Contributi e Opinioni 10 Novembre 2020 17:59

«Diagnosi e terapie Covid-19 a domicilio? Non si creino false aspettative»

di Luciano Cifaldi, Primario oncologo e Segretario della Cisl Medici Lazio

di Luciano Cifaldi, Primario oncologo e Segretario della Cisl Medici Lazio

Gentile Direttore,

è apprezzabile la dichiarazione del direttore sanitario dello Spallanzani quando afferma che “bisogna diagnosticare e curare il più possibile a casa e che occorre dotare i medici di famiglia e i pediatri di libera scelta di tutte le nuove armi diagnostiche e terapeutiche che esistono”.

In questo modo si rischia però di ingenerare false aspettative nella popolazione alla quale probabilmente sfugge che per usare un ecografo occorre in primo luogo averlo ed anche saperlo usare e questo può avvenire solo dopo aver frequentato un adeguato corso di formazione.

Strumenti  mobili radiologici? Anche in questo caso occorre averli ed avere la disponibilità di specialisti radiologi, notoriamente carenti anche negli ospedali, oltre che superare problemi non secondari di radioprotezione.

Per quanto riguarda le terapie – prosegue Vaia nella sua dichiarazione – bisogna dare ai medici la possibilità di somministrare ai pazienti tutte quelle più innovative, che abbiamo sperimentato allo Spallanzani e in altri ospedali, fino a quella con anticorpi monoclonali”.

In questo caso occorre superare diversi impianti normativi e regolatori, leggi Aifa, oltre a dover superare problematiche di tipo estremamente pratico quali la possibilità concreta di utilizzare e somministrare a domicilio farmaci che nascono ad uso ospedaliero considerata la necessità di dover utilizzare questi  farmaci nell’esatto timing della evoluzione della malattia, la complessità della azione terapeutica, degli effetti collaterali e la necessità di valutazione strumentale dei parametri vitali nonchè il necessario monitoraggio laboratoristico.

Evitiamo di dare alle persone l’illusione di possedere la bacchetta magica in questo momento di  vera emergenza.  Facciamo il nostro lavoro usando al meglio gli strumenti a nostra disposizione oggi perché l’emergenza è oggi. Il resto è programmazione, tema sul quale  auspicabilmente e doverosamente non sarà più concesso di sbagliare nell’immediato futuro.

Articoli correlati
Attacco hacker a sistema informatico Regione Lazio, Cifaldi: «Ecco quali rischi ci sono»
di Luciano Cifaldi, segretario generale Cisl Medici Lazio
di Luciano Cifaldi, segretario generale Cisl Medici Lazio
Covid-19, il Comitato bioetica: «Sul vaccino decide adolescente, non genitore»
«La sua volontà prevale». Nel caso rifiuti l'iniezione, «va informato ma non obbligato»
Terapia del plasma, Perotti (San Matteo di Pavia): «Oggi sospesa per mancanza di pazienti, ma tesoretto di 200 sacche pronte all’uso»
Il direttore del servizio di immunoematologia dell’IRCCS pavese ricorda il collega De Donno: «Era una brava persona, molto volenterosa, di quelli che gettano il cuore oltre l’ostacolo, ma non strumentalizziamo la sua morte. Il plasma non c’entra»
di Federica Bosco
Covid-19, svelato il motivo per cui i bambini si ammalano molto meno
Una molecola “chiave” che apre le porte al virus è meno attiva. Lo hanno scoperto i ricercatori del CEINGE-Biotecnologie Avanzate di Napoli, studiando i meccanismi di attacco del virus all’interno delle prime vie respiratorie in soggetti di età inferiore o superiore ai 20 anni
Report ISS, Rt a 1,57 e 20 regioni a rischio moderato. Salgono i ricoveri
Tasso di occupazione in terapia intensiva fermo al 2%, ma quello in area medica sale al 3%. Scende anche la percentuale di contagi tracciati, al 28% rispetto al 30 della settimana precedente
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 2 agosto, sono 198.335.925 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 4.224.492 i decessi. Ad oggi, oltre 4.11 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&n...
Covid-19, che fare se...?

Posso bere alcolici prima o dopo il vaccino anti-Covid?

Sbronzarsi nei giorni a cavallo della vaccinazione può compromettere la risposta immunitaria e, dunque, depotenziare gli effetti del vaccino?
Salute

Guida al Green pass, può essere revocato? Serve anche ai ragazzi? Le risposte di Cittadinanzattiva

Chi ne è esentato? E cosa deve fare chi è guarito? Intervista a Isabella Mori, Responsabile del servizio tutela di Cittadinanzattiva