Formazione 30 Agosto 2021 13:04

Carenza medici di famiglia, la Lombardia preme sul Governo per avere più borse di studio per MMG

Monti (presidente Commissione Sanità): «Dialogo aperto con il Ministro Messa. In Consiglio regionale approvata la delibera per aumentare il numero dei pazienti di medici in formazione»

di Federica Bosco
Carenza medici di famiglia, la Lombardia preme sul Governo per avere più borse di studio per MMG

Secondo i dati della Federazione italiana medici di medicina generale, entro il prossimo anno saranno circa 1800 i medici di famiglia che andranno in pensione in Lombardia, mentre 786 saranno i posti vacanti nelle ATS lombarde. Serve dunque un piano straordinario. L’appello lanciato dagli enti di categoria è stato raccolto da Regione Lombardia che da tempo sta lavorando per ridurre il gap che si è generato negli ultimi anni e che continuerà ad aggravarsi, come conferma il presidente della commissione sanità Emanuele Monti «In Lombardia ci sono circa 900 ambiti carenti, il che significa che esiste un problema legato al turnover dei medici che si è accentuato negli ultimi anni».

Dando uno sguardo alla media dei pensionamenti, infatti, il gap è evidente: se a partire dal 2012/2013 la media era di 300/350 medici che andavano in pensione l’anno, mentre le borse di studio previste dal Ministero erano 100/150, si è via via registrata una carenza di 150/200 posti ogni dodici mesi che ha portato al buco attuale.

Dopo un incremento delle borse, un passo indietro

«Negli anni 2018/2019/2020 c’è stato un intervento della Conferenza Stato-Regioni per ampliare questo numero e risolvere il problema, arrivando fino all’assegnazione di 300/350 borse l’anno – puntualizza Monti -. Purtroppo però nel 2021 si è tornati indietro e le borse di studio destinate alla medicina generale in Lombardia sono scese sotto le duecento unità».

Ora dialogo con il governo Draghi per aumentare le borse di studio in Lombardia

Una scelta ampliamente contestata da Regione Lombardia, come puntualizza Monti: «È stato uno schiaffo enorme alla sanità del territorio in un momento in cui l’emergenza Covid aveva evidenziato l’esigenza di potenziare quell’ambito. Una decisione che non trova spiegazione e che ha visto il Consiglio regionale e molti Comuni lombardi far passare una mozione per impegnare il governo ad aumentare le borse di studio destinate alla Lombardia. Ora è in corso un dialogo con il ministro dell’Università e della ricerca, Maria Cristina Messa, che condivide questa battaglia ed ha promesso un impegno del governo».

Approvata la delibera per portare a 1000 il numero dei pazienti per MMG in formazione al terzo anno

Mentre prosegue il dialogo tra Regione e Ministero, a fine luglio in Consiglio regionale è stata approvata una delibera per offrire un altro strumento possibile per colmare il gap: «Per fare in modo di ridurre gli ambiti carenti, i giovani medici al terzo anno di formazione potranno avere in carico fino a mille pazienti, mentre prima erano 600 – spiega il presidente della commissione sanità di Regione Lombardia -. Non solo, la delibera approvata va a normare anche una serie di piccole problematiche di carattere amministrativo presenti per rendere meno burocratica la presa in carico di nuovi pazienti, mentre con Roma si dialoga per cambiare le regole del numero chiuso che è un ostacolo da superare».

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Sanità, Laboratorio Lombardia: a Milano per la prima volta confronto tra tutti i soggetti della filiera
L’appuntamento, dal titolo "Sanità Futura: quali prospettive per lo sviluppo del sistema lombardo?", è stata anche l’occasione per individuare le prossime iniziative in grado di supportare la messa a terra della riforma regionale del 2021 e del dm 77 sulla riorganizzazione della medicina territoriale
Istat, Cittadini (Aiop): «Rinuncia cure, liste d’attesa e carenza medici criticità del SSN da risolvere»
Per risolvere il problema della carenza di medici Aiop invita il decisore pubblico a valutare di adottare una «normativa di emergenza per assumere neolaureati e specializzandi. È doveroso, in ogni caso, coniugare la responsabilità, alla quale tutti siamo chiamati, con un’attenta programmazione»
Sport in ricetta medica, Sbrollini (Iv): «Aiutiamo a crescere sani i giovani, SSN ne beneficerà»
La senatrice di Italia Viva ripresenterà il disegno di legge sullo sport in ricetta medica e sulle detrazioni fiscali per l’attività sportiva: «A volte, a causa di difficoltà economiche, il genitore rinuncia a mandare il figlio a fare sport perché ci sono altre priorità». Medici di medicina generale e pediatri favorevoli
Medicina generale, la denuncia di Fismu: «Riforma ancora in alto mare, manca atto di indirizzo»
Le proposte della Federazione Italiana Sindacale Medici Uniti alla vigilia della segreteria nazionale di sabato del sindacato
Pierpaolo Sileri, bilancio di un governo con il sottosegretario alla Salute uscente
Con il sottosegretario alla Salute del governo Draghi Pierpaolo Sileri analizziamo il governo Draghi, quello che verrà e le armi per risolvere la carenza di medici e professionisti sanitari che ancora permane
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Dalla Redazione

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Ad oggi, 5 dicembre 2022, sono 645.344.408 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.641.218 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE. I casi in Italia L’ultimo bollettino di...
Covid-19, che fare se...?

Se ho avuto il Covid-19 devo fare lo stesso la quarta dose?

Il secondo booster è raccomandato anche per chi ha contratto una o più volte il virus responsabile di Covid-19. Purché la somministrazione avvenga dopo almeno 120 giorni dall'esit...
Covid-19, che fare se...?

Quali sono gli effetti collaterali della quarta dose?

Gli effetti collaterali dell'ultimo richiamo di Covid-19 sono simili a quelli associati alle dosi precedenti: un leggero gonfiore o arrossamento nel punto di iniezione, stanchezza e mal di testa