Lavoro 29 Aprile 2019

Contratto medici, Sorrentino (Fp CGIL): «L’8 giugno saremo in piazza a Roma»

Sotto lo slogan #futuroèpubblico, CGIL, CISL e UIL scenderanno in piazza per chiedere assunzioni straordinarie e il rinnovo del contratto. Intanto anche la sanità privata soffre per un contratto bloccato da 12 anni

Immagine articolo

Pubblico e privato nella sanità sembrano avere un problema comune: un contratto bloccato da un decennio. Una situazione che pesa negativamente sia sulle condizioni lavorative degli operatori del settore, sia sul servizio reso al pubblico, come spiega Serena Sorrentino, segretaria generale della Funzione pubblica CGIL.

L’IMPASSE NELLA SANITA’ PRIVATA

«Sono professionisti esattamente come sono professionisti i lavoratori del sistema pubblico, sono infermieri, operatori sanitari, fisioterapisti, riabilitatoti. – spiega Sorrentino – Hanno delle specializzazioni, sono parte dell’eccellenza del nostro sistema sanitario nazionale. Un cittadino quando entra in un ospedale privato, non sa qual è la differenza tra pubblico e privato, peccato che a questi lavoratori non soltanto non viene riconosciuto il contratto da 12 anni ma lavorano a volte in condizioni di estrema difficoltà, nel riconoscimento della dignità professionale, perché non avere il contratto da 12 anni significa avere una parte normativa arretrata, soprattutto non avere un salario tabellare uguale a quello che prendono i dipendenti pubblici. Per cui si lavora di più, si lavora peggio e si viene anche disconosciuti nella propria dignità».

LEGGI: SANITÀ PRIVATA, CONTRATTO BLOCCATO PER 300MILA LAVORATORI. CGIL-CISL-UIL: «UNA VERGOGNA»

CONTRATTO MEDICI ANCORA FERMO

Anche il contratto nel pubblico è fermo ormai da 10 anni. A pesare sul Servizio sanitario nazionale sono la carenza di risorse e di personale. «Stiamo chiedendo al ministro della Pubblica Amministrazione, Giulia Bongiorno di riaprire la trattativa e di emanare l’atto di indirizzo, l’8 giugno saremo in piazza Cgil, Cisl e Uil per chiedere assunzioni straordinarie nel sistema pubblico, soprattutto in sanità, e il rinnovo del contratto», conclude Sorrentino. La manifestazione, sotto lo slogan #futuroèpubblico, avrà luogo il prossimo 8 giugno in Piazza del Popolo.

Articoli correlati
Roma, al San Camillo chirurgia a rischio imbuto. Accomando (Cisl Medici): «Ospedali periferici ci diano una mano»
L'intervista a Eugenio Accomando, chirurgo ortopedico del San Camillo e delegato territoriale Cisl Medici Lazio
di Vanessa Seffer, Uff. stampa Cisl Medici Lazio
Sanità, Fp Cgil in piazza: «Con fondi europei diamo vita ad un new deal per la salute»
Il Piano di riforma del servizio socio-sanitario è stato presentato oggi a Roma dal Segretario Maurizio Landini al Ministro della Salute Speranza
Sanità privata, contratto firmato: per 100mila lavoratori +154 euro al mese
Il contratto, relativo al triennio 2016-2018, su fronte salariale stabilisce un incremento del 4,21% e un’una tantum di mille euro per tutti i lavoratori
Sanità privata, Aris e Aiop dicono sì al rinnovo del contratto. Sindacati: «Ora firma definitiva»
Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl: «Vigileremo su applicazione di tutte le previsioni del nuovo Ccnl». Ministro Speranza: «Persone risorsa più importante per Ssn»
Fassid: «Abbiamo uno straordinario bisogno di normalità»
Fassid chiede nuovamente di riportare l'attenzione sul rinnovo del CCNL dei dirigenti medici e sanitari
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 23 ottobre, sono 41.705.699 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.137.333 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 23 ottobre: Ad oggi in I...
Contributi e Opinioni

«Tamponi Covid sui bambini: troppe prescrizioni che non tengono conto dei rischi intra-procedurali»

di prof. Filippo Festini, Professore Associato di Scienze Infermieristiche generali, cliniche e pediatriche all’Università degli Studi di Firenze
di Filippo Festini, Professore Associato di Scienze Infermieristiche generali, cliniche e pediatriche, Università di Firenze
Ecm

ECM, De Pascale (Co.Ge.APS): «Entro fine anno azzereremo posizioni arretrate e Ordini potranno certificare formazione»

Il presidente del Co.Ge.APS racconta a Sanità Informazione i mesi appena trascorsi e anticipa il cambiamento di forma giuridica che il Consorzio avrà dal prossimo anno. E sulla riforma del sistema E...