Contributi e Opinioni 10 Novembre 2020 17:59

«Diagnosi e terapie Covid-19 a domicilio? Non si creino false aspettative»

di Luciano Cifaldi, Primario oncologo e Segretario della Cisl Medici Lazio

di Luciano Cifaldi, Primario oncologo e Segretario della Cisl Medici Lazio

Gentile Direttore,

è apprezzabile la dichiarazione del direttore sanitario dello Spallanzani quando afferma che “bisogna diagnosticare e curare il più possibile a casa e che occorre dotare i medici di famiglia e i pediatri di libera scelta di tutte le nuove armi diagnostiche e terapeutiche che esistono”.

In questo modo si rischia però di ingenerare false aspettative nella popolazione alla quale probabilmente sfugge che per usare un ecografo occorre in primo luogo averlo ed anche saperlo usare e questo può avvenire solo dopo aver frequentato un adeguato corso di formazione.

Strumenti  mobili radiologici? Anche in questo caso occorre averli ed avere la disponibilità di specialisti radiologi, notoriamente carenti anche negli ospedali, oltre che superare problemi non secondari di radioprotezione.

Per quanto riguarda le terapie – prosegue Vaia nella sua dichiarazione – bisogna dare ai medici la possibilità di somministrare ai pazienti tutte quelle più innovative, che abbiamo sperimentato allo Spallanzani e in altri ospedali, fino a quella con anticorpi monoclonali”.

In questo caso occorre superare diversi impianti normativi e regolatori, leggi Aifa, oltre a dover superare problematiche di tipo estremamente pratico quali la possibilità concreta di utilizzare e somministrare a domicilio farmaci che nascono ad uso ospedaliero considerata la necessità di dover utilizzare questi  farmaci nell’esatto timing della evoluzione della malattia, la complessità della azione terapeutica, degli effetti collaterali e la necessità di valutazione strumentale dei parametri vitali nonchè il necessario monitoraggio laboratoristico.

Evitiamo di dare alle persone l’illusione di possedere la bacchetta magica in questo momento di  vera emergenza.  Facciamo il nostro lavoro usando al meglio gli strumenti a nostra disposizione oggi perché l’emergenza è oggi. Il resto è programmazione, tema sul quale  auspicabilmente e doverosamente non sarà più concesso di sbagliare nell’immediato futuro.

Articoli correlati
Nasce il progetto PMLAb per i pazienti COVID-19 immunocompromessi
La gestione del paziente immunocompromesso con COVID-19 richiede una particolare attenzione, che si concretizza con le Profilassi Pre-Esposizione con anticorpi monoclonali. A questo scopo è nato il progetto Prevention Management LAboratory (PMLAb), presentato oggi a Roma
Covid, alcune persone potrebbero aver perso l’olfatto per sempre? L’ipotesi allarmante in uno studio
La perdita dell'olfatto a causa di Covid-19 potrebbe durare a lungo o addirittura per sempre. Uno studio rivela che una persona su 20 non l'ha recuperato dopo 18 mesi
Si possono bere alcolici quando si risulta positivi al Sars-CoV-2?
Il consumo di alcolici è controindicato quando si è positivi al virus Sars CoV-2. Gli studi mostrano infatti che gli alcolici possono compromettere il sistema immunitario
Dopo quanto tempo ci si può ammalare di nuovo di Covid-19?
Gli studi indicano che le reinfezioni con Omicron sono più frequenti. Una ricerca suggerisce un intervallo tra i 90 e i 640 giorni, un'altra tra i 20 e i 60 giorni
DL Riaperture, via libera dalla Camera. Cosa cambia per mascherine, isolamento, green pass e obbligo vaccinale
Il provvedimento recepisce la fine dello stato di emergenza. Prorogato lo smart working per i lavoratori fragili. Medici in quiescenza potranno continuare a ricevere incarichi di lavoro autonomo
di Francesco Torre
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Medici di famiglia, Scotti (Fimmg): “Entro il 2026 15 milioni di italiani saranno senza” 

Intanto scoppia il 'caos estate': “I sostituti sono introvabili e c'è chi va in pensione anticipata per concedersi le ferie”
Salute

Gioco patologico, in uno studio la strategia di “autoesclusione fisica”

Il Dipartimento di Scienze cliniche e Medicina traslazionale dell'Università Tor Vergata ha presentato una misura preventiva mirata a proteggere i giocatori a rischio di sviluppare problemi leg...
Salute

Cervello, le emozioni lo ‘accendono’ come il tatto o il movimento. Lo studio

Dagli scienziati dell'università Bicocca di Milano la prima dimostrazione della 'natura corporea' dei sentimenti, i ricercatori: "Le emozioni attivano regioni corticali che tipicamente rispondo...
Advocacy e Associazioni

Porpora trombotica trombocitopenica. ANPTT Onlus celebra la III Giornata nazionale

Evento “WeHealth” promosso in partnership con Sanofi e in collaborazione con Sics Editore per alzare l’attenzione sulla porpora trombotica trombocitopenica (TTP) e i bisogni ancora i...