Gli Esperti Rispondono 13 Ottobre 2020

Ho rifiutato di fare un certificato medico ad un paziente e mi ha rivolto pesanti insulti in un gruppo Facebook. Come posso tutelarmi?

Ho rifiutato di fare un certificato medico ad un paziente che lamentava una patologia inesistente e ora ho scoperto che mi ha rivolto pesanti insulti su un gruppo Facebook della mia città, come mi posso tutelare? Occorrerebbe analizzare la situazione nel dettaglio in ogni caso la diffusione di un messaggio diffamatorio attraverso social network integra […]

Ho rifiutato di fare un certificato medico ad un paziente che lamentava una patologia inesistente e ora ho scoperto che mi ha rivolto pesanti insulti su un gruppo Facebook della mia città, come mi posso tutelare?

Occorrerebbe analizzare la situazione nel dettaglio in ogni caso la diffusione di un messaggio diffamatorio attraverso social network integra un’ipotesi di diffamazione aggravata ai sensi dell’art. 595 c.p., comma 3, perché si tratta di una condotta in grado di raggiungere un numero rilevante di persone. Il responsabile è punibile con la pena della reclusione da sei mesi a tre anni o con una multa non inferiore a euro 516.

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 19 ottobre, sono 39.965.414 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.113.307 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 19 ottobre: Ad oggi in I...
Contributi e Opinioni

«Tamponi Covid sui bambini: troppe prescrizioni che non tengono conto dei rischi intra-procedurali»

di prof. Filippo Festini, Professore Associato di Scienze Infermieristiche generali, cliniche e pediatriche all’Università degli Studi di Firenze
di Filippo Festini, Professore Associato di Scienze Infermieristiche generali, cliniche e pediatriche, Università di Firenze
Salute

Covid, Cavanna: «Casi severi in aumento, riabilitare l’idrossiclorochina. Pazienti vaccinati sembrano avere prognosi migliore»

L’oncologo famoso in tutto il mondo per le sue cure anti Covid a domicilio spiega: «Estate tranquilla ma ora qualcosa è cambiato». Presto sarà pubblicato uno studio sulla sua metodologia di cura...