Lavoro 11 Febbraio 2020

Ferie non godute, l’avvocato Berutto: «Ecco quando si ha diritto al risarcimento del danno»

Se un medico è impossibilitato a godere delle ferie a causa di esigenze dell’amministrazione sanitaria, come carenze di organico o ordini di servizio per un’emergenza protratta nel tempo, subisce un danno che si traduce in un obbligo risarcitorio in capo all’amministrazione

Immagine articolo

Se un medico non riesce a godere delle sue ferie per impedimenti che non dipendono da lui ma dal datore di lavoro ha diritto ad un risarcimento. Lo confermano una sentenza della Corte Costituzionale del 2013 e più pronunce della Corte di Giustizia europea del 2018. Se un lavoratore è impossibilitato a godere delle ferie a causa di esigenze dell’amministrazione sanitaria (come carenze di organico, ordini di servizio per un’emergenza protratta nel tempo, o comunque su esplicita indicazione della stessa amministrazione), non si parla dunque di vera e propria monetizzazione, ma di un danno subito, che si traduce in un obbligo risarcitorio in capo all’amministrazione. Ne abbiamo parlato con l’Avvocato Giacomo Berutto, che con il suo studio ha trattato un caso di questo tipo per Consulcesi & Partners.

Avvocato Berutto, ci spieghi cos’è successo.

«Siamo stati contattati da un medico in pensione per un caso di ferie non godute durante il rapporto di lavoro con la Asl. Prima di rivolgersi a noi aveva già provato con altri legali, ma non aveva ottenuto successo. Noi abbiamo studiato la fattispecie dal punto di vista teorico e abbiamo capito che esisteva un forte rischio ad intraprendere un’azione legale perché la giurisprudenza nega, in gran parte, la possibilità di ottenere il pagamento di ferie non godute, a meno che non esistano eventi indipendenti dalla volontà del lavoratore. Ho dunque scritto una lettera di intervento alla Asl in cui ho fatto valere alcune eccezioni, in seguito delle quali il Direttore Generale della struttura, capendo l’aleatorietà della situazione, ha proposto un accordo transattivo al 50% del dovuto. È stata dunque una attività stragiudiziale, ma credo sia stato determinante aver sollevato una piccola eccezione, ovvero aver fatto capire all’Azienda che in un ipotetico giudizio potevamo dimostrare che il medico era andato in pensione contro la sua volontà e quindi non aveva potuto godere delle ferie».

Anche la Corte di Giustizia dell’Unione europea va in questa direzione…

«Il principio generale è quello secondo il quale la monetizzazione delle ferie è possibile nel caso in cui la loro mancata fruizione non sia dipesa dalla volontà del lavoratore. Ovviamente la difficoltà sta nel dimostrarlo…».

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SANITÀ INFORMAZIONE PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO

Articoli correlati
Riscatto agevolato, focus sulla circolare n.6/2020 INPS
Il riscatto dei periodi di studio può essere richiesto dal soggetto che vanti almeno un contributo nelle gestioni che risultavano già essere istituite durante il percorso di studi dell’assicurato. Il vecchio D.Lgs. 184/1997 (ancora opzionabile) prevede due metodi di calcolo a seconda degli anni di studio universitario, quello della riserva matematica per coloro che hanno […]
di Francesco Russo – Con.Ser.Imp (società partner di C&P)
Riscatto agevolato della laurea, l’esperto: «Ecco cosa cambia dopo circolare INPS»
Anche chi ha studiato prima del 1996 può richiederlo. Tomi (F.F.S. S.r.l. e collaboratore di Consulcesi & Partners): «Possibile riscattare fino a 5 anni di studi universitari versando la somma di 5.260 euro per ciascun anno»
Violenza in ospedale: attivo numero verde per consulenza gratuita ai medici aggrediti
Il servizio è offerto da Consulcesi & Partners. L’ex Prefetto Francesco Paolo Tronca: «Strumento necessario per evitare la demotivazione dei camici bianchi e garantire serenità al comparto»
di Federica Bosco
Violenza contro i medici: Rossi (OMCeO Milano) «Si vince con formazione, informazione e inasprimento delle pene per gli aggressori»
Oltre 1000 episodi nel 2019. Per il segretario nazionale di FNOMCEO Monaco «Sono necessarie sanzioni severe. Il medico deve curare senza avere paura delle persone che sta visitando»
di Federica Bosco
Infettivologhe in turno a Neurologia: il tribunale condanna l’ospedale. Ecco le informazioni per fare ricorso
Il network legale Consulcesi & Partners negli ultimi 9 mesi, ha ricevuto oltre 100 segnalazioni di medici che lamentano problemi di gestione delle richieste di turnazione per lo svolgimento delle guardie interdivisionali nelle strutture di Pronto Soccorso di tutta Italia: «In pericolo la salute dei cittadini. Ci sono i margini d’intervento legale»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Riscatto agevolato della laurea, l’esperto: «Ecco cosa cambia dopo circolare INPS»

Anche chi ha studiato prima del 1996 può richiederlo. Tomi (F.F.S. S.r.l. e collaboratore di Consulcesi & Partners): «Possibile riscattare fino a 5 anni di studi universitari versando la somma di 5....
Salute

Coronavirus e Sars, la storia che si ripete. Ecco cosa è successo nel 2003

Anche la Sindrome Acuta Respiratoria Grave si diffuse dalla Cina al resto del mondo con le stesse modalità. La patologia causò 800 morti
Lavoro

Spese sanitarie in contanti e sgravi fiscali, cosa cambia per i professionisti della sanità

I pareri del fiscalista esperto in materia sanitaria Francesco Paolo Cirillo e del Tesoriere Sumai Napoli Luigi Sodano