Contributi e Opinioni 20 Gennaio 2020

«Le Aziende si costituiscano parte civile contro chi aggredisce il personale sanitario»

di Luciano Cifaldi, oncologo, Segretario Generale Cisl Medici Lazio  

di Luciano Cifaldi, Segretario Generale Cisl Medici Lazio

Gentile Direttore,

è lunedì e registriamo altri due infermieri picchiati all’ospedale San Giovanni Addolorata di Roma, una aggressione ad una guardia medica in Sicilia e magari c’è dell’altro che non ha avuto l’onore della cronaca.

Nel Lazio il nostro Assessore alla Sanità ha giustamente ribadito che il tema delle aggressioni al personale sanitario deve rappresentare una priorità per lo Stato.

Già la scorsa estate l’Assessore aveva ipotizzato l’applicazione di un daspo urbano per chi compie atti reiterati di violenza ai danni degli operatori sanitari.

Non se ne è fatto nulla, le aggressioni sono continuate e non si vede la luce neanche per il ripristino dei posti di pubblica sicurezza all’interno degli ospedali. Come Cisl Medici Lazio chiediamo all’Assessore, del quale conosciamo bene la piena operatività ogni volta che si impegna in un progetto, di rappresentare quale è il suo pensiero su una nostra ipotesi ovvero la costituzione parte civile delle Aziende contro gli aggressori.

La Cisl Medici è convinta che la costituzione di  parte civile nel procedimento penale verso gli aggressori oltre a tutelare maggiormente gli operatori darebbe forza a quel senso di appartenenza aziendale che ormai è da ritenersi nullo.

Chiediamo dunque, alla luce di quanto ormai noto all’opinione pubblica sulle aggressioni ai medici ed agli infermieri, un autorevole intervento dell’Assessore sulle iniziative intraprese nel Lazio.

Siamo convinti che le recentissime iniziative volute dal governatore della Campania aumenteranno le condizioni di sicurezza almeno dei lavoratori addetti all’emergenza ed auspichiamo che anche nel Lazio si possa passare alla concretezza delle azioni.

Luciano Cifaldi, oncologo, Segretario Generale Cisl Medici Lazio  

Articoli correlati
«Ammirazione per il medico di Aosta che ha violato la quarantena per salvare una vita»
di Luciano Cifaldi, primario oncologo, segretario generale della Cisl Medici Lazio
di Luciano Cifaldi, Segretario generale Cisl Medici Lazio
«Che fine hanno fatto le altre malattie?»
di Luciano Cifaldi, oncologo, Segretario generale Cisl Medici Lazio
di Luciano Cifaldi, Segretario generale Cisl Medici Lazio
Come comportarsi con i bambini ai tempi del Covid-19? La pediatra scioglie alcuni dubbi
Sono numerose le domande che in questi giorni assillano i genitori di bambini: dal come comportarsi in caso di Covid-19 in classe al vaccino antinfluenzale. Cerchiamo allora di fugare qualche dubbio parlando con la dottoressa Silvia Bartolozzi, dirigente medico pediatra presso l’Ospedale San Giovanni Addolorata di Roma e segretario aziendale Cisl Medici Lazio. Vaccino antinfluenzale: […]
di Vanessa Seffer, Uff. stampa Cisl Medici Lazio
Cataratta, tutte le informazioni e le novità spiegate dall’esperto
Intervista ad Andrea Niutta, iscritto alla Cisl Medici Lazio e direttore di Struttura Complessa Oculistica presso il Dipartimento di Chirurgia Roma 3
di Vanessa Seffer, Uff. stampa Cisl Medici Lazio
Covid-19, l’infettivologo: «Virus non è più debole, non abbassare la guardia»
Con il professor Luigi Toma, iscritto della Cisl Medici Lazio e consulente infettivologo aziendale dell’Ifo di Roma, chiariamo come stiamo convivendo con il Covid-19 oggi e come sarà il domani. Di certo, ciò che non possiamo sapere è quanto durerà questo nuovo stile di vita che abbiamo intrapreso dalla fine di febbraio di quest’anno. Professore, […]
di Vanessa Seffer, Uff. stampa Cisl Medici Lazio
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 20 ottobre, sono 40.403.537 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.118.293 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 20 ottobre: Ad oggi in I...
Contributi e Opinioni

«Tamponi Covid sui bambini: troppe prescrizioni che non tengono conto dei rischi intra-procedurali»

di prof. Filippo Festini, Professore Associato di Scienze Infermieristiche generali, cliniche e pediatriche all’Università degli Studi di Firenze
di Filippo Festini, Professore Associato di Scienze Infermieristiche generali, cliniche e pediatriche, Università di Firenze
Salute

Covid, Cavanna: «Casi severi in aumento, riabilitare l’idrossiclorochina. Pazienti vaccinati sembrano avere prognosi migliore»

L’oncologo famoso in tutto il mondo per le sue cure anti Covid a domicilio spiega: «Estate tranquilla ma ora qualcosa è cambiato». Presto sarà pubblicato uno studio sulla sua metodologia di cura...