Contributi e Opinioni 23 Ottobre 2020

«Futuri medici o solo studenti senza voce?»

di Sofia Salvetti, studentessa di Medicina

di Sofia Salvetti, studentessa di Medicina

Ennesima conferma dell’invisibilità degli Studenti Universitari agli occhi della regione Piemonte e dello Stato.

Da studentessa fuori sede di Medicina al quarto anno non mi sento tutelata, né considerata o ascoltata. Pago tasse universitarie, affitto, trasporti per avere come garanzia il minimo indispensabile dalla mia Università, ovvero una didattica telematica.

Iniziati i tirocini in presenza in ospedale nel mese di Ottobre, senza effettuare sierologici né tamponi ai tirocinanti prima dell’accesso in ospedale, si passa presto alla sospensione degli stessi a metà settimana, con ridicolo preavviso dato il giorno precedente al blocco.

La soluzione alla gestione degli studenti è semplice: “togliamo di mezzo chi è di impiccio”.

Siamo in una situazione di emergenza sanitaria e noi futuri Medici dovremmo vivere situazioni di questo tipo, applicarci, essere addestrati e allo stesso tempo tutelati. Non messi fuori dai giochi. Soprattutto alla luce delle ultime notizie di carenza di personale medico negli ospedali, a seguito della quale gli studenti vengono mandati a casa, invece che essere istruiti per essere parte attiva e dare un supporto alla gestione dell’emergenza.

Tutto tralasciando la questione pratica in termini di tempo, perché nove settimane di tirocinio da recuperare rappresentano un ostacolo alle tempistiche di una laurea magistrale a ciclo unico, già di per sé lunghe.

Tirocini online ancora non disponibili, oltre che assenza totale di attività in presenza previa alcuna tutela in relazione a tamponi.

Invisibili i fuori sede, per cui a seguito del precedente lockdown non sono state messe in atto tutele per i contratti d’affitto.

Mi sento parte di una società che non incentiva la qualità del mio corso di studi, ma che perennemente pone limiti, ostacoli e difficoltà laddove con un’organizzazione adeguata e gestita da enti predisposti si potrebbe garantire un servizio nettamente migliore.

Scrivo questa lettera a nome della categoria di Studenti Universitari che sembra non avere voce, nella speranza di essere ascoltati e supportati. Siamo i futuri Medici e vogliamo portare avanti con orgoglio la nostra Professione in un Paese che ci dia l’opportunità di formarci nel modo adeguato anche in una situazione di emergenza sanitaria.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Covid e gravidanza, studio ISS: su 875 donne con virus nessuna morte, il 2% in terapia intensiva
Una rete ISS monitora le donne positive in gravidanza: alla luce dei dati, la trasmissione del virus da madre a neonato sembra possibile ma molto rara e non influenzata dalla modalità del parto, dall’allattamento o dal rooming-in
Covid-19, Gimbe: «Frena contagio, restrizioni funzionano. Ma il colore delle regioni sbiadisce troppo in fretta»
Il monitoraggio settimanale di Gimbe conferma timidi segnali di rallentamento dell’epidemia, ma i numeri sono ancora molto elevati: oltre 165 mila nuovi casi e 5.055 decessi. Quasi 780 mila attualmente positivi, con soglie di saturazione di ospedali superate in 15 regioni e le terapie intensive in 16
Dal 21 dicembre al 6 gennaio vietati spostamenti tra Regioni: il Dl sul Natale “prudente”
Feste di Natale all'insegna di pochi intimi. Vietati i viaggi verso le seconde case. 25, 26 dicembre e 1 gennaio si potranno trascorrere solo nel proprio Comune. Permesso tornare presso la propria residenza
Covid-19, con ruxolitinib e cortisone possibile riduzione della mortalità del 70%
D’Alessio (Policlinico San Marco di Zingonia): «Dopo aver sperimentato diversi farmaci, questo, somministrato precocemente, ha dato risultati interessanti in attesa del vaccino»
di Federica Bosco
Il Covid-19 acuisce ansia e stress. Con “niente paura” arriva un aiuto in piu’!
www.nientepaura.info, un sito dedicato a chi soffre di disturbi d’ansia, stress e insonnia. Consigli degli esperti per gestire questi eventi e ritrovare il benessere psicologico
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 3 dicembre, sono 64.527.868 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.493.348 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 3 dicembre: ...
Voci della Sanità

Manovra 2021, prevista indennità per gli infermieri. Beux (FNO TSRM e PSTRP): «Offesa alle altre professioni sanitarie, si premi il merito»

L’articolo 66 della bozza della Legge di Bilancio prevede una indennità di “specificità infermieristica” in vigore a partire dal primo gennaio 2021. Ma il Presidente del maxi Ordine delle prof...
Salute

Covid-19, Stefano Vella: «Dall’HIV abbiamo imparato che i virus vanno affamati»

Intervista a Stefano Vella dell'Università Cattolica di Roma: «Pandemia dichiarata colpevolmente in ritardo, ci siamo fidati della SARS. Testare tutti è impossibile, dobbiamo raggiungere una copert...
di Tommaso Caldarelli