Contributi e Opinioni 14 Settembre 2020 07:42

«Ricomincia la scuola, ricominciamo tutti»

Laura Parolin Presidente dell’Ordine degli Psicologi della Lombardia

«Ricomincia la scuola, ricominciamo tutti»

«Oggi non è un giorno come gli altri: finalmente, dopo mesi, riaprono le scuole». Inizia così il messaggio di augurio per la ripresa della scuola di Laura Parolin, Presidente dell’Ordine degli Psicologi della Lombardia.

L’AUGURIO

«Voglio augurare a tutte le ragazze e ai ragazzi – prosegue – così come alle loro famiglie e agli insegnanti, un buon inizio. E mi piace ricordare che oggi rappresenta un giorno di opportunità. Nonostante le sfide, le preoccupazioni e le complessità di questi mesi, la Scuola torna a rappresentare quel luogo fondamentale dove studenti e studentesse imparano il senso di comunità e nella relazione con l’altro scoprono come diventare grandi».

UNA FASE NUOVA

«Il mio augurio – continua – è che la drammatica esperienza che abbiamo vissuto ci abbia lasciato in eredità una nuova consapevolezza: l’importanza di riconoscere i talenti e valorizzare le risorse, senza prescindere dall’ascolto attento e sensibile delle possibili difficoltà e fragilità. Oggi rappresenta allora la possibilità concreta per tutti gli attori in campo di dare vita a una Scuola che in questi mesi è cresciuta e che, con coraggio, si avvia a iniziare una fase nuova, in cui nessuno viene lasciato indietro, dove il diritto allo studio torna ad essere al centro delle politiche scolastiche così come, spero, del sentire comune. Diritto allo studio non significa solo uguali opportunità di istruzione, ma anche uguali possibilità di crescita come cittadine e cittadini: contrastando le disuguaglianze socioculturali, valorizzando il singolo come strumento di crescita civile ed economica dell’intera società».

LA SICUREZZA A SCUOLA

«Per questo – dichiara – sono certa che un sistema scuola che si faccia carico non solo di mettere in pratica le misure di sicurezza fisiche, ma anche quelle psicologiche, debba essere una priorità. Ad esempio, implementando azioni di sostegno psicologico per fronteggiare situazioni di insicurezza, stress e ansia dovute ad eccessiva responsabilità, così come al timore di contagio, al disagio nel rientro al lavoro in “presenza”, alle difficoltà di concentrazione (per il personale così come per gli studenti). Ancora, fornendo strumenti a supporto di quegli aspetti cruciali che riguardano la comunicazione efficace interna all’istituzione e con i propri collaboratori, così come un monitoraggio costante del benessere psicologico del sistema scolastico e dei suoi componenti».

«“A scuola si diventa cittadini”, dice giustamente Liliana Segre. Per questo anche per noi, che oggi gettiamo le basi della società di domani, investire nella Scuola è il modo per ricordarci cosa significano parole ormai svuotate di senso come comunità, dialogo, futuro» conclude.

Articoli correlati
Ricciardi: «Riapertura scuole detonatore del contagio e forte rischio per la campagna vaccinale»
Il consigliere scientifico del ministro Speranza a Sanità Informazione: «Solo lockdown nazionale di un mese invertirebbe la curva epidemica». E sul Mes: «Sempre stato favorevole, l’ideale sarebbe stato attivarlo a giugno. Più soldi in sanità ci sono, meglio è»
Riapertura scuole superiori, Esposito (OMS): «Possibile con screening, vaccini e lockdown intermittenti»
Comitati di genitori, medici ed infettivologi contro la DAD. La proposta di Susanna Esposito, ordinaria di Pediatria all’università di Parma e consulente dell’Organizzazione mondiale della sanità
di Federica Bosco
Restrizioni anti-Covid, slitta all’11 la riapertura delle superiori. I colori dei prossimi giorni
Il Consiglio dei Ministri ha approvato un decreto-legge contenente ulteriori disposizioni per contenere e gestire l’emergenza da Covid-19: tutta l’Italia sarà zona arancione nel prossimo weekend
Covid-19 e scuola, l’ISS: «Non è fra i primi contesti di trasmissione»
Online il report dell'Istituto Superiore di Sanità 'Apertura delle scuole e andamento dei casi confermati di Sars-Cov-2: la situazione in Italia'
Scuole e Covid, le battaglie (e le soluzioni) dei pediatri per la ripresa della didattica in presenza
Sorvegliato speciale il Sud, più a rischio dispersione scolastica e disagio sociale. I pareri di SIP, FIMP e dell’intergruppo parlamentare “Infanzia oltre il Covid”
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 19 gennaio, sono 95.577.274 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 2.041.098 i decessi. Ad oggi, oltre 40,4 milioni di persone sono state vaccinate nel mondo. Mappa elaborata dalla Johns Ho...
Voci della Sanità

Covid-19, professori di Yale condividono terapia domiciliare “made in Italy”

«Il nostro Paese ancora oggi non dispone di un adeguato schema terapeutico condiviso con i medici che hanno curato a domicilio e in fase precoce la malattia» spiega l'avvocato Erich Grimaldi, Presid...
Assicurativo

Posso portare in deduzione la mia Rc professionale?

Tutti coloro che devono stipulare una polizza per la responsabilità civile in ambito professionale hanno la necessità di far pesare il meno possibile tale onere obbligatorio sul loro reddito da lavo...