Formazione 6 Novembre 2020 12:45

Disegno di legge sul numero chiuso a Medicina: «Ammesso con riserva chi ha fatto ricorso»

Massimo Tortorella, presidente Consulcesi: «In Italia mancano 56mila medici. Arriva in Parlamento il Ddl che consentirà l’accesso con riserva a chi ha presentato ricorso al Tar. Gli aspiranti camici bianchi hanno tempo fino all’11 dicembre per presentare ricorso»

Arriva in Parlamento un Disegno di legge che, se approvato, consentirà l’accesso alla Facoltà di Medicina con riserva a chi entro l’11 dicembre presenterà ricorso al Tar: «L’obiettivo è quello di tamponare la grave carenza di medici, causata in larga parte dal numero chiuso che impedisce l’ingresso a Medicina a migliaia di candidati ogni anno», spiega Massimo Tortorella, presidente di Consulcesi, network legale di riferimento per le professioni sanitarie.

Si stima che in Italia manchino all’appello 56mila camici bianchi. «Una carenza, questa, che da anni rappresenta un cruccio per il nostro Servizio sanitario nazionale e che ora sta creando gravi difficoltà nella gestione della pandemia», sottolinea il presidente di Consulcesi. «Basta pensare a quanto sta succedendo in Calabria, diventata ‘zona rossa’ per mancanza di personale sanitario e non per numero di contagi», aggiunge. Da qui la necessità di mettere una toppa: «Aprire le Facoltà di Medicina anche ai candidati esclusi è un tentativo per evitare che in futuro ci si debba ritrovare nuovamente in questa situazione di emergenza», evidenzia Tortorella. «Una sanatoria, insomma, per limitare i danni di un sistema di selezione che, come ormai è chiaro, è inadeguato allo scopo». La nota positiva di questo provvedimento, qualora venisse approvato, è che le Facoltà avranno tutto il tempo di adeguare gli spazi all’arrivo dei candidati riammessi. «La didattica a distanza, resa necessaria dalla pandemia, consentirà infatti di gestire le lezioni anche in presenza di un numero di studenti più grande», specifica Tortorella.

Consulcesi, tuttavia, invita i legislatori a cogliere questa opportunità per ripensare in maniera definitiva il sistema di selezione dei futuri medici. «Perché non è solo questione di numeri», dice Tortorella. Consulcesi, infatti, ha già evidenziato numerose “falle” al sistema del Numero Chiuso e della selezione con domande a crocette. «Ormai è chiaro che non è adatto a selezionare gli aspiranti medici più meritevoli e questo porta all’esclusione di migliaia di potenziali medici eccellenti», sottolinea Tortorella. A questo si aggiungono le centinaia di irregolarità segnalate in tutta Italia che, quest’anno, hanno portato a un aumento di circa il 10 per cento dei ricorsi.

Consulcesi mette a disposizione dei candidati lo sportello virtuale www.numerochiuso.info e i canali social dedicati, per raccogliere testimonianze e fornire informazioni su come tutelarsi in caso di scorrettezze durante la prova. A loro disposizione ci sono consulenti consultabili gratuitamente attraverso il numero verde 800.189091.

Per tutte le informazioni sul Test di Medicina, vai sul portale Numero Chiuso

Articoli correlati
Allarme carenza medici di famiglia, ma i posti per diventarlo sono pochissimi
Il prossimo 28 aprile si terranno i test d'ingresso al Corso di formazione specifica in Medicina Generale. Su quasi 12mila candidati ci sono solo 1.302 posti disponibili. Solo 1 su 10 passerà, ma in presenza di irregolarità è possibile fare ricorso. Tortorella (Consulcesi): «È inaccettabile mandare a casa migliaia di giovani medici, specialmente in questo complicato periodo d'emergenza»
Burnout e preoccupazioni, ma anche tante soddisfazioni. Ecco perché (non) fare il medico secondo Paolo Nucci
In un libro tutto quel che un aspirante medico deve sapere per fare una scelta di vita consapevole
Vaccini, Rasi: «Test sierologici e seconda dose diversa dalla prima possono essere chiave, avviare studi»
La web conference per presentare il corso Ecm di Consulcesi Club su vaccini e varianti con Guido Rasi (ex Ema) e Massimo Tortorella, presidente Consulcesi
Guido Rasi nuovo direttore scientifico di Consulcesi Club: «Formazione medica essenziale, specialmente in pandemia»
Massimo Tortorella, presidente Consulcesi: «Il nostro obiettivo sarà quello di rendere la formazione professionale competitiva a livello europeo, attraverso la tecnologia e l’innovazione»
Numero chiuso Medicina: dal Consiglio di Stato via libera a frequenza corsi a chi è entrato con riserva
L’ordinanza 590/221 sottolinea l’«urgenza di proseguire gli studi». Massimo Tortorella, Presidente Consulcesi: «Ancora una volta si è dovuti passare per i Tribunali per ottenere il diritto allo studio»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 7 maggio, sono 156.080.676 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 3.256.425 i decessi. Ad oggi, oltre 1,22 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&n...
Voci della Sanità

Terapia domiciliare Covid, Ministero ricorre al Consiglio di Stato. Il Comitato: «Ricorso in appello va contro voto del Senato»

«Chiediamo al Ministro della Salute Speranza delucidazioni in merito alla decisione di ricorrere in Appello, alla luce dell’opposto indirizzo votato dal Senato» scrive in una nota Er...
Salute

Vaccini e rischi, Peyvandi (EMA): «No ad eparina o aspirina prima dell’inoculazione»

Le raccomandazioni di Flora Peyvandi del comitato scientifico dell’Agenzia: «Non bisogna neppure sospendere la pillola anticoncezionale»
di Federica Bosco