Lavoro 2 Agosto 2022 16:41

Il mutuo fa paura? Il bando per i giovani medici under 40

Tassi fissi e rate più basse, c’è tempo fino al 9 settembre

Il mutuo fa paura? Il bando per i giovani medici under 40

Comprare casa? Per i giovani resta il vero sogno nel cassetto, sebbene negli ultimi anni sia diventato sempre più difficile realizzarlo. L’ultima stoccata arriva proprio dalla Banca centrale europea che, di recente, ha aumentato i tassi di interesse rendendo ancora più ostico l’accesso a un mutuo. Una difficoltà che però, grazie all’intervento di Enpam, per i medici e dentisti iscritti alla fondazione diventa decisamente più sostenibile. Vediamo come.

Il bando Enpam per i mutui under 40

Enpam, come si legge sul sito della Fondazione, ha emanato un bando dedicato ai giovani medici under 40, per i quali è possibile chiedere fino a 300mila euro di finanziamento al tasso fisso del 2,45%, per l’acquisto della prima casa o dello studio professionale. Il bando è riservato a coloro che per motivi di reddito o per mancanza di garanzie, non sarebbero altrimenti in condizione di accedere ad un mutuo da parte di una banca.

Rate più basse

In generale, oltre alle finalità di solidarietà e supporto, il mutuo garantito da Enpam risulta più conveniente rispetto all’offerta commerciale esistente, grazie a rate sensibilmente più basse. Enpam, inoltre, a differenza delle banche, non fa pagare i costi di istruttoria, che altrimenti graverebbero per svariate centinaia di euro sulla spesa totale degli acquirenti.

Tasso fisso al 2,45%

Per quanto riguarda invece il tasso di interesse fisso applicato sui mutui finanziati dall’Enpam, questo è pari al tasso di riferimento della Banca centrale europea vigente alla data di stipula del mutuo, maggiorato di 1,95 punti percentuali. Ad ora, il tasso di riferimento della Bce è stato recentemente aumentato allo 0,50%, quindi chi in questo momento stipula un mutuo con Enpam avrà un tasso del 2,45%.

I criteri e i termini per accedere

Ricapitolando, al bando in questione possono partecipare i medici e gli odontoiatri con età non superiore a 40 anni ed in base a criteri minimi di reddito. Con il bando è possibile richiedere un mutuo finanziato dall’Enpam per l’acquisto della prima casa o di uno studio professionale (per quest’ultimo la domanda può essere presentata anche da camici bianchi riuniti in associazione o in società di professionisti) per l’esecuzione di lavori di manutenzione dell’abitazione di proprietà o dell’immobile utilizzato per l’attività lavorativa, oppure la sostituzione di un mutuo ipotecario esistente contratto in precedenza. C’è tempo fino al 9 settembre per fare domanda e la richiesta deve essere presentata esclusivamente attraverso l’area riservata del sito della Fondazione.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Medici di famiglia sull’orlo di una crisi di nervi… Stressati 9 su 10. Pesano Covid, burocrazia e Whatsapp
Il malessere dei medici di famiglia, tra carenza di colleghi, difficoltà a trovare sostituti e una burocrazia sempre più elevata, «è palpabile» e arriva a sfiorare il 90% di professionisti. Lo dicono i sindacati, gli esperti di sanità, gli analisti del settore. E lo dicono i pensionamenti anticipati che crescono
di V.A.
Medici e cittadini contro la deriva del Ssn: manifestazioni il 15 giugno nelle piazze e sciopero in vista
Fermare la deriva verso cui sta andando il nostro Servizio sanitario nazionale, con liste di attesa lunghissime per accedere alle prestazioni, personale medico e infermieristico allo stremo, contratti non rinnovati e risorse insufficienti per far fronte all’invecchiamento progressivo della nostra popolazione e dunque della crescente richiesta di cure per malattie croniche. E’ l’appello che arriva […]
«Diritto alle cure a rischio senza personale», le richieste dei medici in piazza a Roma. E Schillaci convoca i sindacati
A Roma significativa adesione per la manifestazione dell’intersindacale medica convocata per denunciare le sempre più difficili condizioni di lavoro dei camici bianchi stretti tra turni massacranti e stipendi tra i più bassi d’Europa. Ben 8mila camici bianchi hanno lasciato il SSN tra il 2019 e il 2021
Agenas: in Italia infermieri e medici di base insufficienti
Nel rapporto di Agenas emergono le difficoltà del sistema tra i tagli imposti dal 2007 fino all'aumento delle risorse degli ultimi anni. L’Italia è al quart’ultimo posto tra i paesi OCSE per il numero di posti a disposizione negli atenei per la laurea in Infermieristica. Hanno un numero di posti più basso solo Messico, Colombia e Lussemburgo
Medicina generale, la denuncia di Fismu: «Riforma ancora in alto mare, manca atto di indirizzo»
Le proposte della Federazione Italiana Sindacale Medici Uniti alla vigilia della segreteria nazionale di sabato del sindacato
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Politica

Approvato in Consiglio dei Ministri il “decreto anziani”. Normata anche la figura del Caregiver

Approvato in via preliminare il Decreto Legislativo sulle politiche in favore delle persone anziane in attuazione della Legge Delega n. 53 del 23 marzo 2023. Stanziamenti per 500 milioni di euro nel b...
di CdRR
Advocacy e Associazioni

Anziani, il ‘Patto per un nuovo welfare sulla non autosufficienza’ al Premier: “Riformare i servizi domiciliari e riqualificare le strutture residenziali”

Le 60 organizzazioni che hanno sottoscritto il 'Patto per un nuovo welfare sulla non autosufficienza' in una lettera aperta al Premier Meloni: “Lo schema di decreto legislativo recante disposizi...
Advocacy e Associazioni

Cancro delle ovaie: e se fosse possibile diagnosticarlo con un test delle urine? Nuove speranze per la diagnosi precoce

Cafasso (ALTo): “La sopravvivenza a cinque anni delle pazienti che scoprono la malattia ad un primo stadio si aggira intorno al 85-90%, percentuale che si riduce drasticamente al 17% nel quarto ...