OMCeO, Enti e Territori 3 Maggio 2019

Carcinoma mammario: giovane oncologa premiata a Berlino con uno studio di medicina personalizzata

Una giovane oncologa dello IOV-IRCCS, Gaia Griguolo, è tra le protagoniste del Convegno europeo sul carcinoma mammario in corso questi giorni a Berlino (ESMO-Breast Cancer; 2-4 Maggio). Il poster presentato dall’oncologa – ERBB2 mRNA as predictor of response to anti-HER2 antibody-drug conjugates (ADC) in Breast cancer – è stato infatti premiato con il prestigioso Merit […]

Una giovane oncologa dello IOV-IRCCS, Gaia Griguolo, è tra le protagoniste del Convegno europeo sul carcinoma mammario in corso questi giorni a Berlino (ESMO-Breast Cancer; 2-4 Maggio). Il poster presentato dall’oncologa – ERBB2 mRNA as predictor of response to anti-HER2 antibody-drug conjugates (ADC) in Breast cancer – è stato infatti premiato con il prestigioso Merit Award, riconoscimento che viene attribuito ai migliori lavori presentati al congresso da oncologi europei Under40.

Lo studio, nato dalla collaborazione tra l’Istituto Oncologico Veneto e l’Hospital Clinic di Barcellona, vede la partecipazione di altri specialisti della UOC Oncologia 2 dello IOV: Tommaso Giarratano, Maria Vittoria Dieci e la professoressa Valentina Guarneri. Lo studio si contraddistingue per un approccio di medicina personalizzata e traslazionale, infatti, mira a identificare se sia possibile utilizzare delle caratteristiche biologiche dei tumori per individuare i pazienti che meglio rispondono ad uno dei trattamenti oggi disponibili per il trattamento del carcinoma mammario metastatico HER2-positivo, un sottogruppo che costituisce circa il 15-20% dei carcinomi della mammella.

“In questo studio”, precisa Gaia Griguolo, “abbiamo raccolto la casistica degli istituti di Padova e Barcellona di pazienti con carcinoma mammario HER2-positivo metastatico trattati con Trastuzumab Emtansine e siamo andati a valutare mediante gene-expression analysis se fosse possibile individuare geni, la cui espressione nel tumore, ci permettesse di identificare i pazienti che avrebbero risposto a questo farmaco. L’utilizzo di questa metodica quantitativa ci ha permesso di identificare un cutoff – valore soglia – di espressione del gene ERBB2 che identifica le pazienti che risponderanno farmaco”.

Dove sta l’importanza dello studio “premiato” a Berlino? “E’ una ricerca importante”, risponde l’oncologa, “perché nei prossimi anni avremo verosimilmente l’arrivo, anche nella pratica clinica, di nuovi farmaci mirati verso la proteina HER2. L’utilizzo di tecniche quantitative, come quella da noi testata, potrebbe permetterci in futuro di identificare un cutoff specifico per ciascun farmaco, adeguando al meglio la terapia al profilo delle pazienti”.

Nata a Chioggia (classe 1987), Gaia Griguolo si è laureata in Medicina presso l’Università di Padova, dove ha svolto la specializzazione in Oncologia Medica sotto la direzione del professor Pierfranco Conte ed ha al suo attivo un periodo di formazione presso l’Istituto Oncologico della Svizzera italiana di Bellinzona e presso l’Istituto di Ricerca Biomedica IDIBAPS di Barcellona. Attualmente è medico contrattista presso l’Oncologia 2 dello IOV-IRCCS dove si occupa della gestione e del trattamento delle pazienti affette da tumore mammario, seguendo in prima persona, in qualità di co-sperimentatore, diversi trial clinici e progetti di ricerca dedicati a questa patologia. “Credo che la costante attenzione allo sviluppo della ricerca in questo settore”, è il commento dell’oncologa, “possa permetterci non solo di impiegare farmaci e procedure innovative, ma soprattutto di trattare al meglio i nostri pazienti futuri”.

Articoli correlati
Lotta al fumo, Zagà (SITAB): «Medici non sono preparati. Serve corso di tabaccologia all’Università»
«Il problema è che ancora oggi ci si laurea e ci si specializza in Medicina e Scienze Infermieristiche senza sapere assolutamente nulla della prima causa di morte evitabile», ha spiegato Vincenzo Zagà, Presidente della Società italiana di Tabaccologia (SITAB)
Integratori alimentari, Muscaritoli (Sinuc): «Non servono a tutti. Puntare su stile di vita corretto e dieta sana»
Il Presidente Sinuc affida il suo pensiero a Sanità Informazione a margine del convegno "Gli integratori alimentari nell'attuale quadro normativo" che si è svolto al Ministero della salute. «È importante identificare le fasce di popolazione, sia sana che malata, in cui è possibile che la somministrazione dell'integratore abbia un effetto positivo e misurabile sul mantenimento della salute o sulla prevenzione di alcune patologie degenerative»
Riniti non allergiche, la rivoluzione dell’oscillazione cinetica. Macchi (Ospedale Varese): «Il colpevole è il Sistema nervoso periferico, primi risultati molto positivi»
Alberto Macchi sta sperimentando in Italia questa nuova terapia. Attraverso il device K.O.S. prodotto dall’azienda svedese Chordate Medical AB si inserisce nella narice un catetere collegato a un dispositivo: «Sui primi 15 pazienti si è avuta remissione dei sintomi a due mesi nell’80% dei casi. Ho controlli a due mesi su questi pazienti con dei risultati eccezionali nel senso che i pazienti non hanno più utilizzato spray, decongestionanti, steroidei nasali»
Roma, salute lungo il Tevere con i medici del Fatebenefratelli
Parte il progetto dell’ospedale Fatebenefratelli  per sensibilizzare la popolazione sul tema della prevenzione. A partire dal 5 al 22 luglio, dalle 19.30, i medici dell’ospedale saranno sulla banchina del Tevere, con uno stand sotto l’Isola Tiberina, per rispondere alle domande dei cittadini, parlare di cura e stili di vita. Ecco il calendario: 5-6 con i […]
Poca prevenzione e molte diseguaglianze, Cittadinanzattiva lancia l’allarme sulla cura delle malattie croniche
Il Piano nazionale cronicità non ha inciso sulle differenze tra territori. Sebbene questo sia stato ormai formalmente recepito da 15 Regioni, risulta, nella maggior parte dei territori, profondamente disatteso
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Lo psicologo di famiglia è un diritto riconosciuto dalla legge. Alle Regioni il compito di trovare accordi con gli MMG

La norma inserita nel Dl Calabria. Lazzari (Cnop): «Gli psicologi saranno al servizio dei cittadini anche nell’ambito delle cure primarie, accanto ai medici di medicina generale ed ai pediatri di l...
di Isabella Faggiano
Lavoro

Contratto medici e unificazione fondi: ecco cosa sta succedendo all’Aran

Il nuovo pomo della discordia è l’unificazione dei fondi della dirigenza medica, sanitaria non medica e delle professioni sanitarie. Palermo (Anaao-Assomed): «A guadagnarci sono i medici». Quici ...
Formazione

«Numero chiuso non sarà abolito, ma dal 2021 il test sarà dopo il primo anno». Parla il relatore della riforma Manuel Tuzi (M5S)

Il deputato Cinque Stelle, medico specializzando, presenterà a breve il testo base della riforma che andrà in discussione a settembre a Montecitorio. Accesso al primo anno comune a diverse facoltà ...