Formazione 14 Ottobre 2020 09:48

Riforma del sistema ECM, Monaco (FNOMCeO): «Ecco gli obiettivi da raggiungere»

Dalla qualità dei corsi di formazione all’introduzione di un sistema premiante per i professionisti che si aggiornano, il segretario della Federazione degli Ordini dei Medici delinea le direttive che la Commissione ECM sta seguendo per riformare la formazione continua

Premiare i professionisti che rispettano l’obbligo formativo, puntare sulla qualità dei corsi di formazione e valorizzare l’aggiornamento sul campo. Sono queste le tre direzioni intraprese dalla Commissione nazionale per la formazione continua che in questo concitato 2020 si sta occupando anche della riforma del sistema ECM.

LA RIFORMA DEL SISTEMA ECM

A delinearne lo scheletro è Roberto Monaco, segretario della Federazione nazionale degli Ordini dei Medici: «Da una parte deve essere valorizzato il quotidiano del singolo professionista che tutti i giorni si aggiorna per poter garantire una prestazione di salute ottimale ai pazienti – spiega a Sanità Informazione –. Dall’altra dobbiamo fare in modo che ci sia una sorta di certificato di qualità di questa formazione. Dobbiamo garantire ai cittadini una formazione del personale sanitario di alto livello, e questo possiamo farlo grazie ai corsi, alle simulazioni, ad un aggiornamento sempre nuovo, che sia al passo con i tempi».

Quindi, Monaco sposa la proposta del direttore generale del Co.Ge.APS Enrico De Pascale di introdurre un meccanismo che possa premiare i professionisti sanitari che risultino in regola con gli ECM: «Sono pienamente d’accordo. I medici vogliono aggiornarsi, ma il problema è che tante volte le ore previste per la formazione devono essere dedicate all’assistenza per far fronte alla carenza di personale. Ma questo non è ammissibile, significherebbe abbassare il nostro grado di formazione. Invece dobbiamo volere una formazione continua sempre più forte. E per raggiungere questo risultato – conclude – un sistema premiante sarà sicuramente un aiuto importante».

 

Iscriviti alla newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato 

Articoli correlati
Aggressioni ai sanitari in aumento, Osservatorio Nazionale: «Potenziare personale e formazione»
Campagne di comunicazione, formazione (ECM e non solo) e strategie di de-escalation sono tra le indicazioni emerse nel rapporto trasmesso al Parlamento. Ad acuire il fenomeno anche la carenza di personale. Lavoro di équipe può essere strumento di dissuasione
Il questionario di verifica dei corsi FAD deve essere somministrato esclusivamente in modalità on-line?
La Formazione a Distanza (FAD) può anche essere erogata attraverso riviste (e quindi documentazione cartacea) pertanto il questionario di verifica per i corsi FAD effettuati attraverso materiale cartaceo, può essere somministrato con modalità di verifica diversa da quella on-line. Il Provider, sulla base delle indicazioni formulate dal Comitato scientifico o dal Responsabile scientifico dell’evento, rende […]
Come deve essere effettuata dal Provider la verifica dell’apprendimento?
La verifica dell’apprendimento può essere effettuata con diversi strumenti: quesiti a scelta multipla o a risposta aperta, esame orale, esame pratico, produzione di un documento, realizzazione di un progetto, ecc. Se vengono usati i quesiti, devono essere standardizzati in almeno 3 quesiti per ogni credito ECM erogato e nel caso si predispongono quesiti a scelta […]
Come si viene inseriti nella Lista degli Enti di Formazione Esteri?
Per l’inserimento nella Lista degli Enti di Formazione Esteri (LEEF) non è necessario che gli Enti medesimi facciano direttamente domanda alla CNFC. L’inserimento può avvenire anche su segnalazione o indicazione, motivata, di chiunque, ad esempio il professionista sanitario interessato o dall’Ente stesso, previa valutazione della CNFC che si avvale della valutazione della Sezione V. La […]
Medici stranieri assunti «in deroga», Anelli (Fnomceo) perplesso scrive a Mattarella
Il presidente di Fnomceo Anelli scrive una lettera al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, per sollecitare l'attenzione sulla normativa che permette l'impiego di medici extracomunitari in deroga al normale iter di riconoscimento dei titoli e all'obbligo di iscrizione all'ordine
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Advocacy e Associazioni

Mieloma multiplo. Aspettativa di vita in aumento e cure sul territorio, il paradigma di un modello da applicare per la prossimità delle cure

Il mieloma multiplo rappresenta, tra le patologie onco-ematologiche, un caso studio per l’arrivo delle future terapie innovative, dato anche che i centri ospedalieri di riferimento iniziano a no...
Salute

Parkinson, la neurologa Brotini: “Grazie alla ricerca, siamo di fronte a una nuova alba”

“Molte molecole sono in fase di studio e vorrei che tutti i pazienti e i loro caregiver guardassero la malattia di Parkinson come fossero di fronte all’alba e non di fronte ad un tramonto&...
di V.A.
Advocacy e Associazioni

Oncologia, Iannelli (FAVO): “Anche i malati di cancro finiscono in lista di attesa”

Il Segretario Generale Favo: “Da qualche anno le attese per i malati oncologici sono sempre più lunghe. E la colpa non è della pandemia: quelli con cui i pazienti oncologici si sco...