Formazione 19 dicembre 2016

ECM, per Natale la formazione diventa social e sbarca su facebook

Un modo originale e divertente per sdrammatizzare una delle tematiche più attuali e sentite dal mondo medico. Tre clip per conoscere tutti i servizi forniti per la professione sanitaria e il tempo libero. Consulcesi Group: «Da sempre a fianco dei medici, con i social strizziamo l’occhio anche ai più giovani»

Tre clip divertenti, realizzate dall’agenzia Docta Comunicazione, sono il volto scanzonato con cui Consulcesi Group, realtà leader da oltre 20 anni nella tutela dei camici bianchi, vuole presentarsi alla comunità di Facebook. Il messaggio si rivolge ai medici, soprattutto ai professionisti più giovani e affronta, con una sottile vena ironica, un argomento di grande attualità, particolarmente sentito dal settore: la formazione continua obbligatoria. Stando ai più recenti dati forniti da uno studio dell’Osservatorio Internazionale della Sanità (OIS) sull’educazione obbligatoria delle professioni sanitarie, meno della metà dei medici (per la precisione, il 47%, che scende al 37,9% nel caso degli under 45) è in regola con l’aggiornamento.

Il protagonista dei tre sketch è per l’appunto un medico che ha sottovalutato l’importanza della formazione e si rende conto della gravità della sua condotta solo in prossimità del Natale. Infatti, intento a festeggiare le feste con la sua famiglia, in un clima che ricorda il racconto di “Christmas Carol” di Charles Dickens, il medico inadempiente riceve una visita dal ‘fantasma ECM’ che gli ricorda il dovere di aggiornarsi per ottemperare agli obblighi della sua professione. La soluzione per cacciare il fantasma? È contenuta in uno dei pacchi che la moglie, insieme ai tre figli, ha regalato al marito. Dopo una cravatta e un maglione, il medico scarta un regalo in cui trova tutta l’offerta di Consulcesi Club, contenente servizi ormai diventati indispensabili per organizzare al meglio la vita lavorativa e il tempo libero del professionista sanitario.

«Si tratta – spiegano da Consulcesi Group – di una tappa molto importante del nostro percorso di avvicinamento i giovani, quella fascia di professionisti che più delle altre risulta, al momento, estremamente penalizzata sotto diversi punti di vista: dal numero chiuso per l’accesso alle Facoltà di Medicina e Chirurgia al test di ingresso per le scuole di specializzazione, dal blocco del turnover fino alle situazioni di precariato diffuso. Sono tanti i problemi che i medici del futuro devono affrontare e noi vogliamo essere al loro fianco, così come lo siamo stati e continuiamo a farlo con i loro colleghi più “anziani”. I social, e in particolare Facebook, sono il principale canale di intrattenimento usato dai giovani. È lì che si informano, parlano tra loro, prendono decisioni. Poter entrare in contatto con loro anche su una piattaforma come questa rappresenta un’attenzione nei loro confronti che abbiamo già manifestato di recente grazie all’accordo stretto con le principali Associazioni, Enti, OMCeO e Sindacati Medici italiani, con il quale abbiamo garantito due anni di formazione e servizi gratuiti a tutti i medici Under 35 iscritti».

Gli iscritti al Club hanno infatti accesso ai corsi di aggiornamento per adempiere all’obbligo formativo (ormai in scadenza) e conseguire tutti i 150 crediti ECM obbligatori tramite la più ricca piattaforma per la FAD (Formazione a Distanza) del web, con oltre 100 corsi suddivisi in cinque collane tematiche (Legale, Sicurezza, Manageriale, Medicina ed Informatica) e con la novità assoluta dei “Film Formazione”; un servizio di consulenza assicurativa gratuito attraverso il partner SanitAssicura; lo scudo legale completo, in collaborazione con DAS, per essere sempre protetto a lavoro. Possono inoltre usufruire dei vantaggi assicurati dal Piano Sanitario integrativo “Salute Doc” e dall’innovativa App MyDott (che migliora il dialogo tra medico e paziente attraverso un’applicazione per smartphone e tablet completamente personalizzabile), e da tante altre convenzioni esclusive per il tempo libero e non solo. Per ulteriori informazioni sui servizi forniti dal Club e su come iscriversi, è possibile contattare oltre mille consulenti dedicati che rispondono al numero verde 800.122.777 e sul sito internet www.consulcesi.it.

Articoli correlati
Formazione, nasce il corso ECM residenziale “empatia e burnout”
L’empatia come strumento per la prevenzione del Burnout è il tema del corso residenziale che si svolgerà in una location unica – la Casa del Divin Maestro – ad Ariccia, a pochi chilometri da Roma. Domandarsi la funzione dell’esercizio empatico nell’ambito delle professioni socio-sanitarie è come domandarsi la funzione dei libri all’interno di una biblioteca. Il concetto […]
Come deve essere effettuata dal Provider la verifica dell’apprendimento?
La verifica dell’apprendimento può essere effettuata con diversi strumenti: quesiti a scelta multipla o a risposta aperta, esame orale, esame pratico, produzione di un documento, realizzazione di un progetto, ecc. Se vengono usati i quesiti, devono essere standardizzati in almeno 3 quesiti per ogni credito ECM erogato e nel caso si predispongono quesiti a scelta […]
Formazione, Paola Kruger: «Il paziente esperto è un valore aggiunto per il medico, non un contrasto»
«Essere un paziente esperto significa saper interloquire con gli altri stakeholders allo stesso livello e con un linguaggio scientifico che serve per veicolare le istanze da paziente nella maniera più corretta e autorevole» così Paola Kruger, Paziente Esperto EUPATI
Formazione ECM, Bovenga (Cogeaps): «È un dovere deontologico ma è anche requisito fondamentale per concorsi e iscrizione ad albi»
Al Forum Risk Management di Firenze il presidente del Consorzio Gestione Anagrafica Professioni Sanitarie è intervenuto alla sessione organizzata dalla Simedet. A breve la pubblicazione del nuovo Manuale per la formazione dei professionisti sanitari
Sciopero medici, la voce degli studenti: «Senza programmazione e finanziamenti il nostro futuro è drammatico»
Blocco del turnover, imbuto formativo e precarietà sono solo alcune delle ragioni che hanno spinto tanti studenti di medicina e specializzandi a supportare lo sciopero di venerdì scorso indetto dalla dirigenza medica e sanitaria: «Per noi studenti diventa sempre più complesso capire se avremo un futuro nell’ambito della sanità»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

E-fattura, Marino (OMCeO Roma): «Dal 2019 cambia tutto, professionisti sanitari si attivino o rischio sanzioni»

«Per attivare la procedura occorre il ‘sistema d’interscambio’: ecco come funziona» così Emanuela Marino dell’Ufficio relazioni con il pubblico dell’OMCeO Roma parla delle novità in mate...
Salute

Endometriosi, arriva nuovo Ddl: 25 milioni per la ricerca e bonus malattia. Sileri (Comm. Sanità): «Prevenzione e tutela contro patologia subdola»

Per contrastare il ritardo nella diagnosi il disegno di legge presentato al Senato prevede corsi di formazione per ginecologi e medici di famiglia e una Giornata nazionale per parlare della malattia. ...
Politica

Sunshine Act, ecco cosa prevede Ddl trasparenza. Il relatore Baroni (M5S): «Così si previene corruzione. Per i medici no oneri burocratici»

Il provvedimento, in discussione in Commissione Affari Sociali, è sul modello di una analoga legge francese. Soglia minima per la dichiarazione è 10 euro: l’obbligo sarà in capo alle industrie sa...