Formazione 2 agosto 2016

ECM. Attenzione massima delle Istituzioni: agevolazioni, ma tutti gli obblighi confermati

Maggiore flessibilità per i crediti; restano le scadenze previste dalla legge

Agevolare il medico nel rispetto dell’obbligo formativo ECM. Va in questa direzione la delibera approvata nell’ultima riunione della Commissione Nazionale della formazione continua che mira a favorire l’aggiornamento professionale previsto dalle normative. Una misura, dunque, a conferma della forte attenzione da parte delle Istituzioni su un tema molto sentito dagli operatori sanitari ed al centro del dibattito mediatico da diverse settimane.

Il documento interviene sulle modalità di acquisizione dei crediti formativi necessari per adempiere agli obblighi del triennio in corso (2014-2016). In particolare, a tutti gli operatori verranno applicate le disposizioni già previste per i liberi professionisti, dando dunque la possibilità di acquisire, per singolo anno, i crediti in maniera flessibile. Resta, invece, invariato l’obbligo formativo previsto per ogni professionista del sistema sanitario: quindi al termine di ogni triennio dovranno essere acquisiti 150 crediti e quindi in questo caso entro il 31-12-2016.

Nella delibera si profila anche l’eventualità della concessione di una proroga del raggiungimento del fabbisogno formativo, anche se, ad oggi, ufficialmente restano completamente invariati tutti gli obblighi già previsti dalla legge per tutti gli operatori sanitari.

Articoli correlati
ECM, tutte le novità del Manuale della formazione. Maccari (CNFC): «Aggiornamento importante per consapevolezza sia da parte del medico che del paziente»
«La volontà primaria di queste modifiche è quella di dare valore a questa certificazione aiutando il professionista a formarsi nella maniera più semplice ed efficace possibile». Così Marco Maccari, segretario della Commissione Nazionale per la Formazione Continua
di Cesare Buquicchio e Serena Santi
ECM, Fnomceo e Ois: salute e migranti, un corso gratuito per tutti i medici
Il corso Fad “Salute e migrazione: curare e prendersi cura” dell’Osservatorio Internazionale per la Salute si caratterizza per la particolare attenzione dedicata alle problematiche psicologiche dei migranti, con l’intento di favorire un approccio multiculturale nell’interazione tra gli operatori sanitari e gli stranieri presenti sul nostro territorio
 A chi compete la certificazione dei crediti formativi erogati dal Provider?
La certificazione compete esclusivamente all’Ordine, Collegio o Associazione professionale di appartenenza del partecipante all’evento. Spetta al Provider, oppure nel caso della sperimentazione, all’ente accreditante, inviare i dati al COGEAPS che li rende disponibili alle suddette istituzioni per la certificazione (cfr.: Accordo Stato-Regioni 5 novembre 2009).
Formazione ECM, Bovenga (Cogeaps): «Numeri in aumento rispetto a trienni precedenti. FAD supererà la residenziale»
I dati illustrati dal presidente del Cogeaps non sono ancora definitivi: «Tutti i professionisti sanitari sono potenzialmente in regola con il triennio 2014-2016. Possono infatti spostare al triennio precedente i crediti conseguiti fino al 31 dicembre 2019. Su una platea di 120mila professionisti, tuttavia, solo 4388 ad oggi hanno usufruito di questa opportunità»
Formazione continua in Medicina, al via l’Evento nazionale ECM, Bevere (AGENAS): “Introdotte novità determinanti”
Adesione record per l’evento organizzato dalla Commissione Nazionale Formazione Continua con il supporto di AGENAS. Coletto, Presidente AGENAS - «Formazione sempre più vissuta come fattore strategico e insostituibile per essere al passo con una sanità in continua evoluzione». Bevere, Dg AGENAS: «Questa due giorni va a concludere un triennio di innovazione e ammodernamento del settore dell’ECM»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Endometriosi, arriva nuovo Ddl: 25 milioni per la ricerca e bonus malattia. Sileri (Comm. Sanità): «Prevenzione e tutela contro patologia subdola»

Per contrastare il ritardo nella diagnosi il disegno di legge presentato al Senato prevede corsi di formazione per ginecologi e medici di famiglia e una Giornata nazionale per parlare della malattia. ...
Politica

Sunshine Act, ecco cosa prevede Ddl trasparenza. Il relatore Baroni (M5S): «Così si previene corruzione. Per i medici no oneri burocratici»

Il provvedimento, in discussione in Commissione Affari Sociali, è sul modello di una analoga legge francese. Soglia minima per la dichiarazione è 10 euro: l’obbligo sarà in capo alle industrie sa...
Formazione

Formazione ECM, c’è tempo fino al 2019 per mettersi in regola. La proposta di Lenzi (Area medica): «Rafforzare obbligo crediti in alcune discipline»

Delibera Agenas stabilisce che per il triennio 2014/2016 si potranno utilizzare i crediti maturati nel periodo 2017/2019. Il presidente del Comitato di Biosicurezza e Biotecnologie e membro della Comm...