Lavoro 25 Settembre 2019

Sanità privata, De Rango (Cimop): «Sciopero se non riconosciuta parità tra medici»

L’appello del segretario nazionale della Cimop al ministro Speranza: «È vero che siamo una nicchia ed un sindacato autonomo lontano dagli interessi dei partiti, ma anche noi abbiamo il diritto di essere ascoltati. La politica mostri interessi anche per i fondi pubblici utilizzati dalla sanità privata»

I medici della sanità privata stanno per intraprendere la strada che li condurrà allo sciopero. Le associazioni datoriali, impegnate in queste ore al ministero della Salute per la trattativa del rinnovo del contratto dei professionisti sanitari della sanità privata, hanno chiesto ancora un po’ di tempo al sindacato Cimop, che quindi non ha ancora fissato una data nè iniziato l’iter formale da seguire. «Ma si va verso lo sciopero», sottolinea a Sanità Informazione il segretario nazionale Carmela De Rango. 

È sempre il rinnovo del contratto dei medici della sanità privata il pomo della discordia. Un contratto vecchio di 14 anni, superato da una serie di modifiche legislative, che prevede un trattamento economico pari alla metà di quanto riconosciuto ai medici della sanità pubblica. «La proposta che abbiamo ricevuto da Aiop e Aris è irricevibile – continua la De Rango – perché prevede un autofinanziamento e quindi, di fatto, un aumento di risorse solo se corrisponde un aumento di lavoro. Il ministro della Salute Speranza, che la scorsa settimana ha incontrato i sindacati della sanità privata, ci ha ignorati. È vero che siamo una nicchia ed un sindacato autonomo lontano dagli interessi dei partiti, ma anche noi abbiamo il diritto di essere ascoltati. Invece anche l’attuale governo ci sta discriminando».

LEGGI ANCHE: SANITÀ PRIVATA, CIMOP PROCLAMA STATO DI AGITAZIONE. IL SEGRETARIO: «SPERANZA CONVOCHI ANCHE I MEDICI, PROPOSTA DI RINNOVO INACCETTABILE»

«Vorrei ricordare – prosegue il segretario – che le aziende sanitarie private utilizzano fondi pubblici, e che ci dovrebbe essere un interesse da parte della politica nel modo in cui questi fondi vengono utilizzati. Siamo molto arrabbiati e lo stato di agitazione non è un capriccio, ma un passo ponderato, sofferto e indispensabile per far valere i diritti dei medici della sanità privata».

E aggiunge: «Il mancato riconoscimento dei titoli di carriera tra medici che svolgono le stesse funzioni è una ulteriore differenza, ingiustificata e altamente dequalificante per la professione. Uniformare l’humus di una stessa professione, attuata dagli stessi professionisti, con le medesime mansioni, ma che hanno una differenza solo semantica, sarebbe un gesto di grande correttezza e onestà intellettuale per l’intero comparto sanitario. E, aggiungiamo, sarebbe un vero e proprio punto di partenza (nuovo e innovativo) per quel famoso patto tra medici, pazienti e Stato che è cemento per l’inter sfera dei diritti e dei doveri in ambito sanitario».

LEGGI ANCHE: CONGRESSO CIMOP, DE RANGO CONFERMATA SEGRETARIO NAZIONALE: «CONTRATTO È PRIORITÀ. CHIESTO AUMENTO DEL 50%»

Articoli correlati
«Contratto sanità privata, ci sono fondi per tutti ma qualcuno fa il furbo»
«Contratto della sanità privata, chi mente sulla pelle dei medici? Ci sono fondi per tutti, ma qualcuno vuole fare il furbo». Così il Segretario Nazionale della CIMOP (Confederazione Itaiana Medici Ospedalità Privata), dott.ssa Carmela De Rango, in riferimento alle risorse disponibili per il contratto. Secondo le parti datoriali Aris e Aiop, il 2% riconosciuto al […]
di Carmela De Rango - Segretario Nazionale della CIMOP
De Rango (CIMOP): «Necessaria una stagione sanitaria “costituente”»
Il contributo di Carmela De Rango, Segretario Nazionale della Confederazione Italiana Medici Ospedalità Privata
di Carmela De Rango, Segretario Nazionale CIMOP
Sanità Privata e Rsa: 18 giugno lavoratori in sciopero per un contratto atteso da 13 anni
Cgil Cisl e Uil: «Braccia incrociate contro la vergogna di Aris e Aiop. Regione e Asl intervengano sugli accreditamenti»
Sanità privata e delle Rsa, proclamato lo stato di agitazione del personale
In una nota di FP Cgil, Cisl FP e Uil Fpl vengono annunciate iniziative di mobilitazione in tutti i territori: «Lavoratrici e lavoratori hanno diritto al rinnovo del contratto nazionale»
«Sanità privata ai tempi del Covid-19»
di Carmela De Rango Segretario Nazionale della CIMOP
di Carmela De Rango, Segretario Nazionale CIMOP
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 26 maggio, sono 5.498.849 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 346.306 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA   Bollettino delle ore 18:00 del 26 ma...
Lavoro

Covid-19 e Fase 2, come prevenire il contagio: ecco il vademecum per gli operatori sanitari

Le misure di protezione per gli operatori e i pazienti, l’organizzazione degli spazi di lavoro, la guida al corretto utilizzo dei Dpi, il triage telefonico, la sanificazione e la disinfezione degli ...
Salute

«A Piacenza onda d’urto impressionante, per questo abbiamo il più alto numero di morti». Parla il pioniere della lotta al virus Luigi Cavanna

L’oncologo noto per i suoi interventi ‘casa per casa’ per sconfiggere l’epidemia: «Azione precoce arma vincente, nessun paziente curato a domicilio è morto». E ricorda i primi giorni dell'e...