Lavoro 17 giugno 2014

Obbligo di POS alle porte, la FNOMCeO si prepara ad affrontarlo

Bianco: “Nuove tecnologie fondamentali per rispettare la legge”

Immagine articolo

Anche la Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici e Odontoiatri (FNOMCeO) si trova a dover affrontare, tra le altre questioni, l’imminente obbligo di POS per gli studi medici, in vigore dal prossimo 30 giugno.

Il presidente Amedeo Bianco ha le idee ben chiare sulle linee guida da seguire sulla questione…
“Non cambia l’approccio alle innovazioni tecnologiche e informatiche: c’è una legge e bisogna rispettarla, anche per il meritevole principio di trasparenza che ne è alla base. Stiamo attenti, però, con le scadenze, perché  spesso si dà per scontata l’effettiva applicabilità di alcuni dispositivi quando sappiamo benissimo che, arrivati al momento decisivo, i ritardi, le piattaforme arretrate e varie difficoltà ostacolano il processo. Se non si è supportati correttamente dalle tecnologie, l’applicazione concreta diventa ingestibile”.

Tutto ciò che consente lo sviluppo della medicina sarà sempre da noi considerato in modo positivo. Non si tratta di contrastare l’avvento delle nuove tecnologie in medicina, ma di governarlo al meglio

Il presidente FNOMCeO, inoltre, non ha dubbi sul fatto che i dispositivi messi a disposizione dalle nuove tecnologie possano, se ben controllati, costituire un valido aiuto per i professionisti.
“Tutto ciò che consente lo sviluppo della medicina sarà sempre da noi considerato in modo positivo. Non si tratta di contrastare l’avvento delle nuove tecnologie in medicina, ma di governarlo al meglio mantenendo come fulcro il diritto della persona. Il nostro compito non è fermare il futuro, ma di accompagnarlo entro una cornice di valori etici e civili”.

E se preoccupazione e agitazione sono gli stati d’animo dominanti nel mondo medico in vista del  prossimo 30 giugno, spicca il parere, in controtendenza, del presidente Albo Odontoiatri FNOMCeO, Giuseppe Renzo:
“Sono favorevolissimo a questa legge, non mi desta particolare preoccupazione.  Ormai l’obbligo c’è, è inutile metterlo in discussione e girarci ancora attorno. In questo senso – e parlo non solo a mio nome, ma a quello dell’intera categoria – trovo assolutamente condivisibile l’utilizzo delle nuove tecnologie e di dispositivi che agevolino, per i professionisti, la concreta osservanza della legge”.

Articoli correlati
Al presidente FNOMCeO Anelli il Caduceo d’oro. L’annuncio di Lettieri (FOFI) alle Giornate della formazione del medico
Il prestigioso riconoscimento da parte dall'Ordine dei Farmacisti di Bari e BAT sarà consegnato il 10 novembre. Tra le motivazioni, la proficua collaborazione portata avanti da Filippo Anelli tra la professione del medico e quella del farmacista
A Bari Giornata contro violenza operatori sanitari. Questionario FNOMCeO: 50% medici aggredito in ultimo anno
Tra i camici bianchi prevale rassegnazione e sfiducia. I dati del sondaggio preoccupano il Presidente Filippo Anelli: «Questo porta con sé gravi effetti collaterali come la mancata denuncia alle autorità, l’immobilismo dei decisori, ma anche il burnout dei professionisti, con esaurimento emotivo»
Medicina generale, slitta il concorso e riaprono i bandi. Scotti (Fimmg): «Scelta strada più ragionevole e seria»
Il presidente FNOMCeO Filippo Anelli: «Raddoppio delle borse risultato storico. Adesso nuova data per il concorso e riapertura dei termini in tempi celeri»
Concorso per formazione MMG, FNOMCeO e FIMMG contestano la data scelta: «Regioni riaprano il bando o rischio contenziosi»
Ad agosto stabilite 860 borse aggiuntive, ma Conferenza regioni ha lasciato invariata la data del 25 settembre. Anelli: «Ingiustizia nei confronti dei neo abilitati ai quali viene impedito di poter concorrere scegliendo la Regione con un maggior numero di borse disponibili»
Milleproroghe, alla Camera medici compatti contro il rinvio dell’obbligo vaccinale. Villani (SIP): «Inaccettabile vedere bambini morire di morbillo»
Audizione a Montecitorio dei principali esponenti del mondo medico e della scuola. Garattini: «Cambiare sarebbe grave errore». Anelli (FNOMCeO): «Potrebbe sembrare atteggiamento antiscientifico». I presidi: «Rischio insicurezza per la salute negli istituti»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Autodimissioni medici, turni massacranti e poco personale. Leoni (FNOMCeO): «Ecco perchè si lascia ospedale»

Il vicepresidente della Federazione degli Ordini ha coniato il termine per spiegare la fuga dei camici bianchi dalle corsie: «Sono sempre più i medici ospedalieri che, per il basso livello della qua...
Lavoro

Tagli alle pensioni, a rischio i medici? Cavallero (Cosmed): «Penalizzato anche chi è a 3700 euro. Veri risultati si ottengono con lotta all’evasione»

Il segretario generale della Confederazione: «Dal taglio delle cosiddette “pensioni d’oro” si potranno distribuire meno di 4 euro al mese. Così si apriranno solo contenziosi per lo Stato. Chi ...
Formazione

Contratto, parla Carlo Palermo (Anaao): «Per firmare va sbloccata Retribuzione Individuale di Anzianità. Ecco come fare…»

Dai nodi da scogliere per arrivare a sbloccare il contratto alle soluzioni per rispondere alla carenza di specialisti, passando per le “autodimissioni” dei medici ospedalieri fino al taglio delle ...