Lavoro 19 Febbraio 2018 17:38

Carenza medici, Consulcesi: «Bene SIGM, elezioni occasione per riprogrammare la sanità»

Anche la principale realtà di tutela della classe medica appoggia la posizione di Andrea Silenzi, Presidente SIGM: «Felici che il tema della programmazione dei medici sia entrato nel dibattito della campagna elettorale. Prioritaria nuova programmazione quali-quantitativa metodologicamente fondata»

Riprogrammare la sanità del futuro, affrontando la preoccupante questione della carenza dei medici con una visione prospettica completamente diversa, orientata al futuro e non al mero dato storico. Consulcesi sposa la linea proposta da Andrea Silenzi, Presidente del SIGM (l’Associazione Italiana Giovani Medici) in una intervista all’interno di “Circo Massimo”, la trasmissione di Radio Capital curata dal giornalista Massimo Giannini. Un intervento che offre una chiave di lettura diversa alle preoccupazioni relative al ricambio generazionale ostacolato dall’imbuto formativo e dal blocco del turn over.

Anche Consulcesi, realtà di riferimento per oltre 100mila medici, sostiene la tesi del presidente dell’Associazione Italiana Giovani Medici (SIGM), lanciando un appello a trasformare questa criticità in un’occasione per riprogrammare la sanità.  «In Italia – sostiene il Presidente di Consulcesi Group, Massimo Tortorella –  nei prossimi anni assisteremo inermi a una vera e propria emorragia di camici bianchi, ciò a causa dei pensionamenti degli ospedalieri e dei medici di base. Il paradosso è che nel frattempo i giovani medici che li dovrebbero sostituire sono tenuti ai margini del sistema. Una situazione figlia di scelte del passato che non hanno tenuto conto dell’impatto che avrebbe avuto sul nostro Sistema Sanitario Nazionale la mancata programmazione del numero e della tipologia di medici ma anche degli altri professionisti sanitari (definiti in letteratura, nel loro complesso, come “Healthcare Workforce”».

«Siamo felici che il tema della programmazione dei medici sia entrato nel dibattito della campagna elettorale – ha spiegato il Presidente SIGM Andrea Silenzi intervenuto a “Circo Massimo”, trasmissione condotta su Radio Capital da Massimo Giannini e Jean Paul Bellotto – ma è opportuno non fermarsi al mero dato storico. Possiamo cercare una nuova chiave di lettura, analizzare il caso ad esempio dal punto di vista socio-demografico ed epidemiologico e capire, così, che non c’è in Italia un problema numerico bensì di possibilità di inserimento appropriato dei giovani medici italiani nel SSN: i medici ci sono, ma vanno messi nelle condizioni di poter operare in Italia e contribuire al mantenimento di un Sistema Sanitario Nazionale pubblico ed universalistico. Bene che si siano accesi i riflettori sul tema in campagna elettorale ma attenzione alle soluzioni proposte, il dato storico e il solo calcolo per posto-letto è anacronistico per una sanità sempre più a trazione territoriale chiamata a gestire la sfida della longevità e delle malattie croniche. È prioritaria una nuova programmazione quali-quantitativa metodologicamente fondata».

Il risultato è una classe medica sempre più anziana e prossima alla pensione, con un esercito di giovani pronti a dare nuove energie al SSN senza, però, poterlo fare, e sempre più spesso costretti ad emigrare. Questa fuga porterà paradossalmente a dover “importare” medici dall’estero per andare a colmare il vuoto di professionisti sanitari.

«La sfida, che dovrebbe essere al centro dell’agenda politica in vista delle prossime elezioni, è quindi quella di rendere accessibile la professione medica ai meritevoli. Per questo – conclude il presidente Tortorella –  l’imminente appuntamento elettorale può diventare un momento decisivo per ripensare la programmazione della sanità italiana nell’ottica di una necessaria evoluzione della professione per poter rispondere al meglio ai mutati bisogni di salute degli italiani, soprattutto in tema di cronicità».

Articoli correlati
Gas serra e cambiamento climatico: il Tribunale Internazionale per il Diritto del Mare emette la prima advisory opinion
Legali Consulcesi: “Pronuncia storica che sottolinea la responsabilità degli Stati nel contrastare l’inquinamento dell’aria, riconosciuta, insieme al cambiamento climatico, una reale minaccia per i diritti umani”
Schillaci: da esami inappropriati alle pensione dei medici, “il sistema sanitario va ammodernato”
Esami e visite inappropriate, la "gobba" pensionistica, il ricorso a strutture private convenzionate e, in generale, la necessità di ammodernare il sistema sanitario nazionale. Sono questi i temi affrontati da Orazio Schillaci, ministro della Salute, in un'intervista a 24 Mattino su Radio 24
Farmacisti: Enpaf rivaluta pensioni, +8,1% per il 2023
L’Ente Nazionale di Previdenza e di Assistenza Farmacisti, Enpaf, ha deliberato l’adeguamento delle pensioni nella misura percentuale dell’8,1%, determinata dall’individuazione dell’indice ISTAT FOI (indice ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati) definitivo per l’anno 2022
Istat, Cittadini (Aiop): «Rinuncia cure, liste d’attesa e carenza medici criticità del SSN da risolvere»
Per risolvere il problema della carenza di medici Aiop invita il decisore pubblico a valutare di adottare una «normativa di emergenza per assumere neolaureati e specializzandi. È doveroso, in ogni caso, coniugare la responsabilità, alla quale tutti siamo chiamati, con un’attenta programmazione»
Test Medicina, Consulcesi: «Con riforma “doppia” chance per entrare, ma non premia merito»
Marco Tortorella, legale di Consulcesi: «Dare agli studenti la possibilità di ripetere il test di ingresso alla facoltà di Medina non è una riforma vera e propria. Il sistema di accesso è sempre lo stesso e non premia i meritevoli. Il ricorso continuerà a rimanere una possibilità concreta per tutti gli aspiranti medici esclusi ingiustamente»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Il caldo è arrivato! Ecco i suggerimenti di AIFA per conservare e utilizzare correttamente i medicinali

Con il caldo, prima della partenza per le vacanze, è bene osservare alcune semplici accortezze
Salute

Gioco patologico, in uno studio la strategia di “autoesclusione fisica”

Il Dipartimento di Scienze cliniche e Medicina traslazionale dell'Università Tor Vergata ha presentato una misura preventiva mirata a proteggere i giocatori a rischio di sviluppare problemi leg...
Advocacy e Associazioni

“Una Vita Senza Inverno”: conoscere l’Anemia emolitica autoimmune da anticorpi freddi attraverso il vissuto dei pazienti  

Nato da una iniziativa di Sanofi in collaborazione FB&Associati, e con il contributo di Cittadinanzattiva e UNIAMO, oltre alle storie dei pazienti racconta anche quelle dei loro caregiver, mettendo in...
Salute

Cervello, le emozioni lo ‘accendono’ come il tatto o il movimento. Lo studio

Dagli scienziati dell'università Bicocca di Milano la prima dimostrazione della 'natura corporea' dei sentimenti, i ricercatori: "Le emozioni attivano regioni corticali che tipicamente rispondo...