Voci della Sanità 3 Maggio 2019

Carcinoma mammario: giovane oncologa premiata a Berlino con uno studio di medicina personalizzata

Una giovane oncologa dello IOV-IRCCS, Gaia Griguolo, è tra le protagoniste del Convegno europeo sul carcinoma mammario in corso questi giorni a Berlino (ESMO-Breast Cancer; 2-4 Maggio). Il poster presentato dall’oncologa – ERBB2 mRNA as predictor of response to anti-HER2 antibody-drug conjugates (ADC) in Breast cancer – è stato infatti premiato con il prestigioso Merit […]

Una giovane oncologa dello IOV-IRCCS, Gaia Griguolo, è tra le protagoniste del Convegno europeo sul carcinoma mammario in corso questi giorni a Berlino (ESMO-Breast Cancer; 2-4 Maggio). Il poster presentato dall’oncologa – ERBB2 mRNA as predictor of response to anti-HER2 antibody-drug conjugates (ADC) in Breast cancer – è stato infatti premiato con il prestigioso Merit Award, riconoscimento che viene attribuito ai migliori lavori presentati al congresso da oncologi europei Under40.

Lo studio, nato dalla collaborazione tra l’Istituto Oncologico Veneto e l’Hospital Clinic di Barcellona, vede la partecipazione di altri specialisti della UOC Oncologia 2 dello IOV: Tommaso Giarratano, Maria Vittoria Dieci e la professoressa Valentina Guarneri. Lo studio si contraddistingue per un approccio di medicina personalizzata e traslazionale, infatti, mira a identificare se sia possibile utilizzare delle caratteristiche biologiche dei tumori per individuare i pazienti che meglio rispondono ad uno dei trattamenti oggi disponibili per il trattamento del carcinoma mammario metastatico HER2-positivo, un sottogruppo che costituisce circa il 15-20% dei carcinomi della mammella.

“In questo studio”, precisa Gaia Griguolo, “abbiamo raccolto la casistica degli istituti di Padova e Barcellona di pazienti con carcinoma mammario HER2-positivo metastatico trattati con Trastuzumab Emtansine e siamo andati a valutare mediante gene-expression analysis se fosse possibile individuare geni, la cui espressione nel tumore, ci permettesse di identificare i pazienti che avrebbero risposto a questo farmaco. L’utilizzo di questa metodica quantitativa ci ha permesso di identificare un cutoff – valore soglia – di espressione del gene ERBB2 che identifica le pazienti che risponderanno farmaco”.

Dove sta l’importanza dello studio “premiato” a Berlino? “E’ una ricerca importante”, risponde l’oncologa, “perché nei prossimi anni avremo verosimilmente l’arrivo, anche nella pratica clinica, di nuovi farmaci mirati verso la proteina HER2. L’utilizzo di tecniche quantitative, come quella da noi testata, potrebbe permetterci in futuro di identificare un cutoff specifico per ciascun farmaco, adeguando al meglio la terapia al profilo delle pazienti”.

Nata a Chioggia (classe 1987), Gaia Griguolo si è laureata in Medicina presso l’Università di Padova, dove ha svolto la specializzazione in Oncologia Medica sotto la direzione del professor Pierfranco Conte ed ha al suo attivo un periodo di formazione presso l’Istituto Oncologico della Svizzera italiana di Bellinzona e presso l’Istituto di Ricerca Biomedica IDIBAPS di Barcellona. Attualmente è medico contrattista presso l’Oncologia 2 dello IOV-IRCCS dove si occupa della gestione e del trattamento delle pazienti affette da tumore mammario, seguendo in prima persona, in qualità di co-sperimentatore, diversi trial clinici e progetti di ricerca dedicati a questa patologia. “Credo che la costante attenzione allo sviluppo della ricerca in questo settore”, è il commento dell’oncologa, “possa permetterci non solo di impiegare farmaci e procedure innovative, ma soprattutto di trattare al meglio i nostri pazienti futuri”.

Articoli correlati
Vaccini, al Niguarda primo ambulatorio intra-ospedaliero per pazienti cronici, fragili e donne in gravidanza
Collaborazione tra specialisti e medici affinché le vaccinazioni siano parte del piano terapeutico dei pazienti. Orso (Responsabile del centro vaccinale): «Triplice vantaggio per i pazienti: profilassi all’interno del percorso ospedaliero, tempi rapidi di realizzazione e vaccinazione parte integrante del percorso terapeutico»
di Federica Bosco
Carcinoma mammario HER2-positivo non operabile o metastatico: FDA approva nuovo farmaco, nel 2020 tocca ad EMA
Approvazione accelerata da parte dell’FDA per Enhertu di Daiichi Sankyo e AstraZeneca, sulla base dei risultati di DESTINY-Breast01, che hanno dimostrato risposte del tumore durature e clinicamente significative. L’anticorpo-coniugato è stato approvato per il trattamento di pazienti adulte con carcinoma mammario HER2-positivo non operabile o metastatico, già sottoposte a due o più terapie anti-HER2 per la malattia metastatica. Nel 2020 la richiesta di approvazione sarà sottoposta anche all’EMA
«Dal Codice Rosa alle cure di genere, così siamo al fianco delle donne». Policlinico e S. Marco di Catania premiati dalla Fondazione Onda
«Ci hanno permesso di riprogettare dall’inizio tutti i percorsi, dalle fragilità alle donne vittime di violenza e maltrattamenti». Così il direttore dell'azienda ospedaliera Antonio Lazzara
Malattie rare, il 96,5% dei neonati ha avuto lo screening metabolico: nel 2012 erano il 25%
In Italia vengono ricercate oltre 40 malattie: Regno Unito, Francia e Spagna non arrivano a 10. Tutte le Regioni sono state veloci nell’adeguarsi alla legge 167/2016, manca solo la Calabria
Premio 100 eccellenze italiane al chirurgo che salvò Noemi dai proiettili della camorra
Tra i giurati il segretario FIMMG, Silvestro Scotti: «Napoli non è solo terra di aggressioni ai medici». Il premio ha individuato 100 protagonisti della migliore Italia, in virtù del prezioso contributo per la crescita del Paese
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Ecm

Ecm, Commissione nazionale proroga triennio 2017-2019. Un anno per recuperare i crediti mancanti

FNOMCeO: «Fino al 31 dicembre 2020 si possono acquisire crediti anche per il triennio 2014-2016». Confermato l’obbligo di 150 crediti per il periodo formativo 2020-2022. Roberto Stella: «Dopo pro...
Lavoro

Spese sanitarie in contanti e sgravi fiscali, cosa cambia per i professionisti della sanità

I pareri del fiscalista esperto in materia sanitaria Francesco Paolo Cirillo e del Tesoriere Sumai Napoli Luigi Sodano
Lavoro

«Il contratto sia applicato subito con incrementi e arretrati da gennaio 2020». I sindacati della dirigenza sollecitano le aziende

I sindacati che lo scorso 19 dicembre hanno firmato il nuovo contratto hanno sottoscritto una lettera aperta indirizzata agli enti del Servizio sanitario nazionale per chiedere l’immediata applicazi...