Formazione 2 agosto 2016

“Cardiopathos”: il Film Formazione che ti allunga la vita…

On line il nuovo corso FAD per i medici sulla rianimazione cardio-polmonare e le manovre di disostruzione basato sulle recenti linee guida dell’American Heart Association

Spiegare le pratiche di rianimazione attraverso un film. È questo l’obiettivo che si prefigge “Cardiopathos”, l’ultimo “Film Formazione” realizzato dal Provider Sanità in-Formazione e disponibile sulla piattaforma Consulcesi Club. La pellicola, scritta e diretta dal regista Augusto Natale, si accompagna al corso ECM di BLSD – PBLSD e manovre di disostruzione, valido per tutte le professioni mediche.

Sono già oltre 2mila percorsi formativi iniziati, la metà dei quali già completati, in pochissime settimane dalla diffusione. Un successo che rispecchia la natura con cui è nato il genere dei “Film Formazione”, un filone di pellicole sui temi medici e scientifici di maggiore attualità ed interesse, interpretate da attori di caratura nazionale e internazionale. I film affiancano gli oltre 100 corsi del più ricco catalogo ECM del web, offerto gratuitamente per 9 mesi a tutti i medici italiani, ed aiutano i professionisti a a conseguire i 150 crediti formativi da conseguire entro il 31 dicembre 2016.

Cardiopathos, il cui progetto è stato curato dall’infermiere istruttore BLSD Gabriele Bozza, illustra le ultime linee guida dell’American Heart Association sulla rianimazione cardiopolmonare mediante l’uso del defibrillatore automatico esterno (BLSD – PBLSD), che costituiscono la base dei protocolli salvavita usati dagli operatori sanitari, dalle aziende e dagli ospedali di tutto il mondo. Al termine del film, gli stessi interpreti forniscono al medico le “pillole formative”, didascalie scientifiche finalizzate all’acquisizione delle competenze teorico/pratiche relative alle recenti procedure. Un questionario finale accerta la comprensione dei contenuti della science fiction e assegna i crediti formativi.

Il film è l’ultimo di una fortunata serie che ha già popolato le sale di prestigiosi festival cinematografici, suscitando l’interesse di diverse università italiane. Tra i titoli disponibili, “No Limits”, diretto dal regista Christian Marazziti e interpretato da Gianluca Spinello e Sara Zanier, sul profilo clinico e psicologico delle disabilità motorie e sulla relativa riabilitazione; “e-bola” anch’esso di Marazziti, realizzato in collaborazione con l’Istituto nazionale per le malattie infettive Spallanzani; “Like a Butterfly”, dedicato al carcinoma polmonare e interpretato dall’attore di fama internazionale e 5 volte Golden Globe Ed Asner. Prossima l’uscita di un docufilm sulla formazione dei medici in prima linea nell’accoglienza ai migranti.

«I medici italiani apprezzano sempre di più questo tipo di formazione alternativa, lo dice il numero in crescente aumento di coloro che fruiscono dei film e delle relative pillole formative sulla nostra piattaforma dedicata – spiega Massimo Tortorella, presidente di Consulcesi Group –. Oggi rappresentano l’opzione più rapida ed efficace per mettersi in regola con l’aggiornamento professionale obbligatorio di prossima scadenza ed evitare il rischio di incorrere in sanzioni quali l’inserimento in blacklist per tutto il triennio 2017-2019». “Cardiopathos”, insieme agli altri “Film Formazione”, ai corsi di specializzazione, ai corsi medici interattivi e ai video corsi di lingua, è fruibile gratuitamente per 9 mesi per tutti i medici sulla piattaforma Consulcesi Club all’indirizzo www.corsi-ecm-fad.it. Per informazioni e per tutti gli altri servizi è possibile contattare il numero verde 800.122.777 o consultare il sito www.consulcesi.it.

 

Articoli correlati
Contenziosi pazienti-operatori sanitari, Nicola Titta (Anep): «Bene Arbitrato, professioni siano coinvolte. E per la Formazione si lavori su Codice deontologico»
Il Presidente dell’Associazione Nazionale educatori professionali guarda positivamente alla proposta lanciata dal gruppo Consulcesi su una camera di conciliazione per gestire l’enorme mole di ricorsi: «Registriamo tante aggressioni»
Medici nel mirino delle denunce: accusati di errori chirurgici, diagnosi sbagliate e terapie scorrette
Al fianco dei medici scende in campo la task force legale di Consulcesi & Partners, che dopo l'evento al Ministero della Salute ha ricevuto migliaia di segnalazioni: al primo posto ci sono gli errori chirurgici (37,9% dei casi), seguono le diagnosi sbagliate (15,5%) e le terapie scorrette (10,2%)
Responsabilità professionale e cause temerarie, De Lillo (Agenas): «Formazione continua fondamentale per ridurre rischi»
Ai microfoni di Sanità Informazione il Presidente Facente Funzione dell’Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali spiega quali sono le possibili soluzioni per ridurre un contenzioso che riguarda circa 300mila cause all’anno: «Bene l’arbitrato della salute, ma rivedere anche applicazione del patto quota lite»
di Arnaldo Iodice e Giovanni Cedrone
Cittadinanzattiva: «Bene “Arbitrato della salute” ma lavorare su prevenzione rischi e corretta comunicazione»
Così si è espressa l'organizzazione in merito alla proposta di Consulcesi volta a trovare una soluzione alle troppe controversie in ambito sanitario. La vicesegretaria Moccia: «Necessario lavorare per ridurre la conflittualità»
Contenziosi sanitari, incontro al Ministero della Salute: «Dialogo e formazione la ricetta delle istituzioni»
Evento Consulcesi al Ministero della Salute con FNOMCeO, Fnopi, Agenas, Cittadinanzattiva e molte altre istituzioni della sanità: «Un Arbitrato della Salute per ridurre il contenzioso tra sanitari e cittadini. Medico in regola con formazione riduce del 40% il rischio di contenziosi». Anelli (presidente FNOMCeO): «Noi medici ci dobbiamo impegnare sulla qualità. La formazione universitaria ed ECM è una garanzia per noi e per i pazienti»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Sanità internazionale

La lettera di un medico stressato: «Il mio lavoro sta prosciugando la mia umanità»

«L’ultimo tuo contatto umano, poco prima che le tue condizioni peggiorassero velocemente e morissi, è stato con un medico stressato e distaccato, che ha interrotto il tuo ricordo felice. Ti chiedo...
Lavoro

Ex specializzandi: nel 2018 dallo Stato rimborsi per oltre 48 milioni e nuovi ricorsi sono pronti per il 2019

La "road map dei risarcimenti" regione per regione: Lazio in testa con 9 milioni, sul podio Lombardia e Sicilia. Più di 31 milioni al centro-sud con la Sardegna in forte crescita. Pronta la nuova azi...
Mondo

Da Messina alla Nuova Zelanda, la storia del fondatore di Doctors in Fuga: «Così aiuto giovani medici ad andare all’estero»

Stipendi più alti, maggiore attenzione al merito, assenza di contenziosi legali grazie ad una migliore comunicazione tra medici e pazienti. Davide Conti è in Nuova Zelanda da nove anni e non ha alcu...