica al Covid-19 per le professioni sanitarie
Tra i messaggi di sostegno quelli del Ministro della Salute Roberto Speranza e del Direttore scientifico di Consulcesi Guido Rasi
Capuano (Simedet): «Ecco la mia esperienza di Buona Sanità»
Di Fernando Capuano, presidente Simedet
di Fernando Capuano, presidente Simedet
Si possono bere alcolici quando si risulta positivi al Sars-CoV-2?
Il consumo di alcolici è controindicato quando si è positivi al virus Sars CoV-2. Gli studi mostrano infatti che gli alcolici possono compromettere il sistema immunitario
Formazione, digitalizzazione e continuità ospedale-territorio: a Tor Vergata le ricette per la sanità del futuro
Nell’evento preparatorio del prossimo Forum Risk Managment dal titolo “PNRR e gestione del rischio in sanità” i principali attori della sanità a confronto
di Francesco Torre
Dopo quanto tempo ci si può ammalare di nuovo di Covid-19?
Gli studi indicano che le reinfezioni con Omicron sono più frequenti. Una ricerca suggerisce un intervallo tra i 90 e i 640 giorni, un'altra tra i 20 e i 60 giorni
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 30 giugno, sono 546.396.932 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.334.351 i decessi. Ad oggi, oltre 11,73 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Covid-19, che fare se...?

Quali sono i sintomi della variante Omicron BA.5 e quanto durano?

La variante Omicron BA.5 tende a colpire le vie aeree superiori, causando sintomi lievi, come naso che cola e febbre. I primi dati indicano che i sintomi durano in media 4 giorni
Covid-19, che fare se...?

Il vaccino può causare il Long Covid?

Uno studio americano ha segnalato una serie di sintomi legati alla vaccinazione anti-Covid. Ma per gli esperti non si tratta di Long Covid, ma solo di normali effetti collaterali