Formazione 24 Febbraio 2022 16:00

Formazione, Anelli (FNOMCeO): «Medico del futuro? Del singolo cittadino e non della malattia»

«Vorremmo cambiare il codice deontoogico per mostrare ai cittadini come i medici possano essere uno strumento per loro, per comprendere quali sono i problemi di salute che hanno e rispondere alle proprie individuali esigenze»

Il Ministro della salute Roberto Speranza ha dichiarato, di recente, che ci sarà «un rilancio della formazione del personale sanitario. Saranno finanziate 2700 borse di specializzazione aggiuntive per 101 milioni. E un piano straordinario di formazione sulle infezioni ospedaliere per un importo di 80 milioni».

Formazione, Speranza: «Puoi comprare camici, non medici, infermieri e personale sanitario»

Speranza ha sempre considerato la formazione come un aspetto chiave della complessa gestione della pandemia. «Puoi comprare camici, respiratori, guanti, ma non medici, infermieri e personale sanitario. O lo hai formato con anni di programmazione, oppure non ce l’hai nell’esatto istante in cui ti servono» diceva qualche settimana fa all’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano.

Un medico formato e aggiornato è una garanzia per la salute dei cittadini

L’aggiornamento professionale in ambito medico è oggi più importante che mai. Non solo per l’emergenza Covid e per le possibili future pandemie ma anche perché scienza, medicina e tecnologia continuano a fare passi da gigante e bisogna tenere il passo. Di fronte al proliferare di fake news e disinformazione sulla medicina e in un clima di sfiducia nei confronti della scienza e dei suoi rappresentanti, un medico formato e aggiornato diventa una garanzia per la salute dei cittadini.

Formazione, Anelli: «Qualifichiamo la nostra azione attraverso i processi formativi»

Ne è profondamente convinto anche il presidente FNOMCeO Filippo Anelli. «La formazione del personale sanitario è assolutamente indispensabile – ha evidenziato ai nostri microfoni -. Noi professionisti sanitari qualifichiamo la nostra azione attraverso i processi formativi. Per questo, siamo sempre più impegnati sia nella formazione continua che nel migliorare la formazione dei nuovi medici».

«Medico del futuro? Del singolo cittadino e non il medico della malattia»

Su questo aspetto, Anelli ha dichiarato che «è in corso una profonda riflessione all’interno della nostra Federazione. Pensiamo che il medico del futuro debba essere il medico del singolo cittadino e non il medico della malattia come spesso è stato e come spesso succede. Vorremmo cambiare il codice deontologico per mostrare ai cittadini come i medici possono essere veramente uno strumento per loro, per comprendere quali sono i problemi di salute che hanno, rispondere alle proprie individuali esigenze. E per poter trovare nei medici la soluzione ai propri problemi».

 

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Formazione ECM, Monaco (Co.Ge.A.P.S.): «Obbligo morale e deontologico scritto nel DNA del medico»
L’inadempienza potrebbe comportare ricadute assicurative. «Al di là dell’obbligo di legge, ogni medico deve formarsi per dare al cittadino il massimo della professionalità e delle competenze». Così Il segretario della Federazione degli ordini dei medici sull'ECM
Ecm, Anelli: «Formarsi significa garantire la qualità delle prestazioni»
Il Presidente Fnomceo incentiva la formazione medica e invita ad assolvere l’obbligo formativo in vista della stretta sulle polizze assicurative. «Oggi il professionista sanitario non formato si trova di fronte a delle difficoltà di carattere medico legale. Né le assicurazioni, né i giudici potranno comprendere perché non si è formato»
Medici e infermieri: patto su assistenza. Anelli (Fnomceo): «Regioni in ritardo sui fabbisogni»
Riuniti i due Comitati Centrali Fnomceo-Fnopi: «Da noi le indicazioni per la qualità e l’efficienza dei servizi. Ai cittadini vanno garantite le competenze delle due professioni». Anelli: «DM 71 ha sottostimato fabbisogno infermieri nelle case di comunità e non ha risolto il problema della carenza dei MMG»
Speranza: «Risorse in sanità senza precedenti, serve analisi performance»
Il ministro della Salute Roberto Speranza ha parlato della nuova sanità, con i relativi investimenti, all'evento di presentazione dei risultati del sistema di valutazione della performance dei sistemi sanitari di Province autonome e Regioni
Più sanità pubblica e valorizzazione dei professionisti. Speranza: «Necessario grande “patto Paese”»
Idee e obiettivi per il Ssn emersi durante l’agorà “la Sanità pubblica è sostenibile. Assicurare le risorse, proteggere e valorizzare i professionisti”, organizzata dal Partito Democratico. Bonaccini: «Con Pnrr grande opportunità ma attenzione a non perdere le risorse. Rivedere numero chiuso in Medicina»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 24 giugno, sono 542.130.868 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.326.038 i decessi. Ad oggi, oltre 11,63 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Covid-19, che fare se...?

Quali sono i sintomi della variante Omicron BA.5 e quanto durano?

La variante Omicron BA.5 tende a colpire le vie aeree superiori, causando sintomi lievi, come naso che cola e febbre. I primi dati indicano che i sintomi durano in media 4 giorni
Covid-19, che fare se...?

Il vaccino può causare il Long Covid?

Uno studio americano ha segnalato una serie di sintomi legati alla vaccinazione anti-Covid. Ma per gli esperti non si tratta di Long Covid, ma solo di normali effetti collaterali