Bollettino del Ministero 21 Gennaio 2019

Quasi 6 miliardi la spesa delle strutture sanitarie pubbliche nel 2017 per i dispositivi medici

L’aumento rispetto all’anno precedente è del 2,6%. Oltre un milione gli apparecchi censiti

Ammonta a quasi 6 miliardi di euro la spesa delle strutture sanitarie pubbliche per i dispositivi medici nel 2017, in crescita del 2,6 per cento rispetto al 2016. È quanto rileva il ministero della Salute nel Rapporto sulla spesa rilevata dalle strutture sanitarie pubbliche del SSN per l’acquisto di dispositivi medici – Anno 2017.

Il Rapporto, giunto alla sua sesta edizione, consente di fare il punto sulla completezza e profondità del patrimonio informativo disponibile in Italia per il monitoraggio del settore dei dispositivi medici, in termini di offerta del mercato (attraverso il sistema Banca Dati e Repertorio), della domanda soddisfatta e della spesa sostenuta da parte delle strutture pubbliche del Servizio Sanitario Nazionale (attraverso il Flusso informativo per il monitoraggio dei consumi e i modelli dei Conti Economici) con interessanti indicatori economici a livello nazionale e regionale, anche su più anni.

I principali dati:

Un milione e più di dispostivi medici censiti

Al 31 dicembre 2017 risultano censiti nel sistema Banca Dati e Repertorio dei dispositivi medici del ministero della Salute 1.018.976 dispositivi medici e 45.543 dispositivi medico-diagnostici in vitro.

In Italia 4.465 imprese e 67 mila dipendenti

Il Rapporto di spesa 2017 presenta in anteprima alcuni risultati di una recentissima analisi del settore in Italia. L’analisi, basata sulle informazioni contenute nella banca dati AIDA (Analisi Informatizzata delle Aziende Italiane), ha tracciato nel 2016 la presenza di 4.465 imprese operanti nel settore dei Dispositivi medici, includendo nel campione imprese produttrici, distributori e imprese integrate, per lo più di piccole dimensioni, con un totale di 67 mila dipendenti.

Spesa sostenuta: quasi 6 miliardi

I costi sostenuti nel 2017 dal Servizio sanitario nazionale per l’acquisto di dispositivi medici ammontano a quasi 5.992 milioni di euro secondo i dati del Conto economico degli enti del servizio sanitario nazionale, e sono così divisi:

  • dispositivi medici 4.115 milioni;
  • dispositivi medici impiantabili attivi 524 milioni;
  • dispositivi medico-diagnostici in vitro 1.351 milioni.

Con riferimento al totale dei dispositivi medici (dispositivi medici, dispositivi medici impiantabili attivi e dispositivi medico-diagnostici in vitro), i dati rilevati nel 2017 a consuntivo mostrano complessivamente una crescita del 2,6% rispetto al 2016. Per quanto attiene le singole categorie i dati mostrano una crescita più marcata (+ 3,2%) dei dispositivi medici rispetto alle altre due tipologie che presentano invece una crescita più lieve rispetto ai valori rilevati nel 2016.

Spesa rilevata: analisi per categoria di dispostivo medico e open data

Nel 2017 cresce anche il volume di spesa rilevata attraverso un monitoraggio dedicato in modo da permettere analisi di dettaglio per azienda sanitaria e dispositivo medico, nel 2017 questo livello di analisi  riguarda circa 4,4 miliardi di euro rispetto al totale della spesa sostenuta di quasi 6 miliardi.

Per il 2017 sono confermate le quattro categorie a maggior spesa degli anni precedenti pari al 49,7% della spesa complessiva rilevata:

  • 882 milioni per dispositivi protesici impiantabili e prodotti per osteosintesi (20% della spesa rilevata)
  • 523 milioni per dispositivi per apparato cardiocircolatorio (11,9%)
  • 400 milioni dispositivi impiantabili attivi (9,1%)
  • 385 milioni dispositivi da somministrazione, prelievo e raccolta (8,7%)
Articoli correlati
Indagine sieroprevalenza, Speranza alla Croce Rossa: «Conoscere epidemia è importante per affrontarla e vincerla»
Questa mattina il Ministro della Salute, Roberto Speranza, ha visitato presso la sede nazionale della Croce Rossa Italiana, a Roma, il centro operativo da dove da ieri si stanno effettuando le chiamate ai cittadini per l’indagine di sieroprevalenza del Ministero della Salute e Istat, a cui collabora la Croce Rossa Italiana. Accolto dal Presidente CRI, […]
Questionario assicurativo, come compilarlo in caso di avviso di garanzia dopo denuncia/querela da parte di paziente?
Sono un Cardiochirurgo e mi sto accingendo a compilare un questionario assicurativo per poter richiedere un preventivo. Nel moduli di preventivazione trovo 2 domande alle quali non so rispondere in quanto come Medico ospedaliero (pubblico), nel 2017 ho ricevuto un avviso di garanzia dopo una denuncia/querela da parte di un paziente. La mia azienda non […]
Medici in mobilitazione permanente: «Il 29 maggio grande atto di resistenza»
Così in una nota Il Coordinamento promotore della mobilitazione nazionale
Assemblea Generale dell’OMS, Speranza: «Vaccino bene pubblico globale e diritto per tutti»
“Una sfida fondamentale è rappresentata dallo sviluppo di un vaccino per il Covid-19 sicuro ed efficace. Dobbiamo impegnarci perché il vaccino sia considerato un bene pubblico globale, un diritto di tutti e non un privilegio per pochi”. Queste le parole del ministro della Salute, Roberto Speranza, al termine del suo intervento alla 73esima Assemblea Generale […]
Come cambierà la sanità dopo il Covid? Idee e testimonianze dei protagonisti per superare la crisi
Meno burocrazia, dialogo tra medici di medicina generale, ospedalieri e farmacisti e follow up per pazienti Covid: queste alcune delle proposte lanciate nel webinar organizzato dal comitato M’impegno
di Federica Bosco
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 29 maggio, sono 5.814.885 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 360.412 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA   Bollettino delle ore 18:00 del 28 ma...
Lavoro

Covid-19 e Fase 2, come prevenire il contagio: ecco il vademecum per gli operatori sanitari

Le misure di protezione per gli operatori e i pazienti, l’organizzazione degli spazi di lavoro, la guida al corretto utilizzo dei Dpi, il triage telefonico, la sanificazione e la disinfezione degli ...
Salute

Covid-19 e terapia al plasma, facciamo chiarezza con il presidente del Policlinico San Matteo: «Tutti guariti i pazienti trattati a Pavia e Mantova»

Venturi: «Oggi l’unica possibilità di superare questo virus deriva dalla risposta del nostro sistema immunitario». E aggiunge: «Il 10% dei lombardi positivi ai test sierologici con anticorpi neu...
di Federica Bosco