Formazione 24 Maggio 2019

ECM, Pensionati Cisl: «Perché il Sistema sanitario non investe in questo ambito?»

Emilio Didone, segretario dell’associazione pensionati della Cisl Lombardia, sottolinea come i pazienti non si sentano adeguatamente tutelati: «Ad una richiesta, lecita, di aggiornamento, non è seguito un investimento delle strutture nella formazione, mentre i medici in organico sono sempre meno…»

di Federica Bosco
Immagine articolo

Due medici su dieci non sono aggiornati: la criticità messa in luce dai dati forniti dalla Federazione degli Ordini dei medici chirurghi e odontoiatri (Fnomceo), secondo cui ci sarebbe un 20 percento di camici bianchi non in regola, trova conferma nelle stime di chi organizza i corsi di aggiornamento e soprattutto solleva gli animi dei pazienti che non si sentono tutelati adeguatamente.  In particolare, l’associazione dei pensionati accusa il colpo e allarga la problematica su più temi connessi alla professione medica. «Il peccato originale è stato commesso dal professor Sirchia – esordisce Emilio Didone, segretario dell’associazione pensionati della Cisl Lombardiache ha spinto sull’acceleratore imponendo troppi crediti formativi ad una platea di 600/700 mila professionisti del settore.  Per contro ad una richiesta, lecita, di aggiornamento, non è seguito un investimento delle strutture nella formazione, mentre i medici in organico sono sempre meno e non hanno dunque il tempo per la formazione che invece è una cosa seria e dunque occorre metterli nelle migliori condizioni per formarsi. Perché il Sistema sanitario non investe in quell’ambito? Sarebbe opportuno rivedere il metodo della formazione non solo per i medici, ma anche per altre categorie, come ad esempio gli infermieri».

LEGGI ANCHE: ECM, FINISCE A STRISCIA LA NOTIZIA IL CASO DEI MEDICI NON IN REGOLA. FNOMCeO: «DAl 2020 SANZIONI PER CHI NON SARA’ IN REGOLA»

Mancanza di tempo e costi elevati, questo binomio per il rappresentante dei pensionati ha reso fragile una categoria che invece, per il ruolo che riveste, dovrebbe essere aggiornata e stimolata a lavorare al meglio. «Oggi se abbiamo bisogno di un servizio sanitario, e noi pensionati siamo nella fascia di età più a rischio, troviamo liste di attesa infinite, Pronto soccorso intasati e professionisti giovani che non hanno avuto la possibilità di crescere affiancati da luminari come accadeva in passato, quando i più giovani crescevano nell’ombra di grandi professori, imparando la professione. Se a tutto ciò aggiungiamo una mancanza di aggiornamento per i turni massacranti a cui sono costretti, costi troppo elevati e magari anche in piccola parte per mancanza di volontà, il danno è fatto. Fondamentale dunque sarebbe rivedere tutta l’organizzazione. Solo così potrà essere recepito il cambiamento ed avremo medici aggiornati». Tanti medici cercano di ovviare al problema della mancanza di tempo con la formazione a distanza, con corsi e-learning facilmente fruibili grazie all’innovazione tecnologica. La sfida, però, è consentire ai camici bianchi uno spazio adeguato alla formazione così come previsto dal contratto.

Articoli correlati
Psicologi negli studi dei medici di famiglia, Magi (Sumai): «No. La Fimmg ha ragione»
«Siamo perfettamente in sintonia con quanto dichiarato da Silvestro Scotti, Segretario della Federazione Italiana Medici di Medicina Generale, il quale, in merito all’ipotesi prevista da Dl Calabria di introdurre gli Psicologi negli studi dei medici di base ha espresso tutta la sua contrarietà. Al contrario, la figura del medico di base dovrebbe essere affiancata da […]
Formazione ECM, Consulcesi: «Solo pochi in regola, rischio danno per tutta la categoria»
Dopo la presa di posizione dell’associazione CODICI che punta il dito sul mancato aggiornamento professionale dei medici, interviene il Presidente del network legale Massimo Tortorella: «Emblematico che si arrivi a pensarlo, così si mina la credibilità di un’intera categoria votata all’eccellenza. Forte attenzione mediatica dopo il servizio-denuncia di Striscia, gli impegni assunti dal presidente FNOMCeO Anelli sui controlli spazzeranno via dubbi e critiche»
Giuramento d’Ippocrate per 600 medici, Magi (OMCeO Roma): «Un faro per il cammino lavorativo con la speranza che restino qui in Italia»
Centinaia di neoiscritti si sono riuniti per la cerimonia del Giuramento di Ippocrate organizzata dall’OMCeO Roma. Un momento di festa, con famiglie e amici, per sottolineare l’appartenenza alla categoria e stimolare la consapevolezza della responsabilità sociale che ne deriva. Anelli (FNOMCeO): «Auguro ai colleghi di guidare il processo di risanamento etico di questo paese»
Carenza medici, per Codici l’allarme è solo un bluff: «Piuttosto verificare aggiornamento professionale»
Altro tema caldo di questi giorni, il presunto attacco subito dai medici sul piano legale. «Si parla di eccessivo clamore dato ai casi di malasanità – dichiara il Segretario Nazionale di Codici Ivano Giacomelli – Peccato, però, che ci si dimentichi di spiegare il perché si arriva a questi numeri»
Carenza medici, in Emilia Romagna ne mancheranno 8mila entro il 2025: ecco i dati diffusi da Amsi
Secondo gli ultimi dati aggiornati, all'appello mancherebbero 350 medici, 150 infermieri e 50 fisioterapisti
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Sanità internazionale

«La sanità si basa sullo sfruttamento infinito e gratuito di medici e professionisti sanitari»

Riuscite a immaginare un idraulico o un avvocato che lavorano il 30% in più senza chiedere ulteriori compensi? In sanità viene dato per scontato
Lavoro

Ex specializzandi, a Roma l’Appello dà ragione ai camici bianchi. L’avvocato Marco Tortorella: «300mila medici abbandonati dallo Stato, ora giustizia»

L’ultima sentenza della Corte di Appello di Roma ha portato all’assegnazione di rimborsi per 12 milioni di euro per i camici bianchi tutelati dal network legale Consulcesi. «Lo Stato è obbligato...
Salute

Anatomia Patologica, viaggio nel laboratorio dove si scoprono i tumori. Virgili (Campus Bio-Medico): «Sanità digitale e I.A. il futuro»

Sanità Informazione è entrata nel laboratorio del Policlinico Campus Bio-Medico di Roma dove vengono analizzati i tessuti: la tecnologia consente precisione e velocità. Il coordinatore Roberto Virg...