Formazione 18 Gennaio 2019

Agenas, De Lillo presidente ad interim. L’intervista all’ex senatore: «Formazione chiave per rendere assistenza sanitaria più eccellente»

In attesa della nomina del nuovo presidente, prende le redini dell’Agenzia Nazionale per i servizi sanitari Regionali Stefano De Lillo: «Puntiamo su formazione a distanza per rendere efficace la qualità dei servizi»

di Serena Santi e Giulia Cavalcanti
Immagine articolo

È Stefano de Lillo, ex senatore e cardiologo, il nuovo presidente ad interim di Agenas. In qualità di membro più anziano del Cda dell’Agenzia, De Lillo subentra al dimissionario Luca Coletto nominato Sottosegretario alla Salute. Il nuovo presidente ad interim rimarrà in carica fino all’elezione del nuovo presidente e Sanità Informazione lo ha intervistato per tracciare un bilancio del passato e discutere le prospettive del futuro formativo dei professionisti sanitari.

Lei è diventato presidente ad interim di Agenas, come si sente in questa veste e quale pensa possa essere, in questa finestra di tempo, il suo apporto all’Agenzia?

«Si tratta di una carica che acquisisco in quanto consigliere anziano di Agenas in seguito alle dimissioni del presidente Luca Coletto che ha assunto l’incarico di Sottosegretario alla Salute. Innanzitutto faccio un grande in bocca al lupo al presidente, ora sottosegretario, per il suo nuovo e importante incarico. Sono contento di aver avuto la possibilità di completare il mio percorso all’interno di Agenas con questa presidenza e ho intenzione di continuare l’ottimo lavoro che il presidente Coletto e il direttore generale Bevere stanno portando avanti da tempo per rendere sempre più operativa ed efficace la funzione dell’Agenzia. L’Agenas sta lavorando intensamente per rendere i livelli della nostra assistenza sanitaria sempre più alti e ho intenzione di proseguire questo cammino».

LEGGI ANCHE: SOTTOSEGRETARIO SALUTE, GOVERNO: «SARA’ LUCA COLETTO». IL PRESIDENTE AGENAS E ASSESSORE SANITA’ DEL VENETO SOSTITUIRA’ FUGATTI

Che importanza attribuisce alla formazione continua per i professionisti sanitari?

«La formazione continua è fondamentale soprattutto per i professionisti della sanità, i medici e le altre professioni sanitarie e Agenas sta svolgendo un ruolo importantissimo affinché i nostri medici forniscano prestazioni di sempre maggior livello. Per riuscire in questo obiettivo rendere la formazione sempre più avanzata è strategico per i nostri sanitari al livello di nuove conoscenze scientifiche».

In questo panorama la formazione a distanza dovrebbe avere un posto in prima fila?

«La formazione a distanza è un mezzo moderno e va sfruttata perché permette di ottimizzare i tempi per un aggiornamento completo. Inoltre la formazione a distanza offre la possibilità di riapprofondire gli argomenti di studio e fornire una formazione sempre più specialistica che già rappresenta un livello di altissima professionalità del panorama dei medici a livello internazionale».

Articoli correlati
Covid-19, on line la prima collana formativa. Zucchiatti (Sanità in-Formazione): «Nozioni fondamentali per prevenire il contagio»
Consulcesi, attraverso il provider, ha realizzato una raccolta di materiale formativo indirizzato a tutti i professionisti sanitari: «I corsi ECM FAD della collana Covid-19 sono costruiti sulla base delle evidenze scientifiche attualmente disponibili e delle fonti ufficiali di informazione e aggiornamento»
Da quando decorre l’obbligo formativo?
L’obbligo di formazione continua decorre dal 1° gennaio successivo alla data di iscrizione all’Ordine. Per le professioni il cui esercizio non era precedentemente subordinato all’iscrizione ad Ordini, l’obbligo di formazione decorre dal 1° gennaio successivo al conseguimento del titolo di studio o altro provvedimento abilitante. Da tale data, il professionista sanitario deve maturare i crediti […]
Quali regole deve adottare il Provider sul luogo di svolgimento di un evento?
La sede dell’evento deve essere conforme alla normativa in materia di sicurezza dei luoghi e deve essere adeguata alla tipologia di attività formativa erogata. Il provider non può organizzare eventi formativi presso sedi, anche estere, rese disponibili da aziende aventi interessi commerciali in ambito sanitario.
Agenas commissariata, la decisione del governo fino alla fine dell’emergenza Covid-19
Decisione contenuta nel Dl Imprese, al nuovo commissario i poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione
Inquinamento domestico 5 volte maggiore di quello esterno: 10 indicazioni utili per una quarantena più sana
Areare gli ambienti 2-3 volte al giorno, non fumare al chiuso ed evitare accumuli di polvere i consigli degli esperti. Online Il corso FAD “Habitat. Medicina ambientale e patologie correlate”, promosso da Consulcesi Club
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 22 maggio, sono 5.106.155 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 332.978 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA   Bollettino delle ore 18:00 del 22 ma...
Lavoro

Covid-19 e Fase 2, come prevenire il contagio: ecco il vademecum per gli operatori sanitari

Le misure di protezione per gli operatori e i pazienti, l’organizzazione degli spazi di lavoro, la guida al corretto utilizzo dei Dpi, il triage telefonico, la sanificazione e la disinfezione degli ...
Salute

«A Piacenza onda d’urto impressionante, per questo abbiamo il più alto numero di morti». Parla il pioniere della lotta al virus Luigi Cavanna

L’oncologo noto per i suoi interventi ‘casa per casa’ per sconfiggere l’epidemia: «Azione precoce arma vincente, nessun paziente curato a domicilio è morto». E ricorda i primi giorni dell'e...