Mondo 8 Maggio 2019

Vaccini, Gran Bretagna pensa all’obbligo. Ricciardi: «In Italia portare vaccinazione dove lavorano gli adulti»

«I vaccini sono sicuri e un ottimo strumento non solo per prevenire malattie infettive in età infantile, ma anche in età adulta». Lo ribadisce Walter Ricciardi, ex presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, che coglie l’occasione anche per bacchettare gli operatori sanitari che non danno il buon esempio

Immagine articolo

L’obbligo vaccinale potrebbe presto sbarcare in Gran Bretagna. Dopo Francia e Germania, anche l’isola della Brexit si appresta a seguire l’esempio dell’Italia rendendo obbligatorio il vaccino per il morbillo. L’annuncio arriva direttamente dal ministro della Salute britannico Matt Hancock, che in un’intervista ha spiegato di «considerare tutte le opzioni, incluso l’obbligo», per alzare le coperture. Proprio in merito alle vaccinazioni obbligatorie si è espresso positivamente anche Walter Ricciardi, ex presidente dell’Istituto Superiore di Sanità.

Si parla di vaccini, vaccinazioni consapevoli in età adulta, quanto è importante il piano vaccinale per l’Italia?

«Il piano vaccinale italiano è uno dei più omnicomprensivi ed avanzati e molto spesso è stato copiato perché è un “calendario per la vita”, cioè non solo per i bambini, ma per tutte le fasce d’età. Purtroppo, la sua realizzazione è a macchia di leopardo perché dipende dalle regioni. Ci sono alcune regioni che stanno andando discretamente, altre che invece stanno molto indietro. Quindi bisogna intensificare lo sforzo perché a qualsiasi età evitare una malattia con un vaccino, che è una tecnologia assolutamente sicura, è un vantaggio non soltanto dal punto di vista sanitario, ma anche economico».

LEGGI: VACCINI, UNA RISORSA PER L’ECONOMIA. ALTEMS: «OGNI EURO INVESTITO NE RESTITUISCE 2,50»

Cosa si sente di dire alla politica?

«La politica sostanzialmente ha messo in sicurezza i bambini, perché il precedente Governo e il precedente Parlamento sono stati i primi a introdurre l’obbligatorietà per l’iscrizione a scuola, cosa che in questo momento stanno copiando tutti. L’hanno fatto i francesi, adesso persino i tedeschi, gli irlandesi, gli olandesi, persino gli inglesi per cui l’obbligatorietà era un tabù, la stanno reintroducendo. Bene per le vaccinazioni pediatriche, per le vaccinazioni degli adulti serve uno sforzo aggiuntivo, bisogna portare la vaccinazione dove gli adulti vivono, lavorano. Non è che la gente si può prendere permessi dal lavoro per andare a vaccinarsi. Nei luoghi di lavoro bisogna in qualche modo portare la vaccinazione».

Serve più informazione, anche per combattere tutti i pregiudizi in merito…

«Serve molta informazione e serve anche molta formazione. Informazione per la popolazione, formazione anche per gli operatori sanitari, perché molto spesso sono gli stessi operatori sanitari che non si fanno parte attiva e non si vaccinano. Bisogna dirlo, spesso sono gli stessi medici e infermieri. Questo non va bene perché chiaramente la gente poi dice ‘ma perché se non ti vaccini tu mi devo vaccinare io?’ C’è la necessità di un vero e proprio programma di informazione, ma anche formazione».

Articoli correlati
Giornata senza tabacco, Pacifici (Iss): «4 milioni di italiani hanno fumato di più durante il lockdown, proteggiamo i giovani»
Con un intervento al convegno organizzato dall'Istituto superiore di sanità, il professor Garattini ha chiarito: «Fumatori hanno più possibilità di prendere forme gravi di Covid-19». L'esperta ha proseguito: «Bloccare l'interferenza delle multinazionali di tabacco»
Simpef: «Sì alla vaccinazione antinfluenzale tra i 6 mesi e i 6 anni»
Il Sindacato medici pediatri di famiglia esprime piena identità di vedute con Ministero e Società italiana di pediatria: «È una nostra posizione storica»
Conferenza Iss: «Rt sotto 1 in tutta Italia ma in aumento quota asintomatici. Vaccino non prima della primavera 2021»
Brusaferro: «Spostamenti tra regioni non possono essere basati su Rt». Speranza: «Dati molto incoraggianti, ma guai a pensare che la partita sia vinta». Magrini (Aifa): «Con Remdesivir mortalità da 11% a 8%, su idrossiclorochina i dati non sono promettenti»
Codici: «Ricorso al Tar contro l’obbligo del vaccino antinfluenzale per tutelare anche il personale sanitario»
 «Si allarga la campagna di adesione al ricorso presentato dall’associazione Codici contro l’ordinanza con cui la Regione Lazio ha disposto l’obbligo del vaccino antinfluenzale per gli over 65 ed il personale sanitario. Non solo i cittadini, anche gli operatori stanno dimostrando interesse nei confronti dell’azione legale che il 9 giugno sarà discussa nella prima udienza […]
Pediatri, Biasci (Fimp): «Chiediamo l’estensione del vaccino antinfluenzale ai bambini e di poter prescrivere i tamponi per Sars-Cov-2»
«Se rileviamo casi sospetti dobbiamo avere la certezza dell’effettuazione del tampone diagnostico. Senza una diagnosi precisa non potremo far tornare i bambini a scuola». E su Kawasaki: «Abbiamo raccolto un’anomala frequenza di manifestazioni cutanee simil geloni ma è ancora presto per correlazione con Covid-19». Così il presidente della Federazione italiana medici pediatri
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 1 giugno, sono 6.185.523 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 372.377 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino delle ore 18:00 del 31 maggio: Ne...
Lavoro

Covid-19 e Fase 2, come prevenire il contagio: ecco il vademecum per gli operatori sanitari

Le misure di protezione per gli operatori e i pazienti, l’organizzazione degli spazi di lavoro, la guida al corretto utilizzo dei Dpi, il triage telefonico, la sanificazione e la disinfezione degli ...
Salute

Covid-19 e terapia al plasma, facciamo chiarezza con il presidente del Policlinico San Matteo: «Tutti guariti i pazienti trattati a Pavia e Mantova»

Venturi: «Oggi l’unica possibilità di superare questo virus deriva dalla risposta del nostro sistema immunitario». E aggiunge: «Il 10% dei lombardi positivi ai test sierologici con anticorpi neu...
di Federica Bosco