Bollettino del Ministero 25 luglio 2017

Viaggiare all’estero in tutta sicurezza: vaccini e igiene, quali indicazioni? Il Ministro risponde…

I Centri per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie (CDC) americani pubblicano ogni due anni la versione aggiornata del volume “CDC Health Information for International Travel”, conosciuto anche con il nome di Yellow Book. Tale pubblicazione fornisce informazioni aggiornate agli operatori sanitari, medici, infermieri e farmacisti sui consigli da dare ai viaggiatori in partenza. In […]

di Beatrice Lorenzin - Ministro della Salute

I Centri per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie (CDC) americani pubblicano ogni due anni la versione aggiornata del volume “CDC Health Information for International Travel”, conosciuto anche con il nome di Yellow Book.

Tale pubblicazione fornisce informazioni aggiornate agli operatori sanitari, medici, infermieri e farmacisti sui consigli da dare ai viaggiatori in partenza.

In particolare, il Yellow Book include i seguenti temi:

  • vaccinazioni raccomandate;
  • come prevenire, diagnosticare e curare le malattie legate ai viaggi;
  • come prevenire incidenti o problemi legati all’altitudine, alla nausea da viaggio, alla diarrea dei viaggiatori, ecc.;
  • particolari tipologie di viaggio, come i viaggi di studio all’estero e i viaggi di lavoro;
  • destinazioni turistiche e gli itinerari più popolari;
  • viaggiatori con esigenze specifiche, come neonati e bambini, i viaggiatori in gravidanza e quelli con condizioni croniche mediche o sistemi immunitari indeboliti.

Nell’edizione attuale sono state inserite le seguenti novità:

  • informazioni aggiornate su alcune malattie emergenti come l’infezione da Zika virus, Ebola e Mers;
  • informazioni dettagliate su 16 destinazioni selezionate, incluse nuove sezioni su Cuba e Birmania (Myanmar);
  • nuove raccomandazioni sul vaccino contro il colera;
  • linee guida aggiornate sull’uso di antibiotici per trattare la diarrea dei viaggiatori;
  • mappe di facile utilizzo, incluse 15 mappe di rischio per la malaria specifiche per paese e mappe di raccomandazione per il vaccino contro la febbre gialla per 10 paesi.

Consulta lo Yellow book (in lingua inglese).

Articoli correlati
Bambini e sicurezza stradale. Iurato (ministero Trasporti): «Senza seggiolino e cinture il rischio di ferite gravi o letali aumenta dell’80%»
«In Italia, solo il 47% della popolazione utilizza i dispositivi di sicurezza adeguati per i propri bambini durante i viaggi in auto. Seggiolini o rialzi, a seconda del peso, sono obbligatori fino a 150 cm di altezza». L’intervista a Valentino Iurato, della direzione generale per la Sicurezza Stradale del ministero dei Trasporti.
di Isabella Faggiano
Vacanze esotiche e rischi per la salute: malaria e diarrea infettiva le patologie più diffuse, ecco rischi e precauzioni
Roberto Cauda (Gemelli): «Il vaccino rappresenta l’unico modo per poter contrastare delle malattie per le quali non esiste un’efficace terapia. Ma non sempre è necessario: prima di partire consultare i centri di medicina del viaggiatore»
di Isabella Faggiano
Malaria, Rezza (ISS): «In Italia ogni anno ci sono ancora centinaia di casi». Ecco cosa fare in caso di viaggi in zone a rischio
È estremamente diffusa in tutto il mondo ed è tra le principali malattie di importazione. Dai farmaci alle norme comportamentali, le indicazioni da seguire se si intende recarsi in uno dei Paesi ad alta endemia di malaria
Ora si viaggia più sicuri: accordo Farnesina – Spallanzani
Nuovi contenuti per il sito. Ippolito “Occasione per sviluppare ulteriori sinergie”Ministero: "Una collaborazione strategica per assistere a distanza i connazionali"
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

ECM e validazione delle competenze mediche: più spazio alla professione. Lavalle (Agenas): «Ecco come funzionerà»

«Dare un valore all’apprendimento non certificato è utile stimolo per professionista» così Franco Lavalle, vicepresidente OMCeO Bari e membro dell’Osservatorio Nazionale del’ Age.na.s
Professioni Sanitarie

Professioni sanitarie, Beux (TSRM e PSTRP): «Ordine favorirà qualità. Ora servono decreti attuativi»

Inizia a prendere vita il nuovo ordine istituito nella scorsa legislatura. 33mila i professionisti già censiti ma se ne stimano 230-240mila
Lavoro

Allarme chirurghi, Marini (Acoi): «Specialità scelta solo da 90 giovani. Siamo tra i migliori al mondo, appello alle istituzioni»

Il messaggio lanciato da Sic e Acoi riunite in congresso: «Sostenete la chirurgia italiana che, nonostante tutto, c’è ed è forte. Contenzioso medico-legale e stipendi tra i peggiori in Europa dis...