Lavoro 20 Settembre 2018

Taglio alle pensioni d’oro, Damiano (Pd): «No al ricalcolo retroattivo: è un principio pericoloso»

«Un contributo di solidarietà temporaneo, della durata di tre anni, sulle pensioni al di sopra dei 4-5 mila euro netti mensili. La Corte Costituzionale lo approverebbe». La proposta dell’ex ministro del Lavoro, Cesare Damiano

di Isabella Faggiano

Taglio delle pensioni d’oro per sostenere quelle da fame? Sì, ma con il giusto metodo. Cesare Damiano, che da ex ministro del Lavoro durante il secondo governo Prodi di pensioni se ne intende, è favorevole al taglio di quelle d’oro, ma contrario al ricalcolo retroattivo. «Mettere in circolo questo principio (quello del ricalcolo retroattivo ) è molto pericoloso  – ha spiegato Damiano – perché oggi si parla solo di pensioni d’oro, ma in futuro, se ci sarà bisogno di fare cassa come già accaduto in passato, ci si rivolgerà alle pensioni di argento, di bronzo, fino a quelle degli operai».

Un’opposizione alle proposte sostenute dal Governo già espressa anche dai sindacati medici. Massimiliano Bucari, coordinatore nazionale Cimo pensionati, le aveva definite «una vera e propria aggressione alla dignità e ai diritti di medici, professionisti, dirigenti pubblici e privati e di tutti coloro che finora hanno pagato correttamente i contributi richiesti per costruire la loro attuale pensione».

Per comprendere il vero nodo della questione per Cesare Damiano è necessaria un’attenta lettura del testo, poiché fermarsi ad un’interpretazione del titolo potrebbe trarre in inganno. «La proposta di legge presentata sull’argomento “pensioni d’oro” dai capigruppo della Camera del M5S e della Lega – ha spiegato l’ex ministro – ha un titolo che parla di “ricalcolo retroattivo dei contributi”. Stando a questi termini – ha sottolineato Damiano – la proposta sarebbe di ricalcolare la pensione a coloro che oggi godono di una pensione alta pur avendo versato pochi contributi. In questo modo l’importo delle pensioni sarebbe rapportato ai reali contributi versati. Ma questo – ha sottolineato l’ex ministro – è solo il titolo. Il corpo, la legge, va in tutt’altra direzione».

«Nel testo – ha aggiunto Cesare Damiano –  si parla di un ricalcolo retroattivo che tiene conto del momento in cui una persona è andata in pensione». Facciamo un esempio: «Se io sono andato in pensione a 60 anni di età, perché all’epoca la normativa lo prevedeva o perché ho cominciato a lavorare a 15 anni – ha spiegato l’ex ministro del Lavoro – dovrei avere una pensione tagliata perché oggi la fissazione del nuovo limite di età per la pensione è di 67 anni. Questa – ha sottolineato Damiano – è una cosa assurda».

LEGGI ANCHE: ENPAM, PENSIONI AL SICURO. IL PRESIDENTE OLIVETI: «COSÌ RESISTEREMO ALL’IMPATTO DEI CAMBIAMENTI DEMOGRAFICI»

La contrarietà di Cesare Damiano a pensioni d’oro e vitalizi non è una novità:  «Quando ero ministro – ha raccontato – sono intervenuto bloccando l’indicizzazione delle pensioni nella parte superiore ai 4mila euro lordi, quindi otto volte il cosiddetto minino di 500 euro. Dunque, sono favorevole a questa pratica. Ma – ha ribadito – non condivido la scelta del Governo di introdurre il ricalcolo retroattivo. È un principio molto pericoloso e, soprattutto, non necessario».

E allora, qual è la strada giusta da seguire? «Un contributo di solidarietà dalle pensioni al di sopra dei 4-5 mila euro netti mensili. – ha detto Damiano – Un contributo temporaneo, della durata di tre anni, non tributario. La Corte Costituzionale lo approverebbe e – ha concluso l’ex ministro del Lavoro –  si otterrebbe lo stesso risultato».

Articoli correlati
Enpam, ad aprile adeguamento pensioni: ecco le cifre. Oliveti: «Sempre attenti al costo crescente della vita»
Ci sarà un incremento di 83 centesimi ogni cento euro per le pensioni lorde sino a € 2.198,82 mensili. Oltre questo limite, l’aumento sarà dello 0,55% (pari al 50% dell’indice), cioè 55 centesimi ogni 100 euro
Quota 100, nessuna fuga di medici. Il ministro Grillo rassicura: «Presentate solo 600 domande»
Gli effetti di Quota 100 sul Servizio sanitario nazionale, liste d’attesa, vaccini e digitalizzazione: botta e risposta del ministro della Salute Giulia Grillo intervenuta alla trasmissione 'Coffee Break' su La7
Quota 100, Sottosegretario al Lavoro Durigon (Lega): «Presto nuove assunzioni per gestire uscite nella sanità»
INTERVISTA | L’esponente di Governo della Lega intervenuto all’incontro dell’UDC “Politica e Impresa – Niente trucchi, solo lavoro” risponde ai nostri microfoni ai dubbi del mondo della sanità sull’esodo avviato con i pensionamenti di “Quota 100”
Allarme pensioni, Palermo (Anaao): «Si rischia il caos. Speriamo che aderisca a Quota 100 solo il 25%»
In base alle stime del sindacato, per il combinato disposto di Quota 100 e gobba pensionistica, in tre anni lasceranno il SSN 24mila medici, che si aggiungono all’attuale deficit di 10mila camici bianchi. Il segretario nazionale: «O si assume, o si rischia di chiudere». L’Anaao fornisce anche chiarimenti sul riscatto agevolato della laurea. E sul rinnovo del contratto aggiunge: «Puntiamo su remunerazione del disagio e carriera professionale»
Bilancio 2019, Ufficio Parlamentare di Bilancio: «Rischio tagli sanità per sostituire clausole salvaguardia»
L’organo che ha il compito di valutare il rispetto delle regole di bilancio nazionali ed europee sottolinea: «Pensionamenti anticipati potrebbero far emergere ancora più drammaticamente l’insufficienza di risorse umane per il SSN». Spesa SSN in calo su PIL
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

ECM, finisce a Striscia la Notizia il caso dei medici non in regola. FNOMCeO: «Dal 2020 sanzioni per chi non sarà in regola»

Anche la popolare trasmissione di Canale 5 punta i riflettori sul caso dei tanti medici che non rispettano l’obbligo di legge sull’aggiornamento continuo in medicina. Gerry Scotti: “Pazienti pre...
Formazione

Obbligo ECM, Rosset (OMCeO Aosta): «La formazione tutela la salute pubblica. Con sentenza si esce dall’ambiguità»

«Il rispetto della formazione, la tutela della salute e l’obbligo di rispondere a quanto viene dettato dal legislatore, quindi a osservare la legge, sono cose assolutamente imprescindibili e che re...
di Giovanni Cedrone e Diana Romersi
Salute

Guarire dalla balbuzie si può: Chiara Comastri, psicologa ed ex balbuziente, ci spiega come agisce il metodo Psicodizione

Da balbuziente ad esperta di linguaggio: la psicologa Chiara Comastri si racconta a Sanità Informazione e rivela: «Con un approccio di tipo cognitivo comportamentale e un percorso preciso si possono...