Voci della Sanità 12 Agosto 2022 15:32

Giornata internazionale della gioventù, da Croce Rossa appello per scambio tra generazioni

In occasione della Giornata Internazionale della Gioventù, la Croce Rossa Italiana lancia un appello per favorire un vero scambio tra diverse generazioni che favorisca il dialogo e contrasti fenomeni di discriminazione

Giornata internazionale della gioventù, da Croce Rossa appello per scambio tra generazioni

In occasione della Giornata Internazionale della Gioventù, che ricorre oggi, istituita nel 1999 dall’Assemblea Generale dell’ONU e che celebra il protagonismo dei giovani di tutto il mondo, la Croce Rossa Italiana lancia, attraverso il suo presidente Francesco Rocca e il Rappresentante dei Giovani, Matteo Camporeale un appello per favorire un vero scambio tra diverse generazioni che favorisca il dialogo e contrasti fenomeni di discriminazione.

Una maggiore interconnessione e collaborazione fra generazioni

Un appello che si muove nella direzione già promossa dalla Croce Rossa Italiana attraverso i Giovani della CRI, per una maggiore interconnessione e collaborazione interna tra generazioni, attuata rafforzando una cultura del volontariato che sappia adattarsi al linguaggio e agli interessi dei giovani e che, al contempo, garantisca la piena partecipazione di tutti i volontari rispetto al conseguimento della mission di Croce Rossa Italiana.

Rocca: «Noi adulti dobbiamo guadagnare la fiducia dei giovani»

«Non basta dare soltanto fiducia ai giovani, dobbiamo noi adulti guadagnare la loro», dice il presidente Rocca. «Questo è il senso di un vera solidarietà intergenerazionale che la Croce Rossa promuove a tutti i livelli. La nostra associazione, infatti, ha diversi giovani tra i suoi ruoli apicali. E a ben diritto, visto che degli oltre 150.000 volontari in Italia, circa 45.000 sono under 31. Un numero significativo di ragazze e ragazzi – continua – che hanno il diritto/dovere di traghettare la Croce Rossa Italiana verso il futuro. L’impegno proattivo dei nostri Volontari giovani è l’antidoto alla alla solitudine di questa generazione che ha vissuto e vive sfide complesse. Il tema di questa giornata è molto importante perché sottolinea la via corretta per il superamento della marginalizzazione dei giovani in una società sempre meno inclusiva, sempre più complessa».

Sinergia tra le generazioni è fondamentale per una comunità inclusiva

«Le barriere intergenerazionali sono una delle principali sfide che noi giovani siamo chiamati a fronteggiare – spiega Matteo Camporeale, vicepresidente nazionale e rappresentante dei Giovani della Croce Rossa Italiana – nel mondo associativo ma soprattutto all’interno della società, consapevoli che il rispetto, la solidarietà e la sinergia tra le generazioni siano una condizione fondamentale per rendere le comunità realmente inclusive e capaci di tutelare il benessere delle persone, di tutte le età, che ne fanno parte».

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Dagli interferenti endocrini disturbi cognitivi che si tramandano in generazioni future
Lo studio condotto dall’Università del Texas e presentato in occasione del meeting annuale della Endocrine Society a Chicago - Illinois
“Respiro d’inverno”, l’Ucraina al centro del documentario della Croce Rossa
A far da cornice alla narrazione, il lungo impegno della Croce Rossa Italiana, da subito al fianco della Croce Rossa Ucraina, mentre le immagini sono accompagnate dall’emozionante musica del maestro Remo Anzovino.
Alla Croce Rossa Italiana il “DEKRA Road Safety Award 2022” per la sicurezza stradale
È stato assegnato alla Croce Rossa Italiana nella figura del Presidente, avvocato Francesco Rocca e Presidente della Federazione Internazionale delle Società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa il Premio Internazionale “DEKRA Road Safety Award 2022” giunto alla sua quinta edizione. Il riconoscimento è stato conferito alla Croce Rossa Italiana per essersi distinta nella sicurezza stradale grazie al servizio di ambulanze, di primo soccorso e di formazione, con il fine di sensibilizzare la popolazione, anche attraverso l’ausilio di […]
«La nostra ricetta di felicità? Il volontariato». Le storie di Eleonora e Gaia
Dove c’è gioia può esserci anche tristezza. Gaia: «In un luogo dove gli ospiti sono anziani e malati, la sofferenza non tarda mai ad arrivare. Può accadere che, da un momento all’altro, si sia costretti a salutare qualcuno per sempre. Ma anche questa è vita».
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Politica

Liste d’attesa: nel decreto per abbatterle c’è anche la Carta dei diritti dei cittadini

Il Cup dovrà attivare un sistema di “Recall”. Il paziente che non si presenterà alla visita senza disdirla dovrà pagare la prestazione. Cambiano le tariffe orarie per ...
Contributi e Opinioni

Giornata Infermieri. Testimonianze: “Chi va via, e chi ritorna…”

Rosaria ha accolto l’ordine di servizio arrivato a dicembre 2013. Ad accompagnarlo una frase: “Sono pazienti particolari, si prenda cura di loro”. Era il 2013 e Rosaria da allora non...
Politica

Diabete: presentate al Governo le istanze dei medici e dei pazienti

Dopo aver promosso gli Stati Generali sul Diabete, lo scorso 14 marzo, alla presenza del ministro della Salute, di rappresentanti dell’ISS e di AGENAS, FeSDI, l'Università di Roma Tor Ver...