OMCeO, Enti e Territori 3 Maggio 2019

Carcinoma mammario: giovane oncologa premiata a Berlino con uno studio di medicina personalizzata

Una giovane oncologa dello IOV-IRCCS, Gaia Griguolo, è tra le protagoniste del Convegno europeo sul carcinoma mammario in corso questi giorni a Berlino (ESMO-Breast Cancer; 2-4 Maggio). Il poster presentato dall’oncologa – ERBB2 mRNA as predictor of response to anti-HER2 antibody-drug conjugates (ADC) in Breast cancer – è stato infatti premiato con il prestigioso Merit […]

Una giovane oncologa dello IOV-IRCCS, Gaia Griguolo, è tra le protagoniste del Convegno europeo sul carcinoma mammario in corso questi giorni a Berlino (ESMO-Breast Cancer; 2-4 Maggio). Il poster presentato dall’oncologa – ERBB2 mRNA as predictor of response to anti-HER2 antibody-drug conjugates (ADC) in Breast cancer – è stato infatti premiato con il prestigioso Merit Award, riconoscimento che viene attribuito ai migliori lavori presentati al congresso da oncologi europei Under40.

Lo studio, nato dalla collaborazione tra l’Istituto Oncologico Veneto e l’Hospital Clinic di Barcellona, vede la partecipazione di altri specialisti della UOC Oncologia 2 dello IOV: Tommaso Giarratano, Maria Vittoria Dieci e la professoressa Valentina Guarneri. Lo studio si contraddistingue per un approccio di medicina personalizzata e traslazionale, infatti, mira a identificare se sia possibile utilizzare delle caratteristiche biologiche dei tumori per individuare i pazienti che meglio rispondono ad uno dei trattamenti oggi disponibili per il trattamento del carcinoma mammario metastatico HER2-positivo, un sottogruppo che costituisce circa il 15-20% dei carcinomi della mammella.

“In questo studio”, precisa Gaia Griguolo, “abbiamo raccolto la casistica degli istituti di Padova e Barcellona di pazienti con carcinoma mammario HER2-positivo metastatico trattati con Trastuzumab Emtansine e siamo andati a valutare mediante gene-expression analysis se fosse possibile individuare geni, la cui espressione nel tumore, ci permettesse di identificare i pazienti che avrebbero risposto a questo farmaco. L’utilizzo di questa metodica quantitativa ci ha permesso di identificare un cutoff – valore soglia – di espressione del gene ERBB2 che identifica le pazienti che risponderanno farmaco”.

Dove sta l’importanza dello studio “premiato” a Berlino? “E’ una ricerca importante”, risponde l’oncologa, “perché nei prossimi anni avremo verosimilmente l’arrivo, anche nella pratica clinica, di nuovi farmaci mirati verso la proteina HER2. L’utilizzo di tecniche quantitative, come quella da noi testata, potrebbe permetterci in futuro di identificare un cutoff specifico per ciascun farmaco, adeguando al meglio la terapia al profilo delle pazienti”.

Nata a Chioggia (classe 1987), Gaia Griguolo si è laureata in Medicina presso l’Università di Padova, dove ha svolto la specializzazione in Oncologia Medica sotto la direzione del professor Pierfranco Conte ed ha al suo attivo un periodo di formazione presso l’Istituto Oncologico della Svizzera italiana di Bellinzona e presso l’Istituto di Ricerca Biomedica IDIBAPS di Barcellona. Attualmente è medico contrattista presso l’Oncologia 2 dello IOV-IRCCS dove si occupa della gestione e del trattamento delle pazienti affette da tumore mammario, seguendo in prima persona, in qualità di co-sperimentatore, diversi trial clinici e progetti di ricerca dedicati a questa patologia. “Credo che la costante attenzione allo sviluppo della ricerca in questo settore”, è il commento dell’oncologa, “possa permetterci non solo di impiegare farmaci e procedure innovative, ma soprattutto di trattare al meglio i nostri pazienti futuri”.

Articoli correlati
Disuguaglianze in salute, Giuseppe Costa (UniTorino): «Vivere nelle zone più povere delle città fa la differenza»
«In Italia chi è più povero e ha meno risorse e competenze, è più esposto a fattori di rischio per la salute, si ammala prima, più spesso e muore prima». L’intervista al professor Giuseppe Costa, Docente di Salute pubblica all’Università di Torino
«Non siamo malati, siamo in cura». Il messaggio di speranza nello spot di Paolo Genovese sulle malattie croniche intestinali
Presentato nella Sala Isma del Senato della Repubblica il nuovo corto del regista Paolo Genovese per sensibilizzare la popolazione sulle malattie croniche intestinali, a cui hanno partecipato numerosi esperti. Sileri (Viceministro alla Salute): «Le priorità sono le stesse. Investire nella ricerca e nella formazione dei medici, lavorare sulla carenza degli specialisti e valorizzare il personale sanitario che ci protegge giorno e notte»
Salute, colesterolo sotto controllo: con Farmacie Lloyds un mese di prevenzione gratuita per tutti
Da LloydsFarmacia, brand del Gruppo ADMENTA Italia, un concreto invito alla prevenzione del colesterolo. Dal 19 settembre al 16 ottobre, infatti, sarà possibile recarsi nelle farmacie Lloyds e usufruire gratuitamente dell’autotest mirato a monitorare un parametro che gli esperti identificano ormai da anni come un vero e proprio killer. I più recenti studi della Società […]
Crisi di governo, FNOPO: «Sanità sia priorità per il futuro. Tutelare le donne»
«Forse, come ha affermato la stessa titolare del Dicastero, si sarebbe potuto fare di più e meglio», commenta la Federazione Nazionale degli Ordini della Professione di Ostetrica all'indomani della ufficializzazione della crisi di governo
Oncologia, INSIDE: il macchinario che monitora in tempo reale la radioterapia
CNAO, Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica, insieme all’INFN, Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, all’Università di Pisa, alla Sapienza Università di Roma e al Museo Storico della Fisica e Centro Studi e Ricerche “Enrico Fermi”, ha avviato la sperimentazione di un sistema di imaging in grado di ‘fotografare’ i fasci di protoni e ioni carbonio utilizzati […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Cause

Ex specializzandi, Di Amato: «Scorrette le sentenze contrarie basate su prescrizione»

Dal convegno organizzato dall’università Luiss Guido Carli e Sanità Informazione, le ultime novità in tema di inadempimento del diritto UE da parte dell’Italia in ambito sanitario. Parlano i pr...
Università

Test medicina 2019, l’attesa è finita. La graduatoria è online

Il Miur ha pubblicato la graduatoria ufficiale nominativa nazionale e di merito che stabilisce chi ha superato la prova d’accesso ed è riuscito ad accedere alla Facoltà di Medicina. Per i tanti ch...
Salute

Professioni sanitarie, Beux (maxi Ordine): «Dal 1° ottobre possibile iscriversi agli elenchi speciali»

Il Presidente della Federazione degli Ordini TSRM e PSTRP annuncia l’attivazione sul portale della procedura per iscriversi: «I professionisti, iscrivendosi al relativo elenco speciale a esauriment...