Voci della Sanità 3 Giugno 2020 12:43

Commissione Difesa Vista Onlus: «Ecco come proteggere gli occhi in estate ai tempi del Coronavirus»

L’Italia è in piena fase 2, quella di convivenza con il virus: sappiamo quanto sia necessario proteggere la bocca e il naso, ma bisogna fare attenzione anche gli occhi, possibile porta di ingresso e di uscita del sars-cov-2. «Come tutti gli anni – afferma la Commissione Difesa Vista Onlus in un comunicato – con l’arrivo […]

L’Italia è in piena fase 2, quella di convivenza con il virus: sappiamo quanto sia necessario proteggere la bocca e il naso, ma bisogna fare attenzione anche gli occhi, possibile porta di ingresso e di uscita del sars-cov-2.

«Come tutti gli anni – afferma la Commissione Difesa Vista Onlus in un comunicato – con l’arrivo dell’estate è importante tutelarsi dall’esposizione diretta ai raggi UV. Mai come in questo momento è fondamentale utilizzare gli occhiali da sole, non solo per proteggere gli occhi dai raggi solari ma anche e soprattutto dal virus Covid-19».

«Come riscontrato dall’Istituto Nazionale Malattie Infettive “Lazzaro Spallanzani” di Roma, il virus può essere diffuso dalle lacrime e può replicarsi nella congiuntiva (la membrana mucosa che ricopre il bulbo oculare). Così facendo – prosegue – il Coronavirus è in grado di entrare nell’organismo per contatto diretto e indiretto con le mucose dell’occhio, fino ad infettare le cellule. Gli occhi perciò, oltre a essere una possibile porta per l’ingresso del coronavirus possono diventare anche una fonte di trasmissione del contagio».

LEGGI ANCHE: ESTATE E SALUTE DEGLI OCCHI: IL VADEMECUM PER UN’ESPOSIZIONE SICURA 

«Commissione Difesa Vista Onlus ha a cuore la salute e il benessere degli occhi. Da oltre 40 anni la sua mission rimane quella di sensibilizzare i cittadini sui rischi derivanti da una scarsa attenzione alla salute degli occhi, attraverso numerose attività ed iniziative: promozione e realizzazione di campagne per la tutela della vista che aumentino nei soggetti più vulnerabili la consapevolezza individuale e collettiva, informazione sulle corrette pratiche rivolte al mantenimento di una buona qualità visiva, collaborazione con altri enti pubblici e privati, incluse scuole, che perseguono obiettivi simili, per fornire supporto relativamente al campo della salute e della prevenzione visiva».

«In un momento di emergenza come quello che stiamo vivendo – spiega il Professor Francesco Loperfido consulente della Commissione Difesa Vista Onlus e responsabile del Servizio di Oftalmologia Generale dell’Ospedale San Raffaele di Milano – è importante utilizzare gli occhiali da sole non solo per proteggere la vista dai raggi UV ma anche per ridurre la sintomatologia per effetto del coronavirus. Anche se in minore quantità, una delle vie del contagio del virus potrebbe essere la mucosa della congiuntiva palpebrale superiore e inferiore nonché anche la superficie corneale provocando il rossore dell’occhio.  Per l’acquisto dell’occhiale da sole – continua il professore – è fondamentale, ora più che mai, non rivolgersi ai venditori lungo le spiagge ma ad ottici di fiducia che seguono regole ben precise per la sicurezza del cliente e sono molto attenti alla prevenzione della vista e sterilizzazione dell’occhiale. Oltre alla mascherina è importante porre una maggiore attenzione ad utilizzare esclusivamente i nostri occhiali e a pulirli accuratamente prima e dopo ogni utilizzo» conclude.

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SANITÀ INFORMAZIONE PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO

Articoli correlati
Terapia del plasma, Perotti (San Matteo di Pavia) «Oggi sospesa per mancanza di pazienti, ma tesoretto di 200 sacche pronte all’uso»
Il direttore del servizio di immunoematologia dell’IRCCS pavese ricorda il collega De Donno: «Era una brava persona, molto volenterosa, di quelli che gettano il cuore oltre l’ostacolo, ma non strumentalizziamo la sua morte. Il plasma non c’entra»
di Federica Bosco
Covid-19, svelato il motivo per cui i bambini si ammalano molto meno
Una molecola “chiave” che apre le porte al virus è meno attiva. Lo hanno scoperto i ricercatori del CEINGE-Biotecnologie Avanzate di Napoli, studiando i meccanismi di attacco del virus all’interno delle prime vie respiratorie in soggetti di età inferiore o superiore ai 20 anni
Report ISS, Rt a 1,57 e 20 regioni a rischio moderato. Salgono i ricoveri
Tasso di occupazione in terapia intensiva fermo al 2%, ma quello in area medica sale al 3%. Scende anche la percentuale di contagi tracciati, al 28% rispetto al 30 della settimana precedente
Vaccino Pfizer, lo studio: «Efficacia cala nell’arco di 6 mesi»
Su questo trend poggiano le ulteriori valutazioni avviate dall'azienda, che ha aperto il dibattito sull'opportunità della terza dose di vaccino
Covid, nuovo report GIMBE: «+64,8% di contagi e +46,1% di morti in una settimana». Ma i numeri assoluti restano bassi
Il monitoraggio della fondazione GIMBE, nella settimana 21-27 luglio, rileva un ulteriore aumento dei nuovi casi e degli indicatori ospedalieri
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 30 luglio, sono 196.654.595 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 4.199.164 i decessi. Ad oggi, oltre 4 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dall...
Covid-19, che fare se...?

Posso bere alcolici prima o dopo il vaccino anti-Covid?

Sbronzarsi nei giorni a cavallo della vaccinazione può compromettere la risposta immunitaria e, dunque, depotenziare gli effetti del vaccino?
Salute

Guida al Green pass, può essere revocato? Serve anche ai ragazzi? Le risposte di Cittadinanzattiva

Chi ne è esentato? E cosa deve fare chi è guarito? Intervista a Isabella Mori, Responsabile del servizio tutela di Cittadinanzattiva