Formazione 19 ottobre 2016

La formazione ECM “arruola” anche le star del cinema. Il film “Scacco pazzo” e Alessandro Haber per il corso sulla malattia mentale

Un grande nome, come quello di Alessandro Haber, ed un film per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla schizofrenia, una malattia mentale tra le più complesse e diffuse. Il film si affianca al corso ECM “la schizofrenia ed i disturbi psicotici” del provider ECM 2506 Sanità In-formazione

La Formazione ECM sta cambiando. Negli ultimi anni si è registrata una netta crescita del numero di medici che preferiscono effettuare il proprio aggiornamento professionale tramite la Formazione a Distanza, sfruttando al meglio le potenzialità offerte dalle nuove tecnologie. Tra le innovazioni più importanti degli ultimi anni ci sono senza dubbio i Film Formazione: una metodologia formativa coinvolgente e di facile fruizione che conta già diversi titoli che uniscono gli approfondimenti scientifici alla tensione drammaturgica. I film già realizzati come “e-bola”, “Like a Butterfly”, “No Limits”, “Pollicino”, “Cardiopathos”, e quelli in preparazione, sono interpretati da attori di rilievo italiano e internazionale, da Nicolas Vaporidis a Ed Asner (vincitore di 5 Golden Globe) e trattano dei temi sanitari più attuali: dalle malattie infettive al carcinoma polmonare, dalle disabilità motorie all’Alzheimer, dal primo soccorso cardiaco alla psicosi vaccini. Oltre a recitare nei film, gli attori protagonisti espongono le “pillole formative”: materiale didattico accreditato dal provider ECM 2506 Sanità in-Formazione e curato dai principali esperti e università italiane.

L’ultimo Film Formazione in ordine di tempo è “Scacco pazzo”, cortometraggio che vede come protagonista Alessandro Haber e che ha come obiettivo quello di sensibilizzare l’opinione pubblica sul problema della schizofrenia. Al film si affianca il corso ECM FAD “La schizofrenia e i disturbi psicotici”, accreditato dal provider Sanità in-Formazione leader nella formazione medicale e fruibile gratuitamente sulla piattaforma Consulcesi Club.

Il film con la regia e l’interpretazione di Haber, punta i riflettori su un disturbo mentale tra i più complessi, che affligge tra le 300 e le 600mila persone in Italia, di cui solo 212mila hanno ricevuto una diagnosi e appena il 17,6% è stato sottoposto a terapia. In pratica due casi su tre non vengono diagnosticati e meno di due malati su dieci ricevono cure. La fotografia, scattata dal Centre for Economic and International Studies dell’Università Tor Vergata di Roma insieme al Cnr, ha inoltre evidenziato il costo delle diagnosi tardive dei casi di schizofrenia sul Servizio sanitario nazionale, pari al 2,3% dell’intera spesa sanitaria del Paese.

“Scacco pazzo” attraverso il grande schermo, pone l’accento sul disturbo schizofrenico raccontando la storia di due fratelli, di cui uno vive il dramma del disturbo psichico.  Al termine del film Alessandro Haber espone le “pillole formative”, approfondimenti scientifici sui disturbi psicotici. «Il cinema arricchisce la mente e il cuore, può contribuire alla conoscenza e, perché no, al progresso della medicina – dichiara Alessandro Haber –. È più diretto della letteratura che va letta, seguita, e può diventare pesante; con le immagini, le storie e le fantasia è più facile recepire i concetti. Questo progetto unisce la gradevolezza di un film alla trattazione di una tematica di rilievo».

«Con “Scacco pazzo”, adattamento cinematografico di un fortunato copione teatrale, arricchiamo la nostra offerta, affrontando con il consueto rigore scientifico una patologia a volte trascurata come la schizofrenia – dichiara Massimo Tortorella, presidente di Consulcesi Group –. Siamo anche molto orgogliosi della collaborazione con un grande autore e attore come Alessandro Haber che apporta valore aggiunto al corso e tramite gli approfondimenti teorici e pratici accompagna il medico lungo il percorso formativo, dall’excursus degli approcci medici intervenuti nei secoli alla presentazione dei principali interventi terapeutici».

