Gli Esperti Rispondono 2 Novembre 2015 17:35

Il mondo delle assicurazioni

Cosa garantisce una polizza di assicurazione Infortuni?

di Assicurazione

Sono un chirurgo addominale libero professionista. Alcuni anni orsono ho stipulato una polizza di assicurazioni  per gli eventuali infortuni nei quali avrei potuto incorrere sia durante l’attività professionale che nel tempo libero. Mi sono assicurato scegliendo somme abbastanza elevate (€ 500.000,00 per il caso della morte e altrettanti per il caso di Invalidità Permanente). Durante le vacanze nell’estate del 2014 sono stato vittima di un banale incidente in bicicletta che purtroppo mi ha ridotto sensibilmente la funzionalità del braccio destro. L’incidente ha fortemente compromesso la mia capacità di eseguire in piena sicurezza interventi chirurgici e pertanto ho dovuto riconvertire la mia attività con grave pregiudizio per le mie finanze. La compagnia mi ha riconosciuto una somma risibile, ulteriormente ridotta a causa della applicazione di una franchigia. Tale somma  non compensa certamente il danno da me sofferto. Mi chiedo: ma le polizze Infortuni funzionano in questo modo? Ma allora a cosa servono? Quale è la loro funzione sociale?

E’ innanzitutto necessario chiarire il funzionamento di una polizza Infortuni, soprattutto riguardo la garanzia dell’Invalidità Permanente, cioè del caso di menomazione della propria integrità fisica a seguito di un evento accidentale e violento. Il valore della Invalidità nelle polizze è prestabilito  in maniera eguale per ciascun tipo di professione a prescindere dalla diversa conseguenza che questa può procurare in relazione alla attività lavorativa di ciascuno. Esiste infatti una tabella che indica  gradi di invalidità eguale per tutti gli assicurati. Gli assicuratori parlano in questo caso di “indennizzo della Incapacità lavorativa generica” per la quale, in presenza del medesimo grado di Invalidità e naturalmente del medesimo capitale assicurato, l’indennizzo è eguale a prescindere dalla professione esercitata dall’assicurato. Il comportamento del suo Assicuratore risulta, quindi, corretto e legittimo. Aggiungo tuttavia che esiste la possibilità di sottoscrivere un polizza Infortuni che prevede la garanzia della Invalidità permanente specifica, riferita quindi alla propria professione. In questo modo il danno alla integrità fisica viene valutato in relazione alla specifica attività dell’assicurato. Esempio: nella polizza tradizionale la perdita anatomica del dito pollice può valere l’8% di invalidità. La polizza Infortuni che preveda l’Invalidità specifica per il medico chirurgo valorizza la perdita del pollice al 100% in quanto trattasi di menomazione che non consente la prosecuzione dell’attività professionale dell’Assicurato. La differenza è palese: con un capitale assicurato di € 100.000,00 l’Assicurato con la formula tradizionale otterrà un indennizzo di € 8.000,00 (anche meno se è prevista una franchigia);nel caso della polizza con la “specifica” l’Assicurato otterrà un indennizzo di € 100.000,00. Alcune Compagnie (non molte, in verità) offrono questo tipo di copertura; val pena pagare un premio un po’ più alto ma acquisire una copertura più aderente alle proprie esigenze.

Ennio Profeta – consulente SanitAssicura

Articoli correlati
Golf: 5 buoni motivi per praticarlo a tutte le età. Ortopedici SIOT: «Importante è prepararsi»
Praticare il golf fa bene alla salute, mantiene allenate le articolazioni e le ossa. Non solo. Questo sport agisce positivamente anche sul cervello assicurando il benessere della mente. Gli ortopedici della Società italiana di ortopedia e traumatalogia (SIOT) promuovono dunque il golf, definendolo uno sport per tutte le età
Tumori: 1 paziente su 6 abbandona il lavoro. Dalla Rete ROPI 3 proposte «salva-posto»
La ROPI ha analizzato 4 proposte di legge su congedi e indennizzi sul lavoro per i pazienti oncologici,, facendo emergere per ognuna di esse «luci e ombre». Si è arrivati così a individuare alcune proposte chiave per migliorare le regole a tutela dei lavoratori con tumore che Stefania Gori, presidente ROPI, ha presentato oggi in audizione alla XI Commissione (Lavoro pubblico e privato) alla Camera dei Deputati
di Redazione
Premio Società oftalmologica italiana a Isabella Faggiano di Sanità Informazione
E' prevista per domani la consegna del premio Soi (Società oftalmologica italiana) ad Isabella Faggiano, giornalista medico-scientifica di Sanità Informazione. Si tratta di un prestigioso riconoscimento, rivolto ai professionisti della comunicazione che si sono distinti per il loro lavoro di divulgazione sul tema dell'oftalmologia
di Redazione
Oscar sanità: oltre 200 candidature, a novembre i vincitori
Partecipazione record alla quinta edizione del Lean Healthcare Award, gli Oscar della sanità italiana. Più di 200 candidature da oltre 90 strutture pubbliche e private distribuite in tutte le regioni italiane. I vincitori saranno proclamati il prossimo 10 novembre
di Redazione
Infortuni, Inail: in 8 mesi oltre il 141% denunce in più in sanità
Tra gennaio e agosto gli infortuni sul lavoro sono aumentati di oltre il 38%. Rispetto allo stesso periodo nel 2021, i decessi sono diminuiti del 12%. Il settore della sanità resta quello più colpito
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Advocacy e Associazioni

“Una Vita Senza Inverno”: conoscere l’Anemia emolitica autoimmune da anticorpi freddi attraverso il vissuto dei pazienti  

Nato da una iniziativa di Sanofi in collaborazione FB&Associati, e con il contributo di Cittadinanzattiva e UNIAMO, oltre alle storie dei pazienti racconta anche quelle dei loro caregiver, mettendo in...
Politica

Liste d’attesa: nel decreto per abbatterle c’è anche la Carta dei diritti dei cittadini

Il Cup dovrà attivare un sistema di “Recall”. Il paziente che non si presenterà alla visita senza disdirla dovrà pagare la prestazione. Cambiano le tariffe orarie per ...
Politica

Liste di attesa addio? La risposta del Consiglio dei Ministri in due provvedimenti

Ieri il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente, Giorgia Meloni, e del Ministro della salute, Orazio Schillaci, ha approvato due provvedimenti, un decreto-legge e un disegno di legge, che i...
Salute

Tumori: boom di casi nei paesi occidentali. Cinieri (Aiom): “Prevenzione attiva per ridurre carico della malattia”

Nel 2024 negli USA, per la prima volta nella storia, si supera la soglia di 2 milioni di casi di tumore. Una crescita importante, comune a tutti i Paesi occidentali. Per Saverio Cinieri, presidente di...