Voci della Sanità 27 Agosto 2020 15:54

JCI: terzo sigillo d’oro di qualità per il Policlinico Campus Bio-Medico di Roma

Nel corso dell’emergenza Covid la prestigiosa Joint Commission International ha esaminato le strutture sanitarie, didattiche e di ricerca di UCBM, valutando la conformità agli standard internazionali di circa 1.300 diversi elementi misurabili

Per la terza volta consecutiva il Policlinico Universitario Campus Bio-Medico ottiene il rinnovo dell’accreditamento della prestigiosa istituzione Joint Commission International (JCI). «Un sigillo d’oro che, dopo i riconoscimenti del 2014 e del 2017 – si legge nella nota del policlinico universitario – certifica in modo imparziale e rigoroso la qualità e le attenzioni che il Campus Bio-Medico mette in campo ogni giorno per garantire ai pazienti e agli operatori altissimi livelli di qualità e sicurezza in ambito sanitario».

«Dopo aver conquistato il primo riconoscimento nel settembre del 2014, il Policlinico Universitario Campus Bio-Medico ha ricevuto il secondo sigillo d’oro nel 2017. Il terzo è arrivato in un momento storico molto sfidante per la sanita mondiale».

La survey

«Questa survey si è svolta in un contesto certamente complesso, a sole quattro settimane dalla chiusura del Campus Covid Center. Gli ispettori hanno espresso parole di elogio per la nostra policy di qualità e di sicurezza a favore dei pazienti, sempre vissuta e ancora più confermata in questo periodo di emergenza epidemiologica » afferma Paolo Sormani, Direttore Generale del Policlinico Universitario Campus Bio-Medico.

«Gli esperti JCI sono stati particolarmente rigorosi e puntuali utilizzando una modalità inedita come quella della survey virtuale. Hanno dato maggiore attenzione al punto di vista dei pazienti intervistandone alcuni a sorpresa per verificare la percezione della qualità e della sicurezza nella vita di tutti i giorni in Policlinico. Molto approfondita anche la sessione riguardante gli standard sulla ricerca clinica» sottolinea Rossana Alloni, direttore clinico del Policlinico Universitario Campus Bio-Medico.

«Nell’ambito degli indicatori di qualità e sicurezza – dichiara Lorenzo Sommella, Direttore Sanitario del Policlinico Universitario Campus Bio-medico – è stato molto apprezzato il lavoro svolto per il controllo delle infezioni associate all’assistenza mediante una politica di monitoraggio costante dei germi alert, di valutazione periodica del rischio, di rafforzamento continuo delle pratiche per la prevenzione della trasmissione delle infezioni e di formazione sul tema, rivolta ad operatori e pazienti. Questo impegno continuo si è arricchito con la recente realizzazione di una campagna per l’igiene delle mani e il contrasto dell’antibiotico resistenza tramite la composizione di un team di Antimicrobial Stewardship».

Il riconoscimento

«Anche quest’anno – prosegue la nota dell’ospedale – il riconoscimento è stato ottenuto non soltanto per l’attività sanitaria, ma anche per la didattica e la ricerca svolta nel Policlinico. Per questo, il ‘sigillo’ è stato rinnovato al Policlinico Universitario in qualità di Academic Medical Center Hospital. Gli standard centrati sui pazienti riguardano la sicurezza, l’accesso all’assistenza sanitaria e la continuità delle cure, i diritti e l’educazione del paziente e dei suoi familiari, la valutazione e la cura del paziente, l’assistenza anestesiologica e chirurgica, la gestione e l’utilizzo dei farmaci, soprattutto quelli ad alto rischio».

«Per quanto riguarda, invece, l’organizzazione e la gestione della struttura, gli standard interessano il miglioramento della qualità e la sicurezza del paziente, la prevenzione e il controllo delle infezioni, l’organizzazione, intesa come governo interno, leadership e direzione, la gestione e la sicurezza delle infrastrutture, la qualifica e la formazione del personale e la gestione della comunicazione e delle informazioni».

Articoli correlati
Sanità, ambiente e territorio: nasce l’Associazione Terra e Vita, trait d’union tra cittadinanza e istituzioni
I fondatori Cappiello e Rostan: «Mettiamo a sistema idee e competenze in un’ottica di salute globale»
Piano di Ripresa e Resilienza, via libera definitivo al Senato. La politica dà i voti alle misure sulla sanità
Il rafforzamento della medicina territoriale convince tutti i partiti, ma non mancano i distinguo. Castellone (M5S): «Grande assente la riforma del 118». Binetti (Udc): «Guai a dimenticare le patologie non Covid». Bocciatura da Fratelli d’Italia
Cure domiciliari Covid-19, Ministero aggiorna protocollo: ecco cosa cambia
La circolare sostituisce le linee guida di novembre. A casa paracetamolo e Fans; anticorpi monoclonali solo nella prima fase dell'infezione. No a cortisone, eparina e antibiotici. Se la saturazione scende sotto il 92% valutare ricovero o ossigenoterapia in casa
Covid-19, Ciccozzi: «Decessi non diminuiranno finché non vaccineremo il 90% degli over 70. In estate respireremo»
L’epidemiologo del Campus Bio-Medico spiega: «Il virus soffre il caldo, è dimostrato. Prossima estate sarà simile a quella precedente». Sui vaccini: «In teoria ipotesi di una seconda dose con prodotto diverso dalla prima dovrebbe funzionare, ma servono dati»
Questionario assicurativo, come compilarlo in caso di avviso di garanzia dopo denuncia/querela da parte di paziente?
Sono un Cardiochirurgo e mi sto accingendo a compilare un questionario assicurativo per poter richiedere un preventivo. Nel moduli di preventivazione trovo 2 domande alle quali non so rispondere in quanto come Medico ospedaliero (pubblico), nel 2017 ho ricevuto un avviso di garanzia dopo una denuncia/querela da parte di un paziente. La mia azienda non […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

All’11 maggio, sono 158.957.229 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 3.303.877 i decessi. Ad oggi, oltre 1,30 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata...
Voci della Sanità

Terapia domiciliare Covid, Ministero ricorre al Consiglio di Stato. Il Comitato: «Ricorso in appello va contro voto del Senato»

«Chiediamo al Ministro della Salute Speranza delucidazioni in merito alla decisione di ricorrere in Appello, alla luce dell’opposto indirizzo votato dal Senato» scrive in una nota Er...
Salute

Vaccini e rischi, Peyvandi (EMA): «No ad eparina o aspirina prima dell’inoculazione»

Le raccomandazioni di Flora Peyvandi del comitato scientifico dell’Agenzia: «Non bisogna neppure sospendere la pillola anticoncezionale»
di Federica Bosco