Gli Esperti Rispondono 24 Maggio 2022 11:03

Il medico neolaureato è obbligato a stipulare un’assicurazione professionale? Se sì, che retroattività devo scegliere se ho appena iniziato a lavorare?

Per coloro che si apprestano ad iniziare la propria carriera di professionista sanitario è più che legittimo porsi questa domanda. Magari si sta pensando di frequentare una scuola di specializzazione oppure intraprendere l’attività di Guardia Medica. A prescindere da quale sia il progetto, la stipula di un’Assicurazione per Medici Neolaureati è obbligatoria per legge dal […]

Per coloro che si apprestano ad iniziare la propria carriera di professionista sanitario è più che legittimo porsi questa domanda. Magari si sta pensando di frequentare una scuola di specializzazione oppure intraprendere l’attività di Guardia Medica. A prescindere da quale sia il progetto, la stipula di un’Assicurazione per Medici Neolaureati è obbligatoria per legge dal 2014; l’obbligatorietà scatta, però, se si esercita effettivamente la professione medica e non dipende dall’aver conseguito l’abilitazione alla professione. Nel caso in cui il medico non sia né specializzato né specializzando, molte Compagnie prevedono polizze destinate a tutelare il patrimonio di chi sta per iniziare la propria carriera di Giovane Medico; polizze che sono a tutti gli effetti pensate per la libera professione, ma che godono di tariffe agevolate per medici che ancora non hanno raggiunto un certo limite di età.

Per quanto riguarda la retroattività è opportuno valutare polizze che prevedano un minimo di retroattività, magari per tutelare gli anni da specializzando, anche se non si è ancora portato a termine il percorso di studi della specializzazione e si è deciso di iniziare intanto con la libera professione.

Per capire meglio quale sia soluzione assicurativa più adeguata, consigliamo sempre di avvalersi della professionalità di consulenti specializzati nel settore delle polizze professionali.

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 27 giugno, sono 543.612.507 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.329.069 i decessi. Ad oggi, oltre 11,65 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Covid-19, che fare se...?

Quali sono i sintomi della variante Omicron BA.5 e quanto durano?

La variante Omicron BA.5 tende a colpire le vie aeree superiori, causando sintomi lievi, come naso che cola e febbre. I primi dati indicano che i sintomi durano in media 4 giorni
Covid-19, che fare se...?

Il vaccino può causare il Long Covid?

Uno studio americano ha segnalato una serie di sintomi legati alla vaccinazione anti-Covid. Ma per gli esperti non si tratta di Long Covid, ma solo di normali effetti collaterali