Lavoro 7 Ottobre 2020 16:52

Medici sanità privata, Aris rinnova contratto: qualifica dirigenziale e aumento retribuzioni del 25%

Firmato a Roma presso la sede Aris, Associazione religiosa Istituti Socio-Sanitari, il contratto dei medici della sanitò privata. De Rango e Bebber: «Istituzioni non ci hanno aiutato». Il contratto sarà applicabile nelle strutture sanitarie, socio-sanitarie e socio-assistenziali

Medici sanità privata, Aris rinnova contratto: qualifica dirigenziale e aumento retribuzioni del 25%

«È un contratto per certi versi storico, siamo molto soddisfatti». È raggiante Carmela De Rango, Segretario generale del sindacato CIMOP che rappresenta i medici dell’ospedalità privata. È giunta a conclusione la lunga trattativa per il rinnovo del contratto con Aris, Associazione Religiosa Istituti Socio-Sanitari che raccoglie le strutture sanitarie private di ispirazione religiosa. Un passaggio atteso da 15 anni, a cui però fa da contraltare l’amarezza per il mancato rinnovo con Aiop, l’Associazione italiana ospedalità privata, che per ora prende tempo.

«La giustizia del buon senso vince sull’inganno: Aiop prenda esempio da Aris», sottolinea De Rango. Due i punti salienti del contratto: l’aumento delle retribuzioni del 25% e la qualifica dirigenziale come i colleghi del pubblico. Il Ccnl è in vigore tra le parti contraenti con validità 1° luglio 2020 – 30 giugno 2023.

«Per la prima volta il contratto sarà applicabile nelle strutture sanitarie, socio-sanitarie e socio-assistenziali, non era così precedentemente – spiega a Sanità Informazione Carmela De Rango, Segretario CIMOP -. Inoltre i medici diventano dirigenti al pari dei colleghi della sanità pubblica. Questo aiuterà la nostra battaglia per ottenere l’equiparazione dei titoli di carriera oltre che le retribuzioni. Straordinario anche l’aumento che siamo riusciti a portare a casa: abbiamo raggiunto un 25% di aumento delle retribuzioni rispetto ai tabellari precedenti».

Molto soddisfatto anche Padre Bebber, Presidente dell’Aris: «Non mi sembrava corretto arrivare alla firma solo per il comparto. Il rinnovo è un riconoscimento della professionalità dei nostri medici – spiega -. Cercheremo di coinvolgere le regioni più sensibili, che ci diano una mano a coprire almeno un po’ la parte economica richiesta dal contratto. Com’è noto, non abbiamo le stesse risorse che ha il pubblico, le nostre tariffe sono bloccate da 15 anni. Ora chiediamo al corpo medico di essere alleato con noi, per dare qualità, per far sì che l’ammalato sia curato al meglio anche nelle nostre strutture. Noi ci metteremo tanta buona volontà e tanto impegno e impiegheremo tante risorse per rinnovare il parco tecnologico delle nostre strutture».

Sia Padre Bebber che Carmela De Rango lamentano l’assenza delle istituzioni, che invece si sono spese per il rinnovo del comparto della sanità privata: «Altri lavoratori hanno avuto un grosso supporto da parte delle istituzioni (Ministro e Regioni), noi abbiamo dovuto gestirlo in autonomia, senza supporti – conclude De Rango -. Abbiamo dovuto cercare di raggiungere una retribuzione molto distante da quella del pubblico. Ringrazio Aris, Padre Bebber e il capo delegazione Costantino perché siamo riusciti a trovare un punto d’incontro e abbiamo portato a casa un contratto molto più moderno che rende giustizia ai medici della sanità privata».

Iscriviti alla newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato 

Articoli correlati
A Varese prove generali di sanità del futuro con la Clinica Isber
Nella storica cornice della casa generalizia delle Ancelle di San Giuseppe è stata inaugurata il centro privato accreditato realizzato con tecnologie avanzate e robotica
G20 Salute, Cittadini (Aiop): «Valorizzare partnership pubblico-privato per sanità più efficace»
«Dal G20 sulla Salute è emersa in maniera chiara l’importanza della sinergia tra la componente di diritto privato del SSN e quella di diritto pubblico, in un impegno comune che coinvolga i cittadini, gli operatori sanitari, le istituzioni e le aziende. Questa partnership pubblico-privato può far sì che si abbia la possibilità di implementare un […]
Ospedalità privata accanto allo Stato per le vaccinazioni, Faroni (Aiop Lazio): «Strutture pronte»
Jessica Faroni, presidente di Aiop Lazio, rimarca ai nostri microfoni: «L'Ospedalità privata è accanto al Ssn di cui fa parte, le strutture sono pronte a vaccinare». Come già succede in qualche città
Dai contratti alle liste di attesa, parla Cittadini (AIOP): «Regioni in ritardo su intesa. Ora modificare norma su tetto di spesa»
Colloquio con la presidente dell’Associazione ospedalità privata che spiega perché non si procede al rinnovo del contratto dei medici: «Siamo ancora in attesa che 8-9 regioni diano seguito a quello del comparto». E sulle liste di attesa chiede al MEF «di estendere la norma del Dl agosto 2020: Speranza è d’accordo». Poi lancia l’allarme: «Senza un decreto sulle tariffe Covid non sappiamo come classificare le prestazioni»
Sanità, Cittadini (AIOP): «Serve una riforma strutturale del SSN e una forte sinergia tra la sua componente di diritto pubblico e quella di diritto privato»
«Non è più accettabile, ma soprattutto è controproducente, un approccio che prevede solo tagli lineari, spesa a silos e blocco delle risorse» ha spiegato la Presidente AIOP in audizione presso la Commissione Sanità del Senato
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 21 settembre, sono 229.083.964 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 4.700.041 i decessi. Ad oggi, oltre 5,93 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Salute

Aumentano i contagi tra i sanitari: 600% in più in un mese, l’84% sono infermieri

La presidente FNOPI Mangiacavalli interpreta i dati dell'ISS. Anche nel Regno Unito gli studi confermano che la protezione dall'infezione si riduce dopo 5 mesi dalla seconda dose per Pfizer e AstraZen...
Salute

Pericarditi e miocarditi dopo il vaccino, Perrone Filardi (SIC): «Casi rari e mai gravi»

Dopo i casi della pallavolista Marcon e del calciatore Obiang colpiti da pericardite e miocardite, la parola al professor Pasquale Perrone Filardi, presidente eletto della Società Italiana di C...
di Federica Bosco