Formazione 21 agosto 2018

MMG, il Ministro Grillo chiede a Regioni nuovi bandi e data concorso | ECCO LA LETTERA

Dopo l’aumento del numero di borse di studio sancito lo scorso primo agosto, la titolare del dicastero della Salute evidenzia la necessità di «rendere noto l’incremento dei posti messi a bando per evitare una esposizione ad eventuali contenziosi»

Immagine articolo

La prova di accesso al corso di formazione specifica in medicina generale, prevista per il prossimo 25 settembre, potrebbe essere spostata. Il ministro della Salute Giulia Grillo ha infatti chiesto alle Regioni di riaprire i bandi di concorso per l’accesso al corso di formazione specifica in medicina generale e di fissare una nuova data per lo svolgimento della prova. In una lettera indirizzata al presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome Stefano Bonaccini, il Ministro spiega come la riapertura dei bandi sia necessaria a seguito dell’aumento del numero di borse di studio per il triennio 2018/2021: l’intesa raggiunta lo scorso primo agosto sul riparto delle quote vincolate per gli obiettivi di Piano anno 2018 ha permesso infatti di accantonare ulteriori 40 milioni di euro per il finanziamento di 860 borse di studio per il corso in medicina generale.

LEGGI QUI LA LETTERA

«In particolare – si legge nella lettera – è stato previsto che il riparto delle suddette risorse dovrà attuarsi, sulla base della quota d’accesso, nella prima riunione utile della Conferenza Stato-Regioni, autorizzando altresì l’immediato utilizzo dei fondi in questione, a partire dai corsi che inizieranno nel 2018».

LEGGI ANCHE: MMG, RIAPERTURA BANDO E NUOVA DATA CONCORSO. SNAMI: «L’INIZIO DELLA RINASCITA DELLA SANITÀ TERRITORIALE»

La riapertura dei bandi regionali si rende quindi necessaria «al fine di rendere noto l’incremento dei posti messi a bando e delle relative borse di studio, per evitare una esposizione ad eventuali contenziosi che potrebbero essere proposti da coloro che dovessero ritenere di aver perso la possibilità di partecipare al concorso stante l’aumento delle borse nelle singole Regioni».

LEGGI ANCHE: TRA RABBIA E SPERANZA, GLI ASPIRANTI SPECIALIZZANDI DOPO IL CONCORSO: «DOMANDE PIU’ DIFFICILI E TROPPO NOZIONISTICHE»

 

Articoli correlati
“Estate Tranquilla”, parla il Comandante dei NAS Generale Lusi: «Molti casi di esercizio abusivo della professione infermieristica»
Presentato il report sui controlli estivi del Nucleo Anti Sofisticazioni dell’Arma dei Carabinieri. 3700 le ispezioni, 14 strutture socio-sanitarie chiuse. Grillo: «I nostri cittadini più fragili non possono vivere in strutture igienicamente carenti o in cui la manutenzione dei locali è scarsa o, peggio ancora, in cui le cure non sono erogate come previsto»
di Cesare Buquicchio e Giovanni Cedrone
Formazione MMG, Fraccaro al Question time: «Incarichi anche a chi frequenta il corso. Sindacati saranno coinvolti in scelte»
Il Ministro per i Rapporti con Il Parlamento ha risposto a una interrogazione della deputata Rosa Menga, giovane medico. E riporta i dati del Ministero della Salute: «Due terzi dei medici di medicina generale presentano un’età uguale o superiore a 60 anni e 1 su 5 è sulla fascia di età 65-70»
Ministero Salute, Guido Carpani nominato nuovo capo di gabinetto
Subentra ad Alfonso Celotto che aveva lasciato il Ministero il mese scorso. Guido Carpani era già stato capo di gabinetto per il ministro Renato Balduzzi
Contratto, Grillo ai medici: «Siamo dalla vostra parte». Ma per fondo solo 1 mld in più. Poi annuncia: «Utilizzeremo specialisti al quinto anno»
Il Ministro torna sul tema del numero chiuso: «Abolizione graduale, ma prima tavolo con università». E chiarisce: «Serve programmazione più lunga, non è pensabile esaurire programma elettorale in tre mesi»
di Cesare Buquicchio e Giovanni Cedrone
Medici precari INPS, interrogazione di De Poli (Udc) a Di Maio e Grillo: «Non hanno ferie né malattie, profilo professionale umiliato»
Sono 900 i camici bianchi a partita Iva dell’Istituto di previdenza che vengono rinnovati di anno in anno. Nella stessa situazione anche 300 operatori sociali
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

ECM e validazione delle competenze mediche: più spazio alla professione. Lavalle (Agenas): «Ecco come funzionerà»

«Dare un valore all’apprendimento non certificato è utile stimolo per professionista» così Franco Lavalle, vicepresidente OMCeO Bari e membro dell’Osservatorio Nazionale del’ Age.na.s
Professioni Sanitarie

Professioni sanitarie, Beux (TSRM e PSTRP): «Ordine favorirà qualità. Ora servono decreti attuativi»

Inizia a prendere vita il nuovo ordine istituito nella scorsa legislatura. 33mila i professionisti già censiti ma se ne stimano 230-240mila
Salute

Pensioni, i contributi vanno in prescrizione? Cavallero (Cosmed): «Controllate estratto conto Inps»

Tra i temi affrontati alla Giornata della previdenza anche la contribuzione ridotta della quota B («Si può comunicare anche dopo il 30 settembre»), le prospettive di riforma della Legge Fornero ed ...