Formazione 30 Agosto 2021 13:04

Carenza medici di famiglia, la Lombardia preme sul Governo per avere più borse di studio per MMG

Monti (presidente Commissione Sanità): «Dialogo aperto con il Ministro Messa. In Consiglio regionale approvata la delibera per aumentare il numero dei pazienti di medici in formazione»

di Federica Bosco
Carenza medici di famiglia, la Lombardia preme sul Governo per avere più borse di studio per MMG

Secondo i dati della Federazione italiana medici di medicina generale, entro il prossimo anno saranno circa 1800 i medici di famiglia che andranno in pensione in Lombardia, mentre 786 saranno i posti vacanti nelle ATS lombarde. Serve dunque un piano straordinario. L’appello lanciato dagli enti di categoria è stato raccolto da Regione Lombardia che da tempo sta lavorando per ridurre il gap che si è generato negli ultimi anni e che continuerà ad aggravarsi, come conferma il presidente della commissione sanità Emanuele Monti «In Lombardia ci sono circa 900 ambiti carenti, il che significa che esiste un problema legato al turnover dei medici che si è accentuato negli ultimi anni».

Dando uno sguardo alla media dei pensionamenti, infatti, il gap è evidente: se a partire dal 2012/2013 la media era di 300/350 medici che andavano in pensione l’anno, mentre le borse di studio previste dal Ministero erano 100/150, si è via via registrata una carenza di 150/200 posti ogni dodici mesi che ha portato al buco attuale.

Dopo un incremento delle borse, un passo indietro

«Negli anni 2018/2019/2020 c’è stato un intervento della Conferenza Stato-Regioni per ampliare questo numero e risolvere il problema, arrivando fino all’assegnazione di 300/350 borse l’anno – puntualizza Monti -. Purtroppo però nel 2021 si è tornati indietro e le borse di studio destinate alla medicina generale in Lombardia sono scese sotto le duecento unità».

Ora dialogo con il governo Draghi per aumentare le borse di studio in Lombardia

Una scelta ampliamente contestata da Regione Lombardia, come puntualizza Monti: «È stato uno schiaffo enorme alla sanità del territorio in un momento in cui l’emergenza Covid aveva evidenziato l’esigenza di potenziare quell’ambito. Una decisione che non trova spiegazione e che ha visto il Consiglio regionale e molti Comuni lombardi far passare una mozione per impegnare il governo ad aumentare le borse di studio destinate alla Lombardia. Ora è in corso un dialogo con il ministro dell’Università e della ricerca, Maria Cristina Messa, che condivide questa battaglia ed ha promesso un impegno del governo».

Approvata la delibera per portare a 1000 il numero dei pazienti per MMG in formazione al terzo anno

Mentre prosegue il dialogo tra Regione e Ministero, a fine luglio in Consiglio regionale è stata approvata una delibera per offrire un altro strumento possibile per colmare il gap: «Per fare in modo di ridurre gli ambiti carenti, i giovani medici al terzo anno di formazione potranno avere in carico fino a mille pazienti, mentre prima erano 600 – spiega il presidente della commissione sanità di Regione Lombardia -. Non solo, la delibera approvata va a normare anche una serie di piccole problematiche di carattere amministrativo presenti per rendere meno burocratica la presa in carico di nuovi pazienti, mentre con Roma si dialoga per cambiare le regole del numero chiuso che è un ostacolo da superare».

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Smi, Cgil Medici e Simet a Speranza: «Rilanciare medicina generale con contratto innovativo e dignitoso»
Pina Onotri, Andrea Filippi e Mauro Mazzoni, in rappresentanza dei tre sindacati, scrivono una lettera al Ministro della Salute sul contratto dei MMG e sul Pnrr
Mmg dipendenti in Lombardia? «Una follia» ribatte la FIMMG
Si parla insistentemente di medici di famiglia dipendenti in Lombardia, ma potrebbe succedere davvero? Il "no" di FIMMG è piuttosto netto nelle parole della segretaria regionale, ecco perché
SNAMI: «Fuga dalla Medicina generale, si aggravano le carenze»
Attacchi contro i professionisti e nuovi compiti assegnati durante la pandemia hanno peggiorato la situazione: si fugge dalla medicina del territorio, con il rischio di aumentare ulteriormente carenze già evidenti
Mmg minacciati per le esenzioni dal vaccino, cosa si rischia e cosa si può fare
Sono sempre più i medici di famiglia che ricevono via PEC dai propri assistiti richieste di prescrivere esami specifici finalizzati a evitare il vaccino, pena ripercussioni legali. Ma come comportarsi in questi casi? Ne parliamo con il segretario Fimmg Silvestro Scotti
Boom di tamponi rapidi in farmacia. Racca (Federfarma Lombardia): «Servizio gratuito per i ragazzi in 700 presìdi»
Dal 23 agosto tamponi gratuiti anche per i bambini dai 6 ai 14 anni e prezzi calmierati per gli adulti. Dal 1 ottobre possibile anche il vaccino in farmacia
di Federica Bosco
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 16 settembre, sono 226.391.916 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 4.659.920 i decessi. Ad oggi, oltre 5,78 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Salute

Aumentano i contagi tra i sanitari: 600% in più in un mese, l’84% sono infermieri

La presidente FNOPI Mangiacavalli interpreta i dati dell'ISS. Anche nel Regno Unito gli studi confermano che la protezione dall'infezione si riduce dopo 5 mesi dalla seconda dose per Pfizer e AstraZen...
Covid-19, che fare se...?

Chi ha diritto alla certificazione di esenzione dal vaccino anti Covid-19?

Il vademecum della SIMG, in collaborazione con ministero della Salute e Istituto Superiore di Sanità, sui casi particolari in cui la vaccinazione contro il Covid-19 è controindicata o ri...