Formazione 10 Marzo 2015

Staminali: Futura SA al passo con la ricerca allargando gli orizzonti

Il Consigliere d’Amministrazione Massimo Miraglia: “Il mercato internazionale della crioconservazione rappresenta una grandissima opportunità”

Immagine articolo

I traguardi raggiunti in medicina grazie alle nuove applicazioni terapeutiche delle cellule staminali evidenziano sempre più la necessità di implementare la ricerca scientifica in questo senso.

Una sfida raccolta da Futura, da anni un’importante realtà nella crioconservazione delle cellule staminali ematopoietiche cordonali. La sua banca di proprietà, con sede a Londra, dal 2001 ad oggi ha conservato le cellule staminali del cordone ombelicale per più di 15.000 famiglie in tutto il mondo, e regalato alle famiglie la speranza di un futuro più sereno per i loro figli.

La crioconservazione è, di per sé, una pratica che guarda al futuro e Futura SA, coerentemente con la sua mission è, oggi più che mai, una realtà che vuole tenere il passo col progresso scientifico, allargare i propri orizzonti, guardare sempre più lontano. Ne abbiamo parlato con Massimo Miraglia, Consigliere d’Amministrazione Futura SA. “Abbiamo dato nuova linfa e nuove possibilità a un’idea che, in questo modo, è diventata una bellissima realtà. Futura SA guarda avanti, è proiettata nel futuro e darà tantissime opportunità agli utenti e a tutte le persone che collaboreranno a questo nuovo progetto”.

Dove vuole arrivare Futura SA?
Per spiegare dove vogliamo arrivare basta una sola parola: primi. Il nostro unico obiettivo è essere i primi in quel che facciamo. Il tipo di attività che viene svolta da Futura non può in alcun modo prescindere dall’aspetto qualitativo. Per questo miriamo ad essere la realtà numero uno nell’intero mercato nazionale. Dopo, si vedrà…

Un’operazione così importante non può passare inosservata: anche il mercato internazionale guarda con attenzione a questa iniziativa.
Noi di Futura SA riteniamo che il mercato internazionale della crioconservazione delle cellule staminali rappresenti una grandissima opportunità. È però importante procedere con calma, un passo dopo l’altro. Per questo motivo ribadiamo che, ad oggi, il nostro interesse primario è quello di conquistare il mercato nazionale. Soltanto dopo esserci affermati qui, in Italia, potremo guardare anche al mercato internazionale.

Articoli correlati
Ricerca, dalle staminali speranza importante per la talassemia. Negli USA il primo trapianto del sangue in utero
Di Pierangela Totta, Direttore Scientifico Futura Stem Cells
di Pierangela Totta, Responsabile scientifica Futura Stem Cells
Autologa solidale, differenze in Ue sulla conservazione delle staminali del cordone. Totta (Futura): «Modello ibrido pubblico-privato il migliore, Italia colga occasione»
Nel nostro paese soltanto nel 4% dei parti viene raccolto il sangue cordonale mentre nel mondo vengono effettuati migliaia di trapianti di cellule staminali del sangue per combattere numerose malattie. Del tema si è parlato nel convegno "La scelta di essere mamma" presso la Sala Isma del Senato
Blockchain in sanità, la frontiera delle staminali per la ricerca. Totta (Futura Stem Cells): «La catena dei blocchi certifica la conservazione dei campioni»
«La ricerca sta facendo grandi passi avanti, sarebbe opportuno riaprire il dibattito in Italia sulla conservazione autologa solidale con un modello che sta emergendo in Europa e nel resto del mondo» così la dottoressa Pierangela Totta, Direttore Scientifico di Futura Stem Cells, a Sanità Informazione
Salute della donna: neuropelveologia, staminali e diagnosi prenatale le novità dal congresso Sigo-Aogoi-Agui
«Tra i temi più all’avanguardia, diagnosi prenatale e cellule staminali, argomenti sui quali è necessaria grande accortezza» ai nostri microfoni il Dottor Pier Luigi Sozzi, ginecologo ostetrico e già vicepresidente nazionale Aogoi
di Lucia Oggianu
Posizione “a culla” o “a rugby”? Ecco come si allatta un figlio in totale sicurezza
L’osteopata Tiziana Galeotti spiega ai nostri microfoni quali sono le posizioni e gli accorgimenti che ogni mamma deve avere quando allatta suo figlio. «Mai piegarsi ma avvicinare il piccolo al seno». Il dito in bocca? Da evitare: «Modifica la cavità orale…»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

ECM, finisce a Striscia la Notizia il caso dei medici non in regola. FNOMCeO: «Dal 2020 sanzioni per chi non sarà in regola»

Anche la popolare trasmissione di Canale 5 punta i riflettori sul caso dei tanti medici che non rispettano l’obbligo di legge sull’aggiornamento continuo in medicina. Gerry Scotti: “Pazienti pre...
Formazione

Obbligo ECM, Rosset (OMCeO Aosta): «La formazione tutela la salute pubblica. Con sentenza si esce dall’ambiguità»

«Il rispetto della formazione, la tutela della salute e l’obbligo di rispondere a quanto viene dettato dal legislatore, quindi a osservare la legge, sono cose assolutamente imprescindibili e che re...
di Giovanni Cedrone e Diana Romersi
Salute

Guarire dalla balbuzie si può: Chiara Comastri, psicologa ed ex balbuziente, ci spiega come agisce il metodo Psicodizione

Da balbuziente ad esperta di linguaggio: la psicologa Chiara Comastri si racconta a Sanità Informazione e rivela: «Con un approccio di tipo cognitivo comportamentale e un percorso preciso si possono...