Lavoro 4 novembre 2014

Rimborsi da record: altri 10 milioni ai medici specialisti, stavolta a Palermo

I camici bianchi tutelati da Consulcesi si sono visti riconoscere già oltre 362 milioni. Il presidente dell’OMCeO palermitano Salvatore Amato: “Medici e avvocati a braccetto”

Immagine articolo

Continuano a piovere sentenze, e rimborsi, a favore dei medici specialisti. Rimborsi che di recente hanno raggiunto cifre record, come è accaduto nei giorni scorsi a Palermo: nella sede dell’OMCeO, infatti, sono stati consegnati altri assegni per un valore complessivo di oltre 10 milioni di euro.

E’ l’effetto dell’ennesima sentenza che ha condannato lo Stato italiano per non essersi adeguato ad una direttiva europea.

Gli assegni di rimborso sono andati ai camici bianchi tutelati da Consulcesi, che si è vista già riconoscere dai Tribunali di tutta Italia, ad oggi, più di 362 milioni. E dagli avvocati proprio a Palermo, si è appreso che ora l’iter per liquidare i medici parte direttamente, non appena arriva la notifica della sentenza: una chiara presa d’atto da parte dello Stato che rende chiaro come, su questa questione, la soluzione definitiva sia sempre più vicina.

“Finalmente i medici ottengono, in modo tangibile, il riconoscimento di un diritto per troppo tempo ignorato – sono le parole di Salvatore Amato, presidente dell’OMCeO di Palermo. “Medici e avvocati – aggiunge Amato – possono lavorare di concerto affinché anche altri diritti, di cui si parla ancora poco, si facciano valere”.

Entusiasmo anche da parte di Massimo Tortorella, presidente Consulcesi SA: “Sono diritti e servizi che, grazie a Consulcesi, i professionisti della sanità ottengono davvero. Siamo felici di essere nella “casa” che li rappresenta, nel principale Ordine della Sicilia e uno dei più importanti in Italia”.

Gli fa eco l’avvocato Sara Saurini, Responsabile dell’Area Legale Consulcesi: “La nostra missione è occuparci dei professionisti della sanità a tutto tondo, non solo attraverso la tutela legale ma anche con tanti altri servizi e soluzioni per la professione, come la Formazione a Distanza o le convenzioni assicurative, che rappresentano proprio la chiave per ristabilire un equilibrio tra medici e avvocati. Consulcesi è una grande realtà che in quest’occasione, ancora una volta, ha dimostrato di star vicino ai medici”.

Per informazioni è disponibile il numero verde 800.122.777 ed il sito www.consulcesi.it

Articoli correlati
Ex specializzandi, Giovanni Leoni (FNOMCeO): «La nostra è la generazione dei diritti negati»
«Oggi sono qui in rappresentanza dei 400 mila medici italiani in attività e per me questa responsabilità viene prima di ogni cosa» così Giovanni Leoni, Vicepresidente della Federazione in occasione del convegno organizzato da Sanità Informazione
Ex specializzandi, 16 miliardi a rischio per le casse dell’erario. Arriva Ddl per accordo Governo e camici bianchi
C’è una bomba ad orologeria nelle casse pubbliche: la vertenza tra gli ex specializzandi ’78-2006 e lo Stato. Gli aventi diritto ammontano a oltre 110mila medici e il contenzioso costerà all’erario più di 16 miliardi. Il senatore Antonio De Poli: «Pronto disegno di legge per un accordo che farà risparmiare 5 miliardi»
Diritti dei medici e novità legislative: istituzioni a confronto in Senato
Il 18 settembre Sanità Informazione organizza un confronto con i principali esponenti del mondo politico e sanitario sui principali problemi dei camici bianchi alla luce delle ultime novità giuridiche e delle più recenti sentenze che interessano il settore. Coinvolti giuristi, membri del Governo ed esponenti di tutti gli schieramenti parlamentari
Celiachia, Alessio D’Amato (Regione Lazio): «Stop ai buoni in forma cartacea, cambiamo tutto»
La Regione Lazio approverà nella prossima Giunta una vera e propria rivoluzione nella gestione dei rimborsi e dei buoni per i prodotti per celiaci. Per garantire una maggiore sostenibilità della dieta senza glutine e consentire ai pazienti meno fortunati di vivere la propria patologia in maniera più serena, lo Stato italiano garantisce infatti ai pazienti diagnosticati l’erogazione […]
Durante il corso di medicina generale ho continuato a fare il medico di continuità assistenziale: ho diritto ugualmente al rimborso?
Durante lo svolgimento del corso la legge ritiene ammissibili solo le sostituzioni a tempo determinato (art. 19 co. 11 della l. 448/2001) dei medici di medicina generale convenzionati con il SSN e le guardie mediche notturne, festive e turistiche. Se la sua attività rientra in queste casistiche può sicuramente presentare la richiesta di risarcimento. Diversamente, […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

ECM e validazione delle competenze mediche: più spazio alla professione. Lavalle (Agenas): «Ecco come funzionerà»

«Dare un valore all’apprendimento non certificato è utile stimolo per professionista» così Franco Lavalle, vicepresidente OMCeO Bari e membro dell’Osservatorio Nazionale del’ Age.na.s
Professioni Sanitarie

Professioni sanitarie, Beux (TSRM e PSTRP): «Ordine favorirà qualità. Ora servono decreti attuativi»

Inizia a prendere vita il nuovo ordine istituito nella scorsa legislatura. 33mila i professionisti già censiti ma se ne stimano 230-240mila
Lavoro

Allarme chirurghi, Marini (Acoi): «Specialità scelta solo da 90 giovani. Siamo tra i migliori al mondo, appello alle istituzioni»

Il messaggio lanciato da Sic e Acoi riunite in congresso: «Sostenete la chirurgia italiana che, nonostante tutto, c’è ed è forte. Contenzioso medico-legale e stipendi tra i peggiori in Europa dis...