Formazione 20 Ottobre 2021 10:31

Formazione ECM, Lazzari (CNOP) : «Aggiornamento deve essere vissuto come risorsa dai professionisti»

Sileri ha annunciato il no a ulteriori proroghe per la formazione obbligatoria, dal 1 gennaio via alle sanzioni. Il presidente del Consiglio nazionale degli Psicologi chiede di valorizzare l’aggiornamento continuo senza farlo vivere agli iscritti come un mero adempimento burocratico

Formazione ECM, Lazzari (CNOP) : «Aggiornamento deve essere vissuto come risorsa dai professionisti»

Il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri è stato chiaro: sull’obbligo formativo per il personale sanitario non ci saranno ulteriori proroghe o deroghe, questi saranno gli ultimi tre mesi per assolvere ai trienni 2014-16 e 2017-19, prorogati fino al 31 dicembre 2021. Il 2022 sarà quindi l’anno di controlli e sanzioni, che spetteranno ai singoli Ordini professionali e saranno indirizzati a chi non abbia completato i 150 crediti ECM previsti per legge a triennio. I primi avvertimenti sono già stati inviati agli iscritti, capofila FNOMCeO. La formazione, ha detto Sileri, «è un dovere deontologico, confido che non vi sarà necessità di arrivare fino alle sanzioni».

Sanità Informazione ha raggiunto il presidente del Consiglio nazionale degli Ordini degli Psicologi David Lazzari, per una panoramica su quello che accadrà nel mondo dei professionisti della salute mentale.

Iscritti e obbligo formativo

«Non sono io a prendere le decisioni ma tutto il Consiglio – ha specificato – a cui porterò all’attenzione la tematica per una posizione unanime. Ci teniamo ad informare gli iscritti su quali sono i loro obblighi e quello dell’aggiornamento è tra questi». Quella dello psicologo, del resto, è una delle professioni che più si aggiorna, ha voluto ricordare Lazzari, e in questo si chiede un passo in più al Ministero.

«Prima dell’inizio della pandemia si è discusso con gli altri Ordini professionali sanitari sulla necessità di una revisione del sistema ECM, per renderlo più flessibile e più adeguato ai nuovi bisogni professionali – ha spiegato -. Questo discorso è stato un po’ accantonato per il Covid-19, ma adesso è venuto il momento di riprenderlo perché il sistema ECM deve essere una risorsa da tutti i punti di vista e bisogna farlo vivere ai professionisti come tale».

Gli obbiettivi degli psicologi

Gli psicologi operano in vari contesti, ha ricordato il presidente Lazzari, «dal mondo del lavoro, al marketing alla comunicazione». «Non solo nel servizio sanitario nazionale, – ha aggiunto – quindi è chiaro che noi abbiamo bisogno che siano rappresentati adeguatamente anche i nostri obbiettivi formativi, ma la questione non è ancora stata definita».

Decisioni che dovrebbero passare attraverso quella Consulta delle Professioni Sanitarie che lo stesso Ministero ha istituito. «L’obbiettivo del Ministero deve essere quello di premiare chi si aggiorna e mostrare ai sanitari quanto la formazione costante sia importante» ha aggiunto. Non deve essere rappresentata «come adempimento burocratico» ma come punto fermo per garantire assistenza di prim’ordine ai propri pazienti.

«Prima della pandemia – ha concluso Lazzari – gli Ordini sanitari avevano raggiunto su questo tema un’intesa di massima molto importante, che comprendeva il rendere più flessibile il sistema ECM, snellirlo e valorizzare la formazione sul campo, incentivando il ruolo degli Ordini. Quello che chiediamo è che le professioni sanitarie diventino realmente protagoniste del loro aggiornamento».

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Il questionario di verifica dei corsi FAD deve essere somministrato esclusivamente in modalità on-line?
La Formazione a Distanza (FAD) può anche essere erogata attraverso riviste (e quindi documentazione cartacea) pertanto il questionario di verifica per i corsi FAD effettuati attraverso materiale cartaceo, può essere somministrato con modalità di verifica diversa da quella on-line. Il Provider, sulla base delle indicazioni formulate dal Comitato scientifico o dal Responsabile scientifico dell’evento, rende […]
Agenas al lavoro per migliorare l’offerta ECM. Di Falco: «Fondamentale la sinergia con i provider»
Il direttore dell’Ufficio Formazione ECM di Agenas: «Dal prossimo anno verifiche e sanzioni per chi non è in regola con i trienni prorogati al 31 dicembre. Imparare a pianificare aggiornamento per non ridursi all’ultimo»
Formazione ECM, Monaco (FNOMCeO): «Ordini valuteranno sanzioni per chi non è in regola»
Il segretario della Federazione degli Ordini dei medici: «Siamo enti sussidiari dello Stato, non possiamo che applicare le leggi»
Formazione ECM, Orlandi (Chimici-Fisici): «Essenziale ma l’offerta formativa è di livello non adeguato. Occorre investire»
La presidente della FNCF sottolinea l’importanza della Formazione: «Non dovrebbe essere vista come un costo ma come un investimento di lungo periodo». E ricorda: «Per gli iscritti non in regola risvolti in ambito di tutela assicurative». Poi chiede «la presenza di un numero adeguato di Provider in grado di offrire dei corsi di alto livello»
di Francesco Torre
Come deve essere effettuata dal Provider la verifica dell’apprendimento?
La verifica dell’apprendimento può essere effettuata con diversi strumenti: quesiti a scelta multipla o a risposta aperta, esame orale, esame pratico, produzione di un documento, realizzazione di un progetto, ecc. Se vengono usati i quesiti, devono essere standardizzati in almeno 3 quesiti per ogni credito ECM erogato e nel caso si predispongono quesiti a scelta […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 30 novembre, sono 262.221.568 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 5.208.466 i decessi. Ad oggi, oltre 7,95 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&n...
Ecm

Proroga ECM in scadenza, De Pascale (Co.Ge.A.P.S.): «Inviate agli Ordini posizioni formative degli iscritti»

Il presidente del Consorzio Gestione Anagrafica Professioni Sanitarie a Sanità Informazione: «Pronti ad affrontare fine proroga, poi Ordini valuteranno che azioni intraprendere con inadem...
Salute

Covid-19, tre categorie per 10 potenziali terapie contro il virus

La Commissione Europea sta definendo una rosa di 10 potenziali terapie per il Covid-19. Come agiscono questi farmaci? Quando è possibile somministrali? A chi? Risponde, a Sanità Informaz...
di Isabella Faggiano