Gli Esperti Rispondono 8 marzo 2016

Il mondo delle assicurazioni

L’importanza di una copertura efficace anche dopo il pensionamento
 

di Assicurazione

Sono un medico  cardiologo interventista del SSN ; il prossimo giugno andrò in pensione per vecchiaia. Sono un po’ preoccupato, pur non avendo sentore di alcun fatto a rischio, di essere coinvolto nel futuro in richieste di risarcimento  per fatti anche molto “antichi”. Ho notato infatti che molto spesso le richieste di risarcimento arrivano dopo molti anni dalla data dell’evento. Io sono assicurato con una vecchia polizza stipulata nel 2005 nella quale non si fa cenno a questo tipo di copertura successiva al pensionamento. Cosa mi suggerisce di fare per risolvere questo problema che, non lo nego, mi sta creando un po’ di ansia?

Mi spiace confermarle che la sua polizza è veramente superata ! In effetti attualmente tutte le polizze di responsabilità sanitaria, con modalità e  costi diversi, prevedono la accensione della copertura ultrattiva, quella cioè che prosegue in caso di interruzione volontaria o per pensionamento della propria attività professionale. In primo luogo le ricordo che lei, in quanto pubblico dipendente risponde limitatamente ai casi di sua colpa grave accertata e per i quali i termini di prescrizione sono di anni 5. Pertanto Lei, per essere completamento sereno, deve fornirsi di una copertura postuma ( cioè con effetto successivo al pensionamento) di 5 anni.

Ciò premesso, le soluzioni che le propongo sono le seguenti: 1)Attivarsi presso la sua compagnia affinchè inserisca nella polizza la garanzia Postuma per anni 5. Credo che, a prescindere dal costo, la compagnia non possa sottrarsi alla sua richiesta in considerazione del fatto che la garanzia è compresa nelle nuove versioni  di tutte  polizze oggi disponibile nel mercato. 2) Rivolgersi, nel caso la prima alternativa non fosse praticabile, ad un altro assicuratore ed acquistare una polizza che preveda la garanzia postuma. Su questo punto, se lei ha sempre operato presso il SSN senza alcune attività libero professionale, le suggerisco di acquistare una polizza limitata alla colpa grave che di norma prevede sempre la garanzia postuma gratuita per 5 anni. Questa polizza ha un costo relativamente modesto ed ha tutto quello che le serve. Concludo suggerendo a tutti i medici che si apprestano a varcare la soglia della pensione  di prestare attenzione per tempo a questo tema. Cioè, insieme alla pratica della pensione, leggete attentamente la clausola  della vostra polizza relativa alla Postuma e quindi attivatevi presso la vostra compagnia al fine di conservare la piena  efficacia della garanzia.

Ennio Profeta – consulente SanitAssicura 

Articoli correlati
Responsabilità medica, la FNOPI lancia la polizza assicurativa per gli infermieri con Unipol Sai
La polizza si caratterizza per un massimale di 5 milioni di euro, il prezzo annuale attualmente più basso sul mercato (22 euro) per coprire responsabilità civile professionale, responsabilità patrimoniale, responsabilità civile per colpa grave e per danno erariale
Legge Gelli, Giorgio Moroni (Aon): «Nodo assicurazioni? I premi stanno diminuendo, ma aspettiamo decreti attuativi»
«La legge agevola il ritorno degli assicuratori in Italia ma questo è fortemente legato all’approvazione dei decreti attuativi». Il parere dell’esperto Giorgio Moroni di Aon, una delle aziende leader nella consulenza dei rischi e delle risorse umane, nell’intermediazione assicurativa e riassicurativa
I danni coperti da una polizza di responsabilità professionale
___
di Ennio Profeta - consulente SanitAssicura
La copertura assicurativa personale in uno studio strutturato
___
di Ennio Profeta - consulente SanitAssicura
Il “fatto noto” antecedentemente alla stipula della polizza
Sono un ortopedico, dirigente sanitario del  SSN fino a qualche tempo fa in regime intramoenia. Ho deciso con l’inizio di quest’anno di passare all’attività extramoenia. Conseguentemente ho provveduto a modificare la mia polizza di responsabilità professionale, limitata al caso di danno erariale per colpa grave, adeguandola alla copertura estesa del libero professionista, pur conservando la […]
di Ennio Profeta - consulente SanitAssicura
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Taglio pensioni e quota 100, che succede ai medici iscritti all’Enpam? Parla il vicepresidente Malagnino

Ad agosto le prime uscite dei dipendenti pubblici con 62 anni di età e 38 di contributi. Secondo i sindacati, saranno circa mille i medici che ogni anno approfitteranno della riforma pensionistica, c...
Lavoro

Ex specializzandi: nel 2018 dallo Stato rimborsi per oltre 48 milioni e nuovi ricorsi sono pronti per il 2019

La "road map dei risarcimenti" regione per regione: Lazio in testa con 9 milioni, sul podio Lombardia e Sicilia. Più di 31 milioni al centro-sud con la Sardegna in forte crescita. Pronta la nuova azi...
Mondo

Da Messina alla Nuova Zelanda, la storia del fondatore di Doctors in Fuga: «Così aiuto giovani medici ad andare all’estero»

Stipendi più alti, maggiore attenzione al merito, assenza di contenziosi legali grazie ad una migliore comunicazione tra medici e pazienti. Davide Conti è in Nuova Zelanda da nove anni e non ha alcu...