Diritto 3 Giugno 2015 18:54

Ddl 1747, obbligo di Pos, nessun passo indietro

Intervista al senatore Piero Aiello: «Per medici e professionisti che adotteranno i pagamenti elettronici ci saranno agevolazioni e meccanismi premiali. Smentisco il ritiro del disegno di legge»

Ddl 1747, obbligo di Pos, nessun passo indietro

Il Ddl n° 1747 non è stato ritirato. Lo conferma il senatore Piero Aiello, primo firmatario del testo presentato alcune settimane fa per dare un senso compiuto ad una legge, quella sull’obbligo di POS per pagamenti superiori ai 30 euro, nata monca.

Piuttosto, in seguito alle posizioni discordanti tra chi era favorevole all’introduzione di incentivi per chi si fosse messo in regola o chi era contrario all’eventualità di prevedere sanzioni per chi non lo avesse fatto, gli autori del testo hanno comunque deciso di fare tesoro di critiche e consigli per fare chiarezza. Sanità informazione ha chiesto al senatore Aiello (Ncd) su cosa punterà il nuovo documento.

Senatore Piero Aiello, Lei è il primo firmatario del Ddl n°1747 sul POS obbligatorio. Si tratta di un testo che basa la propria forza sulla premialità…

«Non vi è alcun dubbio. L’intento del disegno di legge è quello di agevolare l’utilizzo del POS da parte dei professionisti o di chiunque ne riterrà opportuna l’adozione. Il nostro intento è solo ed esclusivamente premiale, tant’è che abbiamo accantonato la precedente proposta e la stiamo rimodulando al fine di rendere ancora più marcata questa caratteristica. In questo modo il professionista potrà avere la possibilità di usufruire del POS nella maniera più agevole possibile. Insomma, l’idea che vogliamo proporre non riguarda le sanzioni, che infatti elimineremo dal testo presentato».

È bene sottolineare questo aspetto, ovvero la natura premiale e non sanzionatoria del testo. Gli organi di informazione devono prenderne atto anche per smentire il ventilato ritiro della proposta stessa.

«Quello che più ci ha meravigliato è stato il modo in cui la nostra proposta è stata strumentalizzata. Probabilmente un articolato non scritto nei termini da noi previsti ha suscitato un po’ di scalpore e di “repressione” da parte di coloro i quali avrebbero voluto utilizzarlo. Per questo ribadiamo con forza che nel testo non tratteremo nella maniera più assoluta di sanzioni ma solo di modalità di utilizzo premiali del POS».

A breve verrà dunque presentato un Disegno di legge rimodulato in modo da sottolineare con chiarezza quelli che sono gli intenti di premialità.

«Certamente. Lo stiamo riproponendo, dopo aver accantonato il precedente. Abbiamo già proposto la nuova norma al nostro ufficio legislativo e siamo in attesa della loro risposta. Come detto, però, sarà una norma che punterà prima di tutto sulla premialità».

Articoli correlati
Spese sanitarie in contanti e sgravi fiscali, cosa cambia per i professionisti della sanità
I pareri del fiscalista esperto in materia sanitaria Francesco Paolo Cirillo e del Tesoriere Sumai Napoli Luigi Sodano
Ex specializzandi, il senatore Aiello: «Fughiamo i dubbi, con la transazione la cifra dei rimborsi è netta»
Chiusi in queste ore gli emendamenti e confermati gli importi netti. Intanto il Ddl 2400 avanza spedito al Senato: «L’obiettivo è arrivare alla Camera per l’approvazione entro fine anno»
Una legge ed un corso web per dare la caccia alle malattie rare nei neonati
Approvato il disegno di legge che estende da 3 a 40 il numero degli screening per i neonati. Ma la caccia alle malattie rare inizia con un corso ECM
Ex specializzandi, nuova sentenza: altri rimborsi per oltre 13 milioni di euro Senatore Aiello: «Ecco il Ddl unico per tutelare tutti i medici»
Il primo firmatario del Ddl 2400 illustra i meccanismi della legge che rimborserà i medici: ecco le cifre forfettarie per chi avrà fatto ricorso. Intanto i Tribunali continuano a dare ragione ai medici: cifre record dalle sentenze
Rimborsi agli ex specializzandi 78-2006. Un DDL unico al Senato sblocca la transazione
ESCLUSIVA - Il provvedimento presentato dal Senatore Piero Aiello e firmato da altri 20 parlamentari di maggioranza e opposizione garantisce il rimborso solo a chi avrà avviato l’azione legale
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Dalla Redazione

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Ad oggi, 31 gennaio 2023, sono 670.603.379 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.831.743 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE. I casi in Italia L’ultimo bollettino di...
Covid-19, che fare se...?

Come distinguere la tosse da Covid da quella da influenza?

La tosse da Covid è secca e irritante, quella da influenza tende invece a essere grassa. In ogni caso non esistono rimedi se non palliativi, come gli sciroppi lenitivi. No agli antibiotici: non...
Salute

Kraken, la nuova variante di Omicron dietro il boom di contagi negli Usa

Secondo il Cdc, Kraken ha più che raddoppiato il numero di contagi ogni settimana, passando dal 4% al 41% delle nuove infezioni