Mondo 10 Aprile 2019

Allarme morbillo a New York, 285 i casi in città. Dichiarato lo stato d’emergenza sanitaria

Il timore è che l’epidemia, partita da Brooklyn, possa diffondersi al resto della metropoli. Il sindaco De Blasio ha scelto la linea dura. «Il vaccino contro il morbillo funziona – l’appello del sindaco – è sicuro, è efficace e salva la vita»

Immagine articolo

Emergenza morbillo a New York. Da oltreoceano arriva la notizia di una città alle prese con uno dei maggiori focolai degli ultimi decenni. Si moltiplicando gli sforzi per arginare l’epidemia, ma la preoccupazione cresce in tutti gli Stati Uniti per una malattia che sta rialzando la testa dopo che era stata completamente eradicata.

Il sindaco di New York Bill de Blasio ha scelto la linea dura, dichiarando lo stato di emergenza sanitaria per il timore che l’epidemia, partita da Brooklyn, possa diffondersi al resto della metropoli. L’ordine è di vaccinarsi obbligatoriamente nelle quattro aree più a rischio, pena multe salatissime e persino la chiusura di scuole e asili nido. Dal mese di settembre infatti sono almeno 285 le persone che hanno contratto il virus del morbillo, creando panico soprattutto tra la comunità ebraico ortodossa di Williamsburg. E molti dei nuovi casi sono stati confermati negli ultimi due mesi. Secondo il piano di de Blasio, tutte le persone non vaccinate che risiedono nelle quattro zone di Brooklyn epicentro del focolaio dovranno al più presto fare il trivalente contro morbillo, parotite e rosolia, compresi i bambini oltre i sei mesi di età. Chi non si sottoporrà al vaccino va incontro a una sanzione di mille dollari. Inoltre, il primo cittadino ha ordinato a tutte le scuole religiose e agli asili della comunità ebraico ortodossa di non accettare bambini, alunni e studenti non vaccinati, pena la chiusura degli istituti.

LEGGI: MORBILLO, OMS: «NEL 2018 RECORD DI CASI IN EUROPA. OLTRE 82MILA CONTAGI E 72 MORTI»

«Siamo di fronte a un’epidemia di morbillo che è molto, molto seria e preoccupante e la situazione deve essere affrontata immediatamente», ha affermato de Blasio nel corso di una conferenza stampa a Williamsburg. «Il vaccino contro il morbillo funziona – l’appello del sindaco – è sicuro, è efficace e salva la vita». Il morbillo – spiegano al Centers for Disease Control and Prevention (Cdc), la massima autorità sanitaria negli Usa – è altamente contagioso, ma la vaccinazione è considerata efficace al 97%. Secondo quanto dichiarato dai funzionari sanitari, la stragrande maggioranza dei casi riguarda minori di 18 anni, la maggior parte dei quali non vaccinati o vaccinati in modo incompleto.

Secondo i dati su scala nazionale del Cdc, 469 casi di morbillo sono stati confermati in 19 stati Usa nel 2019, numero che è il secondo più alto da quando il morbillo era stato dichiarato debellato negli Stati Uniti, quasi vent’anni fa. Una escalation che le autorità imputano in parte all’azione sempre più persistente del movimento ‘No Vax’, visto che la maggioranza delle persone che ha contratto la malattia non è stata vaccinata. L’Oms ha descritto il morbillo come una causa importante di morte tra i bambini, nonostante la disponibilità di un vaccino efficace: in tutto il mondo nel 2017 oltre 110 mila persone, per lo più minori, sono decedute per a causa di tale malattia. L’ultimo decesso negli Usa risale al 2015.

Articoli correlati
Ebola in Congo, oltre 1.900 morti: è la seconda epidemia più grande della storia
Il virus si diffonde con una media di 81 casi a settimana. I dati diffusi dall'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms)
Filippine, dengue causa oltre 600 morti e 146mila casi di contagio. È “epidemia nazionale”
Colpiti soprattutto i bambini sotto i 10 anni. L'epidemia segue il divieto della vendita e della distribuzione di un vaccino accusato di causare morti infantili
«Passaporto? All’estero chiederanno il tesserino vaccinale», la preoccupazione di Scotti (FIMMG) sulle coperture
Il segretario nazionale della Federazione Italiana Medici di Medicina Generale, Silvestro Scotti ha commentato i dati diffusi dal Ministero della Salute riguardo le coperture a 24 mesi dei vaccini contro la polio e il morbillo
Alzheimer, sbarca negli Stati Uniti il primo kit per la diagnosi precoce
Ogni anno 9,9 milioni di nuovi casi della malattia. Nel mese dedicato dall’Organizzazione mondiale della sanità all’auto-cura, via al programma che permette di diagnosticare la presenza di fattori di rischio della malattia tra cui il Rame Libero
di Federica Bosco
Rifiuti a Roma, la nuova denuncia dell’Ordine dei medici. Magi: «Si rischia di passare dall’emergenza igienica all’emergenza sanitaria»
Per la seconda volta in pochi mesi, Roma sta vivendo un problema nella gestione e nello smaltimento dei rifiuti urbani che rischia ormai di diventare una vera emergenza sanitaria. La pericolosa combinazione di cumuli di spazzatura abbandonata intorno ai cassonetti strapieni e il caldo eccezionale di questi giorni sta, infatti, progressivamente trasformando la Capitale in una […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Il medico di famiglia che paga di tasca propria lo psicologo per i suoi pazienti: la storia di Antonio Antonaci

A Galatina i “precursori” del decreto Calabria. La psicologa: «La compresenza di queste due figure professionali all’interno dello studio di medicina generale limita l’assunzione di farmaci e...
di Isabella Faggiano
Lavoro

Riposo dopo la reperibilità, Spedicato (Fems): «In altri Paesi europei sempre garantito recupero di 24-48 ore»

La delegata della Federazione europea dei medici salariati illustra il funzionamento dell’istituto della reperibilità nel resto d’Europa: in Slovenia c’è una soglia limite oltre la quale diven...
di Giovanni Cedrone e Giulia Cavalcanti
Lavoro

Pronta reperibilità, ecco perché il nuovo contratto dei medici potrebbe violare la direttiva europea sulle 11 ore di riposo

L’ipotesi di CCNL dei medici, all’articolo 27, sembra derogare dalla direttiva Ue 88 del 2003 che sancisce le 11 ore di riposo consecutive. Sindacati sul piede di guerra. I casi di Francia, Spagna...
di Cesare Buquicchio e Giovanni Cedrone