Gli Esperti Rispondono 29 Luglio 2019

L’assicuratore deve essere coinvolto nella procedura per accertamento tecnico ai fini conciliativi, richiesta dal paziente?

L’assicuratore con cui il medico ha stipulato la polizza a copertura della responsabilità professionale deve essere coinvolto nella procedura per accertamento tecnico ai fini conciliativi, richiesta dal paziente che ritiene di aver subito un danno? L’art. 8, comma 4, della Legge n. 24/17 prevede come obbligatoria la partecipazione anche alle imprese assicurative, ricadendo su quest’ultimo […]

L’assicuratore con cui il medico ha stipulato la polizza a copertura della responsabilità professionale deve essere coinvolto nella procedura per accertamento tecnico ai fini conciliativi, richiesta dal paziente che ritiene di aver subito un danno?

L’art. 8, comma 4, della Legge n. 24/17 prevede come obbligatoria la partecipazione anche alle imprese assicurative, ricadendo su quest’ultimo l’obbligo di formulare l’offerta per il risarcimento del danno eventualmente accertato in sede di ATP, ovvero di comunicare i motivi per cui tale offerta venga rifiutata, senza che le stesse possano opporre la mancata emanazione dei decreti attuativi sul contenuto delle polizze previsti dall’art. 10, comma 6, della medesima legge (Tribunale Civile di Benevento, ord. del 24/10/2018).

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Il medico di famiglia che paga di tasca propria lo psicologo per i suoi pazienti: la storia di Antonio Antonaci

A Galatina i “precursori” del decreto Calabria. La psicologa: «La compresenza di queste due figure professionali all’interno dello studio di medicina generale limita l’assunzione di farmaci e...
di Isabella Faggiano
Lavoro

Riposo dopo la reperibilità, Spedicato (Fems): «In altri Paesi europei sempre garantito recupero di 24-48 ore»

La delegata della Federazione europea dei medici salariati illustra il funzionamento dell’istituto della reperibilità nel resto d’Europa: in Slovenia c’è una soglia limite oltre la quale diven...
di Giovanni Cedrone e Giulia Cavalcanti
Lavoro

Pronta reperibilità, ecco perché il nuovo contratto dei medici potrebbe violare la direttiva europea sulle 11 ore di riposo

L’ipotesi di CCNL dei medici, all’articolo 27, sembra derogare dalla direttiva Ue 88 del 2003 che sancisce le 11 ore di riposo consecutive. Sindacati sul piede di guerra. I casi di Francia, Spagna...
di Cesare Buquicchio e Giovanni Cedrone