Salute, benessere e prevenzione i consigli quotidiani per vivere meglio.

Benessere 3 Giugno 2020

Estate e salute degli occhi: il vademecum per un’esposizione sicura

Estate significa sole ed esposizione diretta ai raggi UV, da cui è essenziale proteggere gli occhi, soprattutto quelli dei bambini che sono più fragili. «L’eccessiva esposizione ai raggi ultravioletti del sole, in assenza di adeguata protezione, è alquanto dannosa a livello oculare così come lo è per la pelle». Ad affermarlo sono gli esperti di […]

Estate significa sole ed esposizione diretta ai raggi UV, da cui è essenziale proteggere gli occhi, soprattutto quelli dei bambini che sono più fragili. «L’eccessiva esposizione ai raggi ultravioletti del sole, in assenza di adeguata protezione, è alquanto dannosa a livello oculare così come lo è per la pelle». Ad affermarlo sono gli esperti di Commissione Difesa Vista Onlus.

«Per proteggersi dal sole – spiega Commissione Difesa Vista Onlus – esistono diversi tipi di lenti, in particolare le lenti fotocromatiche trovabili in svariati colori. Per i soggetti miopi sono indicate le lenti con frequenza marrone mentre per gli ipermetropi sono indicate lenti di colore verde-grigio. Sono inoltre disponibili lenti che diventano scure anche in auto, per una guida in sicurezza. Sebbene l’85% degli italiani dichiari di conoscere il pericolo rappresentato dall’esposizione prolungata degli occhi al sole, una quota inferiore del 69% usa gli occhiali da sole: la quota scende al crescere dell’età (solo il 55% tra i senior di oltre 74 anni usa gli occhiali da sole) e nelle regioni del Sud Italia (65%)».

«I genitori – prosegue – sono attenti alla protezione dal sole dei propri figli nel 79% dei casi, solo in un caso su due per i bambini da 0 a 2 anni, mentre la quota cresce a otto/nove casi su dieci per i bambini di età superiore. Il 63% dei genitori proteggono la vista dei propri figli con occhiali da sole, acquistati dall’ottico nel 77% dei casi e in farmacia per ben il 14%».

«L’App Sole Amico – scaricabile gratuitamente su App Store, Google Play e anche in versione per Apple Watch – realizzata da Cosmetica Italia e Commissione Difesa Vista Onlus, fornisce consigli personalizzati per tutta la famiglia, in base al fototipo, al colore degli occhi e alle condizioni climatiche (luogo, ora e raggi UV)».

VADEMECUM PER UN’ESPOSIZIONE SICURA AL SOLE

  • La montatura sia ben aderente alla radice del naso
  • Gli occhiali siano ampi (sopra il sopracciglio, un po’ arcuati)
  • Associare l’uso degli occhiali a quello di un cappello con visiera, per un migliore effetto protettivo
  • Indossare gli occhiali anche all’ombra, perché i raggi solari, in particolari condizioni di incidenza su alcune superfici, quali sabbia o altre superfici riflettenti, risultano dannosi anche se filtrati
  • Ridurre al minimo l’esposizione al sole dalle 10 del mattino alle 4 del pomeriggio

GLI ERRORI DA NON FARE:

1)      NESSUN MALE NESSUN DANNO! FALSO

Non è necessario avvertire bruciore agli occhi. Le radiazioni ultraviolette provocano danni che spesso nell’immediato non si avvertono.

2)      BISOGNA PROTEGGERSI SOLO AL MARE! FALSO

Mare, montagna, collina o città, la questione non cambia: gli occhi vanno sempre protetti. Per esempio, l’altitudine e la neve possono raddoppiare l’esposizione alle radiazioni UV.

3)      NON C’E’ IL SOLE, NIENTE OCCHIALI! SBAGLIATO!

Se il cielo è nuvoloso non significa che il sole non scotti. Le radiazioni UV, sono invisibili, penetrano attraverso le nuvole e può procurarti bruciature.

4)      UN OCCHIALE VALE L’ALTRO! SBAGLIATO

Spesso in spiaggia vengono venduti occhiali da sole con firme contraffatte o anonime che non garantiscono il vero motivo per cui dovrebbero essere acquistati, ovvero la protezione dagli UVB. È importante scegliere e acquistare gli occhiali presso i centri ottici sotto consiglio di un esperto.

COME FARSI “AMICO” IL SOLE

  • Limitare l’esposizione durante le ore centrali della giornata (dalle 10 alle 16). Rimanere all’ombra, indossare gli occhiali da sole sempre.
  • Evitare lampade solari e lettini abbronzanti; ad ogni modo, indossare sempre gli occhialini protettivi, preferibilmente con del cotone inumidito tra l’occhio e gli occhialini stessi.
  • Chi indossa occhiali da vista deve stare attento ai raggi UV: le lenti convergenti, ovvero di potenza ottica positiva, hanno la proprietà di far appunto convergere i raggi luminosi ed espongono maggiormente gli occhi ai raggi solari soprattutto qualora si prendesse il sole sdraiati con lo sguardo rivolto verso la fonte di luce. È quindi consigliabile munirsi di un occhiale da sole “graduato”.

PER I BAMBINI:

Fino a 15 anni gli occhi e la pelle sono particolarmente delicati. Proteggerli con occhiali, cappello e maglietta. I bimbi al di sotto di un anno di vita non dovrebbero mai essere esposti direttamente al sole.

CRITERI PER LA SCELTA DI UN MODELLO DI OCCHIALI CONFORME:

  • Verificare presenza della marcatura CE sulla montatura
  • Verificare nota tecnica informativa (presenza della norma EN 1836/2006), che deve contenere le caratteristiche tecniche della montatura e delle lenti, le eventuali limitazioni d’uso e l’indicazione del grado di protezione dai raggi ultravioletti
  • Se la categoria del filtro è 4 o c’è un avvertimento (warning o simbolo), l’occhiale non deve essere usato per guidare
  • Verificare che il filtro consenta il riconoscimento dei segnali semaforici (in caso contrario deve essere segnalato nella nota informativa)
  • Se l’occhiale causa mal di testa o senso di nausea significa che i filtri non sono montati in modo corretto
  • Una buona lente deve essere in grado di assorbire le radiazioni dannose UV comprese tra 300 e i 400 run e assorbire in modo progressivo le radiazioni visibili ad alta energia (luce blu) comprese tra 400 e 500 run, lasciandone filtrare non più del 5 per cento, in modo da non alterare la percezione dei colori.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SANITÀ INFORMAZIONE PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 3 dicembre, sono 264.261.428 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 5.235.680 i decessi. Ad oggi, oltre 8,08 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Ecm

Proroga ECM in scadenza, De Pascale (Co.Ge.A.P.S.): «Inviate agli Ordini posizioni formative degli iscritti»

Il presidente del Consorzio Gestione Anagrafica Professioni Sanitarie a Sanità Informazione: «Pronti ad affrontare fine proroga, poi Ordini valuteranno che azioni intraprendere con inadem...
Salute

Covid-19, tre categorie per 10 potenziali terapie contro il virus

La Commissione Europea sta definendo una rosa di 10 potenziali terapie per il Covid-19. Come agiscono questi farmaci? Quando è possibile somministrali? A chi? Risponde, a Sanità Informaz...
di Isabella Faggiano