Lavoro 25 gennaio 2018

Fisioterapisti, Tavarnelli (AIFI): «Dopo Legge Lorenzin il nostro obiettivo è fondare un Ordine autonomo»

«Con professionisti valorizzati e legittimati, la sanità diventa migliore» dichiara Federico Gelli, responsabile sanità del Pd

Immagine articolo

L’autonomia e le competenze del fisioterapista, tra la Legge sulla responsabilità e la creazione dell’Albo e dell’Ordine. Questi i temi al centro dell’incontro organizzato questa mattina dall’AIFI (Associazione Italiana Fisioterapisti) presso la sede romana dell’Associazione alla presenza dell‘Onorevole Federico Gelli, responsabile della sanità del Pd.

«È il momento di rifocalizzare alcuni concetti, soprattutto in un momento di trasformazione politica come quello che in questi mesi sta vivendo il nostro Paese – spiega Mauro Tavarnelli, Presidente AIFI -. Quello che vogliamo nel futuro, all’indomani del nostro riconoscimento come professione sanitaria, è avere sempre più autonomia in quanto professionisti. Adesso il nostro obiettivo è fondare un Ordine autonomo e la Legge Lorenzin ci ha fornito lo strumento per riuscirici».

«Questa legislatura ha approvato delle riforme che l’Italia attendeva da anni – interviene Federico Gelli -: prima la Legge sulla responsabilità professionale, che porta il mio nome e che restituirà serenità ai professionisti che per troppi anni hanno lavorato nell’incertezza, tanto da decidere, in alcuni casi, di lasciare il Paese; poi la Legge sul riordino delle professioni sanitarie. Io ritengo che ogni figura professionale che aspiri alla legittimazione debba avere lo stesso trattamento di coloro che svolgono simili attività. E questo vale anche per quanto riguarda la tutela: uno dei punti qualificanti della Legge 24, che ritengo fondamentale, è che tutti i professionisti hanno pari diritti nell’ambito della tutela».

«Per avere una buona sanità – prosegue Gelli – occorre valorizzare e legittimare il professionista. Quello che abbiamo cercato di fare è introdurre un principio per cui quelle professioni che volevano essere riconosciute adesso hanno tutti gli strumenti per pretendere un loro diritto».

L’AIFI, in occasione dell’incontro, ha festeggiato anche i 15 anni della pubblicazione del Core Curriculum che ha dato il via al progetto ‘Core Competence’ del fisioterapista: il progetto ha tracciato e descritto le competenze del fisioterapista, poi aggiornato nel 2012 con la pubblicazione de “La formazione core del Fisioterapista” e ripreso nel 2017 nei documenti associativi “Accesso alle prestazioni”, “Modelli Organizzativi” e “Sviluppo delle competenze”.

«Vogliamo proseguire su questo percorso formativo, che vive continue trasformazioni e si rafforza anno dopo anno», conclude Tavarnelli.

LEGGI/ RIVOLUZIONARE L’ODONTOIATRIA PUBBLICA, ABOLIZIONE DI TICKET  E LISTE D’ATTESA: LA SFIDA DI FEDERICO GELLI E’ “CURARE TUTTI” 

Articoli correlati
Professioni sanitarie, Beux (TSRM e PSTRP): «Ordine favorirà qualità. Ora servono decreti attuativi»
Inizia a prendere vita il nuovo ordine istituito nella scorsa legislatura. 33mila i professionisti già censiti ma se ne stimano 230-240mila
Sanità, l’allarme di Federico Gelli: «Formiamo i medici e poi li costringiamo ad andare all’estero: ogni anno ne scappano mille»
Il responsabile di Federsanità ANCI sottolinea il fenomeno che sta assumendo proporzioni sempre più grandi. «Ogni anno si laureano circa 10mila persone, ma ci sono borse di specializzazione per circa 6700 – spiega Gelli a Sanità Informazione -. Quindi c’è un gap ancora di alcune migliaia di borse che non è colmato e queste persone sono potenzialmente dei disoccupati»
Ex specializzandi, 16 miliardi a rischio per le casse dell’erario. Arriva Ddl per accordo Governo e camici bianchi
C’è una bomba ad orologeria nelle casse pubbliche: la vertenza tra gli ex specializzandi ’78-2006 e lo Stato. Gli aventi diritto ammontano a oltre 110mila medici e il contenzioso costerà all’erario più di 16 miliardi. Il senatore Antonio De Poli: «Pronto disegno di legge per un accordo che farà risparmiare 5 miliardi»
Diritti dei medici e novità legislative: istituzioni a confronto in Senato
Il 18 settembre Sanità Informazione organizza un confronto con i principali esponenti del mondo politico e sanitario sui principali problemi dei camici bianchi alla luce delle ultime novità giuridiche e delle più recenti sentenze che interessano il settore. Coinvolti giuristi, membri del Governo ed esponenti di tutti gli schieramenti parlamentari
Fisioterapisti, Aifi celebra la Giornata mondiale. Già 27mila professionisti pre-iscritti all’albo
La nascita dell’Ordine, con già 27mila preiscritti verso l’Albo dei fisioterapisti, oltre alle consuete battaglie contro l’abusivismo e per la responsabilità professionale. Questi i punti cardine dell’evento organizzato dall’AIFI a Tirrenia, in provincia di Pisa, in occasione della Giornata Mondiale della Fisioterapia festeggiata in questi giorni. ‘Un professionista all’inizio dell’Ordine’ è il titolo dell’iniziativa messa […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

ECM e validazione delle competenze mediche: più spazio alla professione. Lavalle (Agenas): «Ecco come funzionerà»

«Dare un valore all’apprendimento non certificato è utile stimolo per professionista» così Franco Lavalle, vicepresidente OMCeO Bari e membro dell’Osservatorio Nazionale del’ Age.na.s
Professioni Sanitarie

Professioni sanitarie, Beux (TSRM e PSTRP): «Ordine favorirà qualità. Ora servono decreti attuativi»

Inizia a prendere vita il nuovo ordine istituito nella scorsa legislatura. 33mila i professionisti già censiti ma se ne stimano 230-240mila
Lavoro

Allarme chirurghi, Marini (Acoi): «Specialità scelta solo da 90 giovani. Siamo tra i migliori al mondo, appello alle istituzioni»

Il messaggio lanciato da Sic e Acoi riunite in congresso: «Sostenete la chirurgia italiana che, nonostante tutto, c’è ed è forte. Contenzioso medico-legale e stipendi tra i peggiori in Europa dis...