Salute 15 Novembre 2019

Crisi Columbus, rischio nuovo stop a giugno. Franceschini (Ugl): «La politica trovi soluzione definitiva»

«Quella trovata è una situazione tampone», ha spiegato Valerio Franceschini, segretario Ugl Sanità di Roma in merito alla vertenza che coinvolge la storica struttura romana. La proroga dell’affitto del ramo d’azienda terminerà a giugno 2020 lasciando i lavoratori a rischio licenziamento

«La politica faccia in modo che le logiche economiche non prevalgano sui livelli occupazionali e sul diritto alla salute dei cittadini». È l’appello lanciato dal sindacato Ugl Sanità all’indomani dell’audizione in Commissione Sanità della Regione Lazio indetta per fare il punto sulla situazione dell’ospedale Columbus di Roma.

LEGGI ANCHE: CRISI COLUMBUS, FRANCESCHINI (UGL): «BLOCCATO TRASFERIMENTO DI PERSONALE». A RISCHIO 300 LAVORATORI E 258 POSTI LETTO

«Il nostro livello di attenzione è altissimo perché quella di oggi è solo una fase transitoria», spiega Valerio Franceschini, segretario Ugl Sanità di Roma raggiunto telefonicamente da Sanità Informazione al termine dell’incontro in Regione Lazio in cui ha partecipato insieme al collega e sindacalista Armando Valiani. A fine ottobre la struttura aveva temporaneamente bloccato i ricoveri e paventato un esubero di 300 posti di lavoro a causa del mancato accordo sulla proroga fino al 30 giugno del 2020, tra Fondazione Policlinico Gemelli e curatori fallimentari dell’ospedale Columbus. L’intervento della Regione Lazio aveva quindi scongiurato il peggio, chiedendo prima il mantenimento dei livelli assistenziali e poi partecipando alla riunione in Prefettura a Roma dove si è raggiunto l’accordo per la proroga.

«Abbiamo chiesto alla politica di farsi carico della situazione – spiega ancora Franceschini – e di cercare di arrivare ad una soluzione definitiva. Quella trovata è una situazione tampone e il rischio attualmente è di ritrovarci tra qualche mese nella stessa situazione affrontata ad ottobre. I dipendenti della struttura sono appesi ad un filo. Dobbiamo tutelare sia i lavoratori sia i cittadini e il loro diritto all’assistenza».

Articoli correlati
Report CREA 2020, Giuliano (UGL Sanità): «L’Italia viaggia a due velocità. Serve riforma strutturale»
L’edizione 2020 del progetto “Le Performance Regionali” elaborato dal C.R.E.A. Sanità conferma come la locomotiva che deve prendersi cura della salute degli italiani corra a due distinte velocità. La classifica, elaborata in base a valutazioni di un Panel composto da 93 esperti/stakeholder del sistema sanitario, viene generata sulla base di una metodologia messa a punto […]
Operatori Socio Sanitari, Giuliano (UGL): «Valorizzarli attraverso riconoscimento professionale»
La UGL Sanità segue con partecipazione e interesse il percorso legislativo per la riforma professionale degli Operatori Socio Sanitari approdato in Senato. «Da tempo – dice il Segretario Nazionale Gianluca Giuliano – chiediamo un maggiore riconoscimento professionale per i colleghi che svolgono un ruolo fondamentale nell’assistenza dei pazienti a stretto contatto con medici e infermieri. Pensiamo […]
Sanità privata, contratto firmato: per 100mila lavoratori +154 euro al mese
Il contratto, relativo al triennio 2016-2018, su fronte salariale stabilisce un incremento del 4,21% e un’una tantum di mille euro per tutti i lavoratori
Sanità privata, Giuliano (UGL Sanità): «16 settembre sciopero generale e presidio davanti la Regione Lazio»
«Non si può aspettare ancora. Da 14 anni i lavoratori della sanità privata attendono invano la firma per il rinnovo del contratto Aiop-Aris. Le parole e le promesse spese in questo lunghissimo arco di tempo sono cadute nel vuoto. Si sommano – dichiara Gianluca Giuliano, Segretario Nazionale UGL Sanità – a quelle che sono state loro […]
Infermiere scolastico, UGL: «Necessaria introduzione ma non si vada ad ampliare la marea di precari»
«È una grande occasione per stabilizzare con contratti a tempo indeterminato tanti professionisti, ricorrendo in via prioritaria all’utilizzo delle graduatorie valide generate dai concorsi» sottolinea il Segretario dell'UGL Sanità Gianluca Giuliano
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 29 ottobre, sono 44.495.972 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.174.225 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 29 ottobre: Ad oggi in I...
Salute

Covid-19, chi sono e cosa devono fare i contatti stretti di un positivo? Il vademecum del Ministero della Salute

In quali casi si può parlare di "contatto stretto"? Il Ministero della Salute spiega tutte le possibili situazioni in cui ci si può trovare
Salute

Covid-19, il virologo Palù: «Vi spiego perché non sempre gli asintomatici sono da considerare malati»

Il virologo veneto, già Presidente della Società Europea di Virologia, spiega dove si può intervenire per contenere i contagi: «Stop alla movida, contingentare gli ingressi nei supermercati e ridu...