Formazione 9 Novembre 2020 01:43

I provider ECM incontrano Mantoan (Agenas). Colombati (Formazione nella Sanità): «Siamo esclusi dal Decreto Ristori»

L’associazione denuncia gravi perdite nel 2020: «Saltati 2 eventi formativi su 3: calo annuale del 67%». Altri temi a confronto: tavolo tecnico, programmazione, diversa rendicontazione e nuove tecnologie

Includere in uno dei Decreti Ristori i Provider ECM accreditati da Agenas, inserendo conseguentemente nel decreto i Codici Ateco relativi alla propria attività. È su questo che Formazione nella Sanità, l’Associazione che riunisce i principali Provider di ECM in Italia chiede il sostegno di Domenico Mantoan appena nominato Direttore Generale dell’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (AGENAS) in un incontro svolto qualche giorno fa a Roma.

«I Provider – si legge in una nota dell’Associazione – hanno risentito pesantemente del blocco dei congressi e del ritardo nella riapertura legato ai DPCM relativi all’emergenza Covid. Parliamo di un calo del 47% nel primo trimestre, del 92% nel secondo trimestre per gli eventi fisici (RES) e per il totale 2020 del 67%, che è stato solo parzialmente mitigato dalla crescita degli eventi FAD. Il numero dei provider accreditati presso la Commissione Nazionale ECM sono 1087 e nel periodo marzo-ottobre 400 di questi non hanno organizzato eventi e 150 di loro non hanno versato il contributo annuale obbligatorio all’Agenas, per mancanza di liquidità».

Richiesta dell’avvio di un Tavolo tecnico tra provider e Agenas per correlare l’output dell’offerta con il Programma Nazionale Esiti (PNE) per valutare concretamente l’efficacia della formazione Ecm e i benefici che genera sul Ssn è l’altra priorità posta al tavolo del dialogo dell’Associazione Provider con Agenas. «Ringrazio il direttore Mantoan per la sensibilità e disponibilità al dialogo per la valutazione dell’avvio del tavolo tecnico», ha commentato il presidente Simone Colombati.

Altri temi trattati: l’avvio di un programma di incentivi sull’implementazione di nuove tecnologie nell’Ecm, ora possibile con il recovery fund. Ancora, la variazione della modalità di rendicontazione degli eventi formativi annuali. Infine, un necessario snellimento delle procedure burocratiche dell’intero sistema, dalle fasi preliminari al reperimento dei crediti ECM.

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Quali sono le regole che il Provider deve adottare in riferimento alla Pubblicità?
Durante lo svolgimento dell’evento, la pubblicità di prodotti di interesse sanitario è consentita esclusivamente allo sponsor dell’evento al di fuori delle aree in cui vengono esposti i contenuti formativi. Durante lo svolgimento dell’evento, è consentita l’indicazione del principio attivo dei farmaci o del nome generico del prodotto di interesse sanitario. Non può essere indicato alcun […]
Sicurezza delle cure, dal rischio clinico alle assicurazioni: a che punto siamo? Intervista all’Avv. Hazan
Il punto in occasione della "Giornata nazionale per la sicurezza delle cure e della persona assistita”
Riparte il confronto Fnopi-Regioni: «Aumentare gli infermieri nel corpo docente delle università»
Le Regioni hanno accolto le proposte della Federazione: fabbisogno formativo, specializzazioni e contratto i temi discussi
Le pubblicazioni scientifiche danno diritto a crediti ECM?
Sì, sono una tipologia di formazione individuale, secondo quanto stabilito al paragrafo 3.2.1 (Pubblicazioni scientifiche) del Manuale sulla formazione continua del professionista sanitario. I professionisti sanitari autori di pubblicazioni scientifiche censite nelle banche dati internazionali Scopus e Web of Science/Web of Knowledge maturano il diritto al riconoscimento, per singola pubblicazione, di: – 3 crediti (se […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 22 settembre, sono 229.563.544 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 4.709.292 i decessi. Ad oggi, oltre 5,96 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Salute

Aumentano i contagi tra i sanitari: 600% in più in un mese, l’84% sono infermieri

La presidente FNOPI Mangiacavalli interpreta i dati dell'ISS. Anche nel Regno Unito gli studi confermano che la protezione dall'infezione si riduce dopo 5 mesi dalla seconda dose per Pfizer e AstraZen...
Salute

Pericarditi e miocarditi dopo il vaccino, Perrone Filardi (SIC): «Casi rari e mai gravi»

Dopo i casi della pallavolista Marcon e del calciatore Obiang colpiti da pericardite e miocardite, la parola al professor Pasquale Perrone Filardi, presidente eletto della Società Italiana di C...
di Federica Bosco