Sanità in-Formazione è il miglior provider ECM per la Formazione a Distanza. È quanto stabilito dall’ Annuario della formazione in Sanità, la più autorevole guida italiana in questo ambito che raccoglie oltre 4mila aziende che operano nell’ambito dell’aggiornamento ECM. A sancire il successo della piattaforma hanno contribuito non solo la vastità dell’offerta formativa, ma anche la varietà e la qualità dei corsi proposti. “Scacco pazzo”, insieme agli altri Film Formazione, ai corsi di specializzazione, ai corsi medici interattivi e ai video-corsi di lingua accreditati dal provider ECM 2506 Sanità in-Formazione, è disponibile sulla piattaforma Consulcesi Club all’indirizzo www.corsi-ecm-fad.it ed è fruibile gratuitamente per 9 mesi (2 anni per i medici under 35). Per informazioni e per tutti gli altri servizi è possibile contattare il numero verde 800.122.777 o consultare il sito www.consulcesi.it.

Articoli correlati
Dissezione su cadavere, l’eccellenza all’università di Bologna: 400 metri quadri al servizio di studenti, chirurghi e ricercatori
L’Italia ferma ad un Regio Decreto del 1933. Ad ottobre 2018, Pierpaolo Sileri (M5S) ha presentato un disegno di legge in tema disposizione del proprio corpo e dei tessuti post mortem a fini di studio, di formazione e di ricerca scientifica
di Isabella Faggiano
Accademia dei pazienti-Eupati Italia, il paziente “esperto” affianca il medico nel percorso terapeutico
Informazione, formazione e competenza: un paziente preparato e consapevole supporta il professionista sanitario con la sua esperienza diretta di malattia, veicola le necessità degli altri ed aiuta ad arginare il fenomeno della disinformazione in salute
San Valentino, le tecniche antistress che salvano l’amore: una vita di coppia sana passa anche dalla regola delle tre “C”
La dottoressa Serena Missori, endocrinologa e nutrizionista: «Consapevolezza, conoscenza e coscienza per stare bene con se stessi e con il partner. Così lo stress da nemico diventa alleato». On line il primo ebook "Antistress: teoria e pratica”
Responsabilità professionale e cause temerarie, De Lillo (Agenas): «Formazione continua fondamentale per ridurre rischi»
Ai microfoni di Sanità Informazione il Presidente Facente Funzione dell’Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali spiega quali sono le possibili soluzioni per ridurre un contenzioso che riguarda circa 300mila cause all’anno: «Bene l’arbitrato della salute, ma rivedere anche applicazione del patto quota lite»
di Arnaldo Iodice e Giovanni Cedrone
Ecco il guanto sensorizzato che insegna ad operare, valuta la funzionalità della mano e traduce la lingua dei segni
Sembra uscito da un film di supereroi, il guanto ‘sensorizzato’ inventato dal professor Giovanni Saggio dell’università Tor Vergata di Roma. A vederlo sembra un guanto comune, ma è l’unico in grado di misurare i movimenti della mano, valutando ogni singola articolazione delle dita. Può pilotare a distanza una mano robotica e controllare oggetti virtuali, può […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Taglio pensioni e quota 100, che succede ai medici iscritti all’Enpam? Parla il vicepresidente Malagnino

Ad agosto le prime uscite dei dipendenti pubblici con 62 anni di età e 38 di contributi. Secondo i sindacati, saranno circa mille i medici che ogni anno approfitteranno della riforma pensionistica, c...
Sanità internazionale

La lettera di un medico stressato: «Il mio lavoro sta prosciugando la mia umanità»

«L’ultimo tuo contatto umano, poco prima che le tue condizioni peggiorassero velocemente e morissi, è stato con un medico stressato e distaccato, che ha interrotto il tuo ricordo felice. Ti chiedo...
Lavoro

Ex specializzandi: nel 2018 dallo Stato rimborsi per oltre 48 milioni e nuovi ricorsi sono pronti per il 2019

La "road map dei risarcimenti" regione per regione: Lazio in testa con 9 milioni, sul podio Lombardia e Sicilia. Più di 31 milioni al centro-sud con la Sardegna in forte crescita. Pronta la nuova azi...