Lavoro 27 ottobre 2017

Riforma Ordini in sanità, le Ostetriche acclamano il Ddl Lorenzin: «Finalmente superata distinzione illogica e anacronistica»

Maria Vicario, presidente FNCO: «Riconosciuto il nostro impegno ad adeguare la normativa italiana a quella europea»

Immagine articolo

«Una svolta storica per tutte le professioni sanitarie. Manca solo il traguardo finale e poi finalmente il Ddl Lorenzin sarà approvato anche dal Senato nel testo che, a meno di sorprese, sarà lo stesso di quello licenziato dalla Camera. La Federazione dei Collegi delle Ostetriche non può che dichiararsi soddisfatta per questo importante passo». Forte l’entusiasmo nelle parole della dottoressa Maria Vicario, Presidente della Federazione Nazionale dei Collegi delle Ostetriche, che così ha commentato l’approvazione del Ddl Lorenzin da parte della Camera. Il disegno di Legge, infatti, prevede tra le altre cose l’introduzione della medicina di genere e l’istituzione, per tutti i professionisti sanitari, degli Ordini professionali che sostituiranno i Collegi «superando così di fatto – osserva la presidente Vicario – una distinzione illogica e ormai diventata fuori tempo e che non rende giustizia e anzi mortifica la preparazione universitaria di chi esercita oggi la professione sanitaria».

LEGGI ANCHE:  DDL LORENZIN, SI SBLOCCA ALLA CAMERA LA RIFORMA DEGLI ORDINI: ORA LA PAROLA AL SENATO

«La FNCO, che rappresenta le 22mila Professioniste Ostetriche – continua Vicario – esprime inoltre la propria soddisfazione per l’inserimento nella norma della medicina di genere sia nell’ambito della sperimentazione clinica dei farmaci sia nella presa in carico della cura e dell’assistenza delle donne. Tema questo su cui la stessa Federazione si era espressa in un documento presentato, ormai un anno fa, in audizione in Senato».
Per la presidente FNCO l’approvazione del Ddl è una risposta positiva alle istanze da tempo portate avanti dalla categoria: «La lettura del testo della legge – prosegue – così come votato favorevolmente dalla Camera, quindi dà ragione a quanto la Federazione Nazionale dei Collegi delle Ostetriche, congiuntamente e unitamente ai rappresentanti delle altre professioni sanitarie, battendosi in prima linea sin dall’inizio. Un impegno costante affinché la normativa italiana in ambito sanitario fosse adeguata alla normativa europea, riconoscendo e tutelando in tal modo le professionalità sanitarie che operano nel nostro Paese e contestualmente garantisse il diritto alla salute delle pazienti in particolare perseguendo con decisione e rigore il sempre più dilagante esercizio abusivo della professione. Ringrazio infine – conclude la presidente Vicario – la Ministra della Salute Lorenzin, il relatore del Ddl alla Camera e i parlamentari tutti che si sono spesi in questa materia. Ora, all’appello, manca solo il Senato».

Articoli correlati
Professioni sanitarie, Anelli (FNOMCeO): «Stop ai tempari, i medici hanno bisogno di tempo per costruire dialogo con paziente»
«Migliorare rapporto medico-paziente e garantire unità d’intenti tra le professioni sanitarie: ecco le priorità che dovrà avere la politica» afferma il presidente della Federazione degli Ordini Medici
Lorenzin: «Vaccini e salute della donna le mie vittorie più belle»
Con Sanità Informazione un ampio bilancio del mandato del Ministro della Salute più “duraturo” della storia repubblicana: dalle battaglie contro il pensiero anti-scientifico alla sostenibilità del Ssn, dalla Legge sulle professioni sanitarie al mancato rinnovo del contratto dei medici. Le cose fatte, quelle ancora da fare e alcune anticipazioni: «Scuole di Medicina e borse di studio per le specializzazioni, stiamo studiando un metodo nuovo per cambiare completamente approccio…»
Ddl Lorenzin, la FNOMCeO rientra in tutti i tavoli ministeriali
Il primo Consiglio Nazionale del triennio 2018/2021 si è aperto con la candidatura di Filippo Anelli alla Presidenza della Federazione e il ringraziamento al Presidente uscente Roberta Chersevani
Mangiacavalli (Ipasvi): «Nasce Ordine Infermieri, importante formazione. Creare percorso di accreditamento periodico professionale»
«Finalmente anche gli infermieri gioveranno di quella tutela ordinistica riconosciuta a tutte le altre professioni intellettuali e che protegge anche i cittadini. Adesso necessario rivedere preparazione, formazione e competenza»
Ddl Lorenzin, Federazione Nazionale dei Collegi delle Ostetriche: «finalmente Legge»
Il Ddl Lorenzin è Legge. La Federazione Nazionale dei Collegi delle Ostetriche e i Collegi provinciali ed interprovinciali esprimono tutta la propria soddisfazione «per un atto così importante che riguarda le professioni sanitarie e che arriva sul filo di lana a pochi mesi dalla fine di questa legislatura» scrive l’Associazione in una nota stampa. LEGGI […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Endometriosi, arriva nuovo Ddl: 25 milioni per la ricerca e bonus malattia. Sileri (Comm. Sanità): «Prevenzione e tutela contro patologia subdola»

Per contrastare il ritardo nella diagnosi il disegno di legge presentato al Senato prevede corsi di formazione per ginecologi e medici di famiglia e una Giornata nazionale per parlare della malattia. ...
Politica

Sunshine Act, ecco cosa prevede Ddl trasparenza. Il relatore Baroni (M5S): «Così si previene corruzione. Per i medici no oneri burocratici»

Il provvedimento, in discussione in Commissione Affari Sociali, è sul modello di una analoga legge francese. Soglia minima per la dichiarazione è 10 euro: l’obbligo sarà in capo alle industrie sa...
Formazione

Formazione ECM, c’è tempo fino al 2019 per mettersi in regola. La proposta di Lenzi (Area medica): «Rafforzare obbligo crediti in alcune discipline»

Delibera Agenas stabilisce che per il triennio 2014/2016 si potranno utilizzare i crediti maturati nel periodo 2017/2019. Il presidente del Comitato di Biosicurezza e Biotecnologie e membro della Comm